Ricette di cocktail, liquori e bar locali

La perfezione della pizza a Kansas City?

La perfezione della pizza a Kansas City?



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Mentre Kansas City ha tantissime opzioni di cibo, qui puoi trovare un'ottima pizza, quindi perché non concedersi? Abbiamo raccolto le migliori pizzerie dalle liste di Kansas City Voter, Business Intuit e The Fast Pitch, ed ecco le nostre scelte:

La pizza di Waldo: Più volte nominata la migliore pizzeria in tutte queste liste, Waldo's offre probabilmente la migliore pizza della zona. Alcune opzioni includono la tradizionale crosta della pizza, la crosta sottile in stile St. Louis o la crosta di pasta di grano al miele, con molti condimenti di formaggi, tonnellate di carne e un'enorme varietà di verdure per completare la tua deliziosa pizza.

Pizza Bella: Pizza Bella è nota per le sue scelte di pizza come la tradizionale Margherita, una con pomodoro, salsiccia di finocchio, cipolla arrostita, parmigiano e origano, una con patate fingerling, gorgonzola, radicchio e balsamico e pizza con melanzane arrosto con pomodoro, olive, capra formaggio e origano.

La pizza di Minsky: Con molte sedi intorno a Kansas City, non c'è da meravigliarsi se Minsky's Pizza è stata premiata come una delle migliori pizzerie da Zagat per le sue 17 torte gourmet. Alcune delle voci del menu includono la scelta della natura con un assortimento di verdure, pizza di pollo in stile bufalo italiano, la pizza tagliata di prima qualità con una vasta gamma di diverse carni italiane e il loro calzone gourmet.

D'Bronx: Con un nome come D'Bronx, questa pizzeria di Kansas City incanala le radici della pizza di New York City. Mentre le loro classiche opzioni di pizza sono deliziose, i loro panini speciali e piatti caldi sono davvero buoni da morire, con scelte come la parmigiana di polpette, la bomba di Bell Street con roast beef, tacchino, salame, crema di formaggio, lattuga, pomodoro e vinagrette su un panino, oppure i calzoni ripieni di tre formaggi e tre farciture a scelta.

Pizza Street: Classificato al 12° posto in America da Pizza Today Magazine, troverai sicuramente il miglior cibo in circolazione in questa esperienza culinaria unica, con un buffet di pizza a volontà da $ 5 che ha reso il loro franchise un enorme successo.

Pizza 51: Pizza 51 potrebbe sembrare la tua pizzeria normale, ma le sue deliziose pizze e condimenti ti faranno venire l'acquolina in bocca, comprese le classiche opzioni di pizza con una vasta gamma di condimenti, così come i panini giganti che ti permetteranno di goderti davvero e indulgere nel tuo pasto .


Pizza a Kansas City

Kansas City ha una ricca storia italiana. Per molti decenni, a metà del 1900, le comunità italiane sono state al centro delle nostre industrie commerciali e piccole imprese. L'impatto culturale che hanno avuto su Kansas City è significativo e un'area in cui questo è estremamente evidente è la pizza a Kansas City.

La pizza KC ha così tanto da offrire. Ci sono negozi a conduzione familiare che offrono deliziose interpretazioni di diversi stili di pizza. Queste torte sono uniche e gustose e le puoi trovare in tutta Kansas City. C'è la pizza al River Market, sulla 39th Street e a Waldo. C'è la pizza nei sobborghi del Kansas e del Missouri. Nord, sud, est e ovest: ci sono buone pizzerie a Kansas City, non importa dove ti trovi.

Questa guida alla pizza KC ti metterà sulla strada giusta per trovare la torta perfetta.

Una breve storia della pizza

La pizza deve essere uno dei massimi risultati dell'umanità, giusto? È un alimento quasi perfetto. E la storia delle origini della pizza non è come pensi. Ovviamente la pizza è un piatto italiano. Ma è stata l'America, non l'Italia, a farla salire alle stelle ai vertici della scena gastronomica mondiale.

La pizza è stata concepita in Italia, ed era un alimento popolare. Gli operai di Napoli avevano bisogno di qualcosa di economico e di riempimento. La pizza era all'altezza. Tuttavia, non era popolare con la classe superiore d'Italia. Gli autori italiani dell'epoca lo definivano un alimento “disgustoso”.

Gli americani raccoglierebbero volentieri ciò che i residenti d'élite di Napoli hanno scaricato. Gli immigrati italiani hanno portato la pizza con loro, ed è diventata una sensazione. La prima pizzeria registrata è stata a New York City. Gli americani hanno rapidamente rivendicato la pizza per noi, rendendola un pasto comune. La maggior parte dell'Italia non ha rivendicato il piatto come proprio fino a quando gli americani non hanno servito fette a migliaia.

Oggi ci sono centinaia di migliaia di pizzerie sparse in tutto il paese.

Dove trovare pizzerie a Kansas City

La pizza KC non ha mai sviluppato un proprio stile distintivo come la pizza di New York dalla crosta sottile o le torte di Chicago con un piatto profondo. Invece, puoi trovare un po' di tutto nella scena della pizza di Kansas City.

Waldo Pizza serve fette da più di 30 anni al 7433 Broadway Boulevard sul lato sud di Kansas City. Questa è un'istituzione della pizza KC con un menu creativo. Non dovrebbe essere la tua prima tappa se stai cercando una torta tradizionale italiana. Ma se stai cercando un pasto appetitoso da un'azienda locale, Waldo Pizza ha quello che fa per te.

Da Waldo, puoi dirigerti a nord verso le pizzerie di Kansas City come d'Bronx. Questa gastronomia vecchio stile serve pizza e panini in stile newyorkese sulla 39th Street da più di 25 anni. Cerca la grande tenda blu sull'edificio d'angolo: non puoi perderla.

Continua a muoverti verso il centro e troverai The Art of Pizza. Come d'Bronx, anche The Art of Pizza serve torte in stile newyorkese. Puoi trovare questa pizzeria KC sulla 18th Street, appena fuori Baltimora, nel cuore di Crossroads. Assicurati di controllare le specialità del giorno per ottenere l'offerta migliore.

Dall'altra parte del centro, puoi trovare Minsky's Pizza nello storico mercato cittadino. Minsky's è in giro per Kansas City da più di 40 anni e ha diverse sedi. Servono fette di bontà spesse e di formaggio, e non puoi permetterti di perderlo.

E per quella fetta di perfezione dell'una di notte, potrebbe non esserci posto migliore al mondo di Joe's Pizza. Questa pizzeria di Kansas City, Mo., si trova nel cuore di Westport, attaccata sul retro del Kelly's Westport Inn. Puoi comprare un'enorme fetta di pizza sottile per solo un paio di dollari. E già che sei lì, potresti anche prendere parte a una tradizione di Joe che è la prima per molte persone: intingi la tua pizza nel miele. Lo sappiamo, suona strano. Provalo e ringraziaci più tardi.

Questo graffia a malapena la superficie della pizza KC. Ci sono così tante altre pizzerie a Kansas City e ci arriveremo in un secondo. Innanzitutto, c'è una tradizione della pizza KC che devi conoscere.

KC Pizza Week

KC Pizza Week è il momento perfetto per provare più pizze che puoi. Questa tradizione annuale è ospitata da The Pitch, la rivista alternativa settimanale di Kansas City. I ristoranti partecipanti servono pizze speciali da 10 pollici per $ 8 per un'intera settimana. Una buona varietà di pizzerie di Kansas City si unisce ogni anno. Rivolgiti a The Pitch per i dettagli sulla prossima KC Pizza Week.

Più pizza a Kansas City

Se rimpicciolisci abbastanza su una mappa dell'intera area metropolitana di Kansas City, probabilmente troverai più pizzerie di quante un commensale occasionale possa mai sperare di provare. Ecco alcune di quelle pizzerie a KC:

Buona fortuna per tutti questi negozi. C'è così tanta pizza in KCMO. Esci e ordina una fetta!


Dai numeri: Kansas City di Lidia celebra 20 anni di perfezione della pasta


Quando il Kansas City di Lidia ha aperto nel Crossroads 20 anni fa, nessuno sapeva che quell'area sarebbe diventata l'alveare di attività che è oggi. La proprietaria Lidia Bastianich era in anticipo sui tempi, ma non ci volle molto prima che i suoi piatti di pasta perfettamente preparati sviluppassero il seguito che continua ancora oggi. Con così tanta storia (e tiramisù) alle spalle, abbiamo pensato che sarebbero stati la scelta perfetta per la nostra domanda insensata "Con i numeri". L'executive chef Cody Hogan non ha nemmeno alzato gli occhi al cielo una volta quando ha risposto alle nostre domande, uh, di cui siamo a conoscenza.

Chef esecutivo Cody Hogan

Anni in cui sei stato in attività: 20

Piatto attuale con il maggior numero di ingredienti: 20. La nostra lasagna fatta in casa ha oltre 20 ingredienti, tra cui funghi porcini secchi, pancetta, Grana Padano, ricotta, cipolle, spinaci e besciamella, manzo e maiale, solo per citarne alcuni.

Numero di voci di menu che hai presentato nel corso degli anni: migliaia!

Numero di feste di matrimonio/cene di prova che hai organizzato: 1.292 - di cui abbiamo un record. Con due sale da pranzo private, festeggiamo molto nel ristorante!


Numero di libri che Lidia ha pubblicato
: Dieci libri di cucina, tre libri per bambini e un libro di memorie.

Numero di libri venduti: Oltre 1 milione.

Quanto aglio fresco assumi in un mese: 300+ sterline al mese!

Numero di personaggi famosi che hanno mangiato da Lidia’s: Tutto. Di. Loro. Donny Osmond, Henry Winkler, Julie Brown, Sheryl Crowe, Martha Stewart, Carson Kressley, Emeril Lagasse, i locali Jason Sudeikis e Don Cheadle, Bobby Bell, John Elway, Hillary Clinton, Harry Connick, Jr., il Occhio strano ragazzi e la lista potrebbe continuare all'infinito. Oh, e anche Barry Manilow fa andare il nostro Pollo Limone ogni volta che è a portata di mano.


Percentuale di persone che ordinano il tuo famoso Pasta Trio
: Oltre il 50 percento degli ospiti lo fa!

Calorie nel tuo dessert più goloso: Attualmente? 750. È il panino gelato dello chef Danica.


Peso dei lampadari di vetro straordinariamente colorati nella tua sala da pranzo:
Il lampadario più grande pesa 560 libbre.

Numero di dipendenti: 102

Il più grande consiglio che uno dei tuoi server ha ricevuto: La mancia più grande segnalata proveniva da un gentiluomo che aveva "enorme fretta". Il personale ha soddisfatto le sue richieste così rapidamente che ha lasciato al server $ 1.000. Ha poi rivelato di aver atterrato un grosso problema quel giorno e di aver bisogno di salire sul suo aereo.

Prezzo della tua bottiglia di vino più costosa da Lidia’s: $415 per il nostro Antinori 2011 Solaia— puro divertimento.


Quanti tipi di pasta stai servendo attualmente:
4, ma il nostro trio di pasta cambia dal servizio di pranzo a quello di cena. Nel menu attuale abbiamo però risotti, cannelloni, lasagne e gnocchi.

Numero di Emmy che Lidia ha vinto: 2. Ha vinto il premio Outstanding Culinary Host sia nel 2013 che nel 2018.

Quanti altri ristoranti ha Lidia: 6. Felidia, Becco, Del Posto, Esca (NYC) KC di Lidia e Pittsburgh di Lidia.

La festa più grande che tu abbia mai dato a Lidia: Abbiamo visto oltre 600 dei nostri amici, familiari, ex dipendenti e colleghi alla nostra festa del 20° anniversario il 30 ottobre. Una volta abbiamo fatto acquistare a una coppia la sala da pranzo principale con oltre 250 ospiti per un ricevimento di nozze. È stata una vera festa, ma, ripeto, organizziamo sempre grandi feste qui.


Pizza in padella con pollo alla brace stile Kansas City

La pizza in padella con pollo alla brace in stile Kansas City è una deliziosa combinazione di succoso petto di pollo bianco condito e cotto alla perfezione, condito con formaggio cheddar bianco extra affilato del Vermont, cheddar affilato giallo stile Wisconsin, pancetta affumicata Hickory, cipolle dolci di Vidalia, peperoni jalapeño e Kansas City Salsa barbecue stile su una crosta semi-casalinga cotta al forno in una padella di ghisa.

Questa ricetta semplice da fare è un GRANDE successo in casa nostra ogni volta che la preparo, scompare come un ladro nella notte dal tavolo. In realtà ho dovuto investire in 3- sì 3 grandi padelle in ghisa per soddisfare le abitudini alimentari della pizza di mio marito e mio figlio nel corso degli anni. Devo ammettere che questa ricetta per la pizza in padella con pollo alla brace in stile Kansas City è stata per un po' di tempo il pasto preferito dalla nostra famiglia e me la chiederanno spesso, quindi ho sempre un pacchetto di pasta di pane surgelata a portata di mano dal mercato .

Di seguito troverai una ricetta semplice e assolutamente deliziosa per uno dei nostri preferiti di famiglia. La ricetta renderà una pizza in padella con pollo alla brace stile Kansas City di medie dimensioni, quindi dovrai adattare la ricetta alle dimensioni e all'appetito della tua famiglia. La mia regola empirica sarebbe normalmente di 1 adulto su 2 con abitudini alimentari nella media.

Pizza in padella con pollo alla brace stile Kansas City
  • 1 pagnotta di pasta di pane surgelata, il tuo marchio
  • olio, non usare olio d'oliva a causa del calore elevato
  • 2 – petti di pollo da 6 once
  • Condimento secco Mesquite, il tuo marchio
  • 1/4 di tazza di salsa barbecue Kansas City Style, il tuo marchio + extra
  • 1/2 formaggio cheddar bianco extra affilato del Vermont, grattugiato fresco diviso x2
  • 1/2 tazza di formaggio cheddar del Wisconsin giallo tagliente, grattugiato fresco
  • 5 fette di pancetta affumicata croccante hickory, tritata grossolanamente
  • 1 cipolla Vidalia media, tagliata a metà e affettata sottilmente
  • 1 peperoncino jalapeño fresco, affettato

Istruzioni per l'impasto del pane

  1. Metti una pagnotta di pane surgelata oliata (della tua marca) in una teglia di metallo 9吉 coperta leggermente con un asciugamano e mettila in un forno non riscaldato. Lasciare riposare 6-8 ore indisturbato.
  2. Preriscaldare il forno a 425 quando è pronto per cuocere l'impasto della pizza
  3. Nel frattempo, condisci i petti di pollo interi con il condimento di mesquite, accendi il fornello sul fornello a fuoco medio, aggiungi un tocco di olio e metti i petti di pollo interi in una padella e cuocili su ciascun lato circa 6-8 minuti a seconda dello spessore, o fino a cottura e dalla carne non escono succhi.
  4. Oliare leggermente una padella in ghisa
  5. Rimuovere l'impasto del pane dal forno (sembrerà delle dimensioni di una teglia di metallo 13 x 9) Mettere in una padella di ghisa leggermente unta d'olio, premere sull'impasto del pane e intorno fino a coprire completamente il fondo della padella di ghisa e salire sui lati della padella. Una volta fatto, praticare diversi fori in modo che l'impasto non si restringa durante la cottura.
  6. Mettere la padella in ghisa in un forno preriscaldato a 425 gradi e cuocere l'impasto del pane per circa 12-14 minuti o fino a quando non assume un colore dorato molto chiaro (non cuocere troppo). Una volta fatto rimuovere la padella in ghisa dal forno e posizionarlo su un'area sicura dal calore.
  7. Una volta che il pollo è pronto, toglilo dalla padella, lascialo raffreddare per qualche istante, quindi taglia il petto di pollo a pezzi della dimensione desiderata. Mettere in una ciotola e ricoprire leggermente il pollo con salsa barbecue extra (circa 2-3 cucchiai) messa da parte
Assemblaggio della pizza in padella con pollo BBQ
  1. Strato in questo ordine: 1/4 di tazza di salsa barbecue stile Kansas City Sull'impasto della pizza, distribuire uniformemente la salsa lasciando i bordi esterni liberi dalla salsa barbecue, 1/4 di tazza di formaggio cheddar bianco extra affilato sopra la salsa barbecue stile Kansas City , 1/2 pollo sopra la salsa barbecue stile Kansas City, 1/2 tazza di formaggio cheddar giallo affilato sopra il petto di pollo leggermente ricoperto di salsa barbecue stile Kansas City, pancetta affumicata croccante e cipolle affettate. Completare con il resto del formaggio e le fette di pepe Jalapeno fresco.
  2. Mettere in forno preriscaldato a 450 gradi e cuocere per circa 8-10 minuti.
  3. Sfornare e mettere su una superficie resistente al calore finché non si raffredda abbastanza da poter essere affettato e servito.
VUOI VEDERE ALTRE RICETTE COME QUESTA? SEGUI IL MIO PINTEREST BOARD

© Heidy L. McCallum e The McCallum's Shamrock Patch, 2018- 2014. È severamente vietato l'uso e/o la duplicazione non autorizzati di questo materiale senza l'autorizzazione espressa e scritta dell'autore e/o del proprietario di questo blog. È possibile utilizzare estratti e collegamenti, a condizione che venga dato pieno e chiaro credito a Heidy L. McCallum e The McCallum's Shamrock Patch con indicazioni appropriate e specifiche per il contenuto originale.


In cucina: nozioni di base sulla piadina

Tutti amano una buona focaccia, sottile e croccante o densa e gommosa, o anche una combinazione di entrambi. Lievitato o non lievitato, a base di grano o altri cereali, uno studioso di cibo potrebbe riempire una vita di ricerca su questo argomento. La mia introduzione alla loro preparazione è iniziata più di 30 anni fa facendo la pizza da zero a casa, e da allora ho cucinato e imparato di nuovi.

Ci sono innumerevoli modi per fare le piadine. Questa ricetta è un punto di partenza per focacce lievitate come pizza, pita, naan, lahmacun, focaccia: l'elenco potrebbe continuare. Discuterò le variazioni mentre procedo. Questo pane può essere fritto in padella o su una piastra, cotto su una griglia o in una bistecchiera, cotto su una teglia o su una pietra refrattaria. Metodi diversi producono prodotti finiti leggermente diversi, ma trovo che ognuno di essi sia molto soddisfacente a modo suo.

Sia che li prepari come parte di un pasto informale o un antipasto improvvisato per accompagnare le bevande, almeno metà del divertimento è il numero apparentemente infinito di accompagnamenti per focacce che puoi usare. Pensa a tutto ciò che potresti mettere su una pizza o una quesadilla - praticamente tutte le salse esistenti, formaggi, puree, creme spalmabili - e le focacce sono un ottimo modo per utilizzare i resti di insalate, salse, formaggi o salse (vedi Dispensa). Rendilo tuo e divertiti.

Focaccia super veloce di Cody
Ci sono molte parole in questa descrizione, ma sto trattando diversi modi per arrivare al traguardo, quindi leggi in anticipo e fai un piano prima di iniziare.

Se vuoi cuocere questo pane in forno, magari anche su una pietra refrattaria (!), inizia preriscaldandolo al massimo (circa 450-500 ° F) mentre prepari l'impasto. In un robot da cucina combinare due tazze di farina per tutti gli usi , un mezzo cucchiaino di sale , 2 cucchiai di olio EVO , e un cucchiaio di lievito secco attivo —Lo so, è un sacco di lievito, ma ho scritto questa ricetta pensando alla velocità, e più lievito aiuta a far andare avanti le cose. Accendi il robot da cucina e versa gradualmente una tazza di acqua tiepida. Quando l'impasto si sarà raccolto in una palla filante che si rincorre all'interno del robot da cucina (dovrebbero essere necessari circa 20 secondi), rimuoverlo dalla ciotola del robot e, su un piano leggermente infarinato, lavorarlo brevemente. Dovrebbe essere appiccicoso, quindi le mani generosamente infarinate saranno di grande aiuto. (Se non stai usando un robot da cucina, la stessa cosa può essere eseguita a mano ma ci vorranno 5-10 minuti in più.)

Variazioni, chiedi? L'impasto può essere realizzato con diversi tipi e miscele di farine. La farina di pane renderebbe l'impasto più elastico. Le farine integrali, soprattutto integrali (di cui di solito aggiungo uno o due cucchiai perché danno una qualità leggermente più rustica al pane) e i semi possono essere interessanti. Yogurt o panna acida possono essere aggiunti come parte del componente liquido per un approccio più mediorientale e un sapore più piccante, e danno al pane una durata di conservazione leggermente più lunga dopo la cottura. Hai reso l'idea.

Stendete l'impasto in un disco largo e stendetelo su una spianatoia ben infarinata. Coprire con un panno umido e metterlo in un luogo caldo per circa 30 minuti mentre si assemblano i condimenti e le guarnizioni o si pulisce la casa. L'impasto dovrebbe iniziare a gonfiarsi e lievitare, ma non è necessaria una grande lievitazione per questa piadina veloce. Quando siete pronti per procedere, scoprite l'impasto e dividetelo in due o quattro parti uguali con un coltello, facendo attenzione a smuovere il meno possibile l'impasto. È possibile ottenere pani più grandi o più piccoli semplicemente tagliando l'impasto in meno o più pezzi. Dividerlo in tre è quello che faccio per la mia vecchia padella.

Per il metodo del piano cottura, scaldare una ghisa o un'altra padella grande e larga o una griglia. Battere delicatamente ogni pezzo in un disco rotondo, quindi allungare ciascuno all'incirca delle dimensioni del fondo della padella. Se l'impasto resiste allo stiramento, utilizzare un mattarello (o una bottiglia di vino) e una generosa spolverata di farina per stendere l'impasto. È essenzialmente pronto da cuocere. Se usi una padella, preriscaldala e poi versaci un cucchiaio abbondante di olio d'oliva nella padella. Per un sapore extra, mi piace far cadere alcuni aghi di rosmarino o altra erba nell'olio. Quindi posizionare uno dei pezzi di pasta allungata sopra le erbe. Cospargere con un po' di sale marino grosso e altre erbe aromatiche e coprire la padella per un minuto o due. Sbirciare. L'impasto comincerà a gonfiarsi un po' qua e là. Quando l'impasto inizia a dorarsi sul fondo, girarlo e cospargere ancora un po' di sale sull'altro lato mentre prende colore. Se si gonfia come un cuscino, premilo delicatamente con una spatola finché non diventa più piatto. Il tempo totale di cottura sarà di circa cinque minuti, ma dipende dallo spessore del pane. Continuare con i restanti pezzi di pasta. Se si cucina su una griglia o una piastra, il processo è essenzialmente lo stesso. Se si cuoce in forno, magari su pietra, è sufficiente far scivolare l'impasto sulla superficie calda. È probabile che gonfierà come un cuscino nel forno. Congratulazioni, hai appena fatto il pane pita. Capovolgilo e brevemente (come 60 secondi), tosta l'altro lato. Ecco! Sei un fornaio di focacce.

E ricorda, se il tuo primo tentativo di focaccia non è esattamente la perfezione, nel senso che preferiresti non mangiarlo, potresti sempre andare al parco, farlo a pezzi, fare una passeggiata e dare da mangiare agli uccelli. Sia tu che gli uccelli vi sentirete più felici per averlo fatto. Rinfrescati, torna in cucina e riprova, facendo un passo in più per fare tuo questo pane.

Nella tua dispensa

Topper gustosi
La tua dispensa può essere un punto di riferimento per ottimi condimenti e salse per la tua prossima focaccia. Espandi il tuo repertorio con alcune di queste combinazioni.

Fave Secche
Simile all'hummus, una deliziosa crema spalmabile si prepara facilmente con le fave secche (disponibili nei negozi mediorientali o specializzati). Mettere i fagioli in una pentola con uno spicchio d'aglio, l'alloro, il sale, un filo d'olio e acqua a copertura. Cuocere finché sono teneri, circa 30 minuti, aggiungendo un po' d'acqua se necessario per evitare che si bruci. Frullate con un frullatore ad immersione o un robot da cucina. Regolare la consistenza con olio o acqua e condire secondo necessità. Servire con coriandolo, verdure grigliate o olio al peperoncino. Assicurati di usare il pelato fave secche (sono di colore giallo/marrone chiaro e sembrano fagioli parzialmente spaccati e scheggiati). La versione non pelata (marrone, simile a fagioli interi) impiega anni per cuocere e quindi richiede la pelatura.

Fagioli in scatola
L'hummus fatto con ceci/ceci in scatola, limone e tahini è familiare e veloce. Prova a sostituire un vasetto di pesto di basilico e alcuni spicchi d'aglio per il tahini per una deliziosa variazione italiana la prossima volta che devi immergerti. Non trascurare altri fagioli in scatola nella tua ricerca di creme da spalmare soddisfacenti. I fagioli grandi del nord o cannellini, scolati dal loro liquido e passati con pasta di olive nere (tapenade), o passati di fagioli neri con un pizzico di origano e cumino possono essere una gustosa base per un happy hour extra. E non trascurare un generoso filo di olio extravergine di oliva per un ricco tocco finale.

Resti di formaggio
Adoro il formaggio ma non so cosa fare con quei pezzi strani e invecchiati, alcuni di loro tanto più forte di quando acquistato? Blu, verde, giallo, bianco, duro o morbido: montali in un piccolo classico francese fromage forte (significato formaggio forte). Metti quei pezzi di formaggio (bucce di cera - o davvero qualsiasi scorza che non vorresti mangiare - rimossa) in un robot da cucina con uno o due spicchi d'aglio e frullali fino a ottenere una consistenza cremosa. Ad alcuni piace aggiungere una spruzzata di vino bianco o alcune erbe aromatiche come erba cipollina, scalogno o prezzemolo durante la lavorazione. Una crema spalmabile più simile alla Boursin può essere ottenuta aggiungendo un po' di crema di formaggio o burro. Servire a temperatura ambiente, fredda o leggermente riscaldata.


Pizza di grano perenne Paradyme Shift

Matt Starline sostiene parte del primo scarso raccolto di bacche di kernza nel 2016. Seth Lutton, (in alto) ha piantato sette acri sopra il fiume Hocking per aiutare me e altri fornitori di alimenti e bevande a integrare questo grano perenne nel nostro mix di menu.

"Se non otteniamo prima la sostenibilità in agricoltura, la sostenibilità non accadrà".

La nostra pizza in crosta di cracker Kernza con il 50 percento di farina Kernza e il 20 percento di idratazione. Questo è condito con Fontina, pancetta di maiale stagionata Oliver Farms, Parmigiano Reggiano e passata di pomodoro Valorosso.

Abbiamo fatto molta strada nella nostra ricerca della perfezione della pizza in questo universo culinario. Molti pizzaioli e fornai dedicano tutta la loro vita all'artigianato della pizza o del pane perfetti. Per alcuni la ricerca della grande pizza napoletana o della baguette di una volta è un'ossessione. Purtroppo i pizzaioli di una volta usavano farine non geneticamente modificate, spruzzate con Round-up e super fertilizzate. I vecchi fornai usavano la farina non sbiancata e bromata, ma macinata a pietre con ruote idrauliche o con i muli.

I vecchi modi si verificano ancora attraverso l'uso insostenibile della terra per coltivare il grano. Graffiamo il terreno con aratri diesel ogni primavera facendo esplodere miliