Ricette Cocktail, Distillati e Bar Locali

5 spiriti maturati con tecniche di invecchiamento rivoluzionarie

5 spiriti maturati con tecniche di invecchiamento rivoluzionarie

La continua ricerca di spiriti in età avanzata non è una novità.

Gli alcolici che in genere invecchiano in botte per un decennio o più sono poco convenienti per i nuovi distillatori che desiderano far crescere rapidamente le loro attività. In un mare di marchi affermati, quella dipendenza da tempo da tempo come fattore chiave nel sapore ispira molti distillatori a impiegare metodi di invecchiamento non ortodossi.

Tutto, dai barili di dimensioni inferiori alle onde sonore ad ultrasuoni, è stato testato per accelerare il processo di invecchiamento. Ma per alcuni distillatori esperti, l'ispirazione si nasconde non nelle dimensioni della canna, ma nell'ambiente stesso.

Maturati in locali che vanno dalla cima di una montagna del Colorado alle profondità più scure del Mar dei Caraibi, questi spiriti dimostrano la natura pionieristica dei distillatori di oggi. Perfino la gravità non può contenere la loro immaginazione: lo scotch maturato nello spazio si profila sfacciatamente all'orizzonte. E il barile fidato? Anche questo potrebbe presto diventare obsoleto, impiegando la scienza per imitare il sapore di uno spirito invecchiato in botte in una frazione del tempo. Se sei curioso del futuro degli spiriti anziani, assicurati di mettere in valigia il tuo senso di avventura.

Rum ad alta quota: Montanya Distillers

Cosa succede al rum quando è invecchiato a 8.900 piedi? Chiedi a Karen Hoskin, presidente e comproprietario di Montanya Distillers, situato nella cittadina montana di Crested Butte, in Colorado. Hoskin ha imparato l'arte di produrre rum ad alta quota, una tradizione che ha messo radici in Guatemala e in Colombia decenni fa. In Colombia, il rum è stato invecchiato nella catena montuosa delle Ande ad altezze fino a 17.500 piedi.

Mentre gli ingredienti nei rum Oro di Montanya ($ 30) e Platino ($ 35) sono certamente importanti - pensate all'acqua pura di sorgente di montagna, alla canna da zucchero della Louisiana e al miele locale - è l'estrema elevazione che dà a questi rum il loro carattere. Come afferma Hoskin, "Le temperature nei climi montuosi fluttuano quotidianamente e consentono ai sapori della canna di fondersi in modo diverso rispetto a quanto fanno a livello del mare". Le temperature a Crested Butte variano da 20 a 40 gradi in un giorno, calando drammaticamente di notte. Ciò significa che le fermentazioni di Montanya possono essere raffreddate dall'acqua naturalmente fredda della struttura e le distillazioni bollono a una temperatura più bassa. Ciò consente alla distilleria un maggiore controllo della temperatura nell'impasto, che alla fine produce un prodotto più saporito.

Mentre le temperature scendono nella stanza della botte, i pori di ogni botte di quercia americana si contraggono ed espellono l'alcool. Il contrario si verifica quando la temperatura aumenta, attirando nuovo rum nei pori. A differenza del rum prodotto nelle isole, questo frequente cambiamento di temperatura consente a più rum di entrare in contatto con la quercia durante il suo invecchiamento. Non c'è bisogno di introdurre agitazione o altre soluzioni innaturali come i sonici: il rum Montanya deve il suo sapore distinto al suo alto trespolo di montagna.

Bourbon Aged in Sea: Jefferson’s Ocean

Immagina una bottiglia di bourbon appoggiata a prua di una nave, il liquido marrone che oscilla avanti e indietro con il movimento delle onde. Per Trey Zoeller, fondatore di Bourbon di Jefferson, questa semplice osservazione ha lanciato un'esplorazione in acque inesplorate - in particolare, che sapore avrebbe il bourbon se fosse invecchiato sull'oceano?

Come nativo del Kentuck, Zoeller conosceva la lunga storia del bourbon a bordo delle barche. Nel 1700, i distillatori del Kentucky imbrigliarono i fiumi Ohio e Mississippi per trasportare il loro spirito per il commercio. Questo tempo trascorso in acqua ha sicuramente influenzato il sapore del bourbon, accelerando probabilmente il processo di invecchiamento a causa del movimento costante e del contatto con il legno. Per testare questa teoria, Zoeller ha collaborato con un amico di OCEARCH, un'organizzazione senza scopo di lucro che promuove la ricerca e l'educazione nell'oceano. Zoeller posizionò le botti di bourbon appena riempite a bordo di una nave da ricerca OCEARCH e lasciò che le onde facessero il resto mentre la barca percorreva 10.000 miglia nel corso di tre anni e mezzo.

Il risultato? Un bourbon di quattro anni con una tonalità marrone scuro che ha superato il colore di una bottiglia di 30 anni. Come Zoeller ha scoperto, invecchiare il bourbon sull'oceano permette allo spirito di “assorbire gli elementi del mare. Il risultato mostra caratteristiche mai viste prima nei bourbon di questa età. " Grazie al costante dondolio, alla fluttuazione della temperatura e all'aria ricca di soluzione salina, il bourbon matura rapidamente e assume forti sapori di caramello quasi affini a un rum scuro, oltre a una distinta qualità salata.

Zoeller ha continuato i suoi esperimenti sull'oceano con ulteriori imbottigliamento dell'oceano di Jefferson ($ 90), più di 20, alla fine. Un'uscita, Ocean III di Jefferson, portò le botti di bourbon dritto del Kentucky maturate e salpò per il mondo, fermandosi in cinque continenti e attraversando l'equatore quattro volte.

Rum invecchiato sott'acqua: Seven Fathoms Rum

Il Seven Fathoms Rum ($ 105) della Cayman Spirits Company matura a una profondità di 42 piedi sotto la superficie dei Caraibi, noto anche come sette fathoms. Un mix di rum da uno a tre anni, Seven Fathoms è stato ispirato dalle storie di viaggi transoceanici di vino e dagli effetti che il movimento ha avuto sulla sua maturazione. I commercianti avrebbero spedito vino sull'oceano verso mercati lontani e i destinatari avrebbero rilevato un marcato cambiamento nel profilo degli aromi a causa del movimento costante e della maggiore esposizione al legno.

Lo stesso concetto di agitazione in botte viene oggi utilizzato da molti distillatori. Ma a differenza di altri produttori di rum, Seven Fathoms invecchia il suo spirito sott'acqua, in una posizione top secret. Walker Romanica, cofondatore di Cayman Spirits, ritiene che questa sia la cornice ideale del rum: i distinti livelli di pressione e umidità dell'oceano sono ineguagliabili sulla terra e il costante movimento delle maree costringe il rum dentro e fuori dal bosco, contribuendo al suo complessità.

Perché la posizione segreta? Perché nessun altro sulla terra sta invecchiando il rum in questo modo. Il punto dolce di questa profondità consente alle correnti dolci di scuotere ogni barile di Seven Fathoms Rum per un gusto corposo. Lo spirito finale di solera che emerge è morbido e asciutto con note agrumate e vanigliate di quercia. Non c'è da stupirsi che questo rum sia pensato per sorseggiare tranquillamente, supportato dal ritmo costante delle maree.

Scotch Invecchiato nello spazio: Ardbeg Islay Scotch Whisky

Pochi possono affermare di aver provato le gioie dei viaggi nello spazio. In realtà, è più probabile che il tuo scotch, non tu, si imbarchi in un'avventura da astronauta. Sono arrivati ​​i giorni degli spiriti legati allo spazio, guidati da Ardbeg Islay Malt Whisky e dal suo direttore della distillazione, il dottor Bill Lumsden. Conosciuto come il più pacifico di tutti i malti Islay, Ardbeg è il primo marchio di whisky che lo ha reso in orbita. L'obiettivo galattico? Per determinare l'impatto della gravità sul processo di maturazione.

L'esperimento spaziale di Ardbeg è iniziato nel 2011 quando una fiala di molecole fabbricate da Ardbeg è stata lanciata nello spazio. L'esperimento è stato una partnership con la società di ricerca spaziale statunitense NanoRacks, che ha utilizzato campioni dall'interno di una nuova botte di quercia americana, insieme a campioni di un liquido contenente molecole fabbricate da Ardbeg come terpeni, aldeidi e esteri di acidi grassi. La fiala orbitò attorno alla terra per tre anni, girando attorno al pianeta a 17.227 miglia orarie, 15 volte al giorno a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Nel settembre 2014, la fiala è tornata in sicurezza sulla Terra, atterrando in Kazakistan. Dopo essere stato portato di corsa in un laboratorio a Houston, il team ha iniziato a svelare il mistero della maturazione attraverso lo studio dell'interazione tra molecole prodotte da Ardbeg e quercia carbonizzata, sia nella microgravità che nella gravità normale. Nessuno conosce ancora i risultati dell'esperimento, poiché lo studio esaustivo è ancora in corso presso la distilleria Ardbeg in Scozia. Una volta compresi i segreti di questo esperimento di maturazione, il Dr. Lumsden li svelerà più avanti quest'anno in un libro bianco, un saggio che fornisce tutti i fatti necessari per capire come funziona l'esperimento. Fino ad allora, medita sulle possibilità di invecchiamento interstellare con un bicchiere di Ardbeg Supernova ($ 460), il malto in edizione limitata rilasciato per commemorare il ritorno della fiala di Ardbeg dallo spazio.

Distillati invecchiati tramite reattore chimico: distillazione di alcolici persi

Terra, mare e spazio: tutti hanno lasciato il segno sugli spiriti anziani in diversi modi. Ma che dire di sfruttare il potere della scienza? Alla Lost Spirits Distillery di Monterey, in California, Bryan Davis ha dedicato anni a mappare la chimica degli spiriti invecchiati in botte e ad imparare a controllare quel processo. Nel 2015 alla conferenza dell'American Distilling Institute, Davis ha annunciato la sua più grande svolta fino ad oggi: il Modello 1, un reattore chimico portatile brevettato che produce l'equivalente di 20 anni di invecchiamento in botte in soli sei giorni. Nessun barile richiesto.

Secondo il libro bianco pubblicato da David, "Quando caricato con blocchi di quercia e spiriti appena distillati, il reattore utilizza energia in varie forme per innescare le reazioni chimiche che si verificano in un barile con l'invecchiamento degli spiriti". Potrebbe sembrare difficile da credere, ma questa nuova tecnologia potrebbe avere un effetto senza precedenti sul mercato degli alcolici, poiché la distillazione artigianale - fino ad ora - ha sempre fatto affidamento sul tempo come componente chiave del sapore. Con il periodo di maturazione ridotto a pochi giorni, David sostiene che l'industria sperimenterà un aumento simultaneo della qualità insieme a prezzi in calo.

Come funziona? L'invecchiamento in botte tradizionale non solo infonde la quercia. Il legno apporta composti organici al liquore e trasforma gli acidi in esteri, che conferiscono agli spiriti il ​​loro sapore unico. Più a lungo uno spirito è invecchiato in una botte, maggiore è il numero di esteri complicati che possono emergere.

Lost Spirits è il primo a ottenere ciò che dice essere una firma chimica quasi identica a un prodotto invecchiato per anni in un barile. Il rivoluzionario reattore utilizza la gascromatografia e la spettroscopia di massa per clonare gli stessi composti chimici che danno la sua essenza a uno spirito invecchiato, producendo uno spirito che ha un sapore vecchio di decenni in pochi giorni. L'obiettivo di Davis è quello di produrre alcolici di alta qualità risparmiando tempo e denaro ai barili per i distillatori. Il reattore consente una sperimentazione senza fine con risultati quasi immediati e può persino aiutare a far risorgere gli spiriti perduti che non sono più disponibili clonando le firme chimiche degli spiriti.


Guarda il video: Come Invecchiare il legno, tecniche miste (Gennaio 2022).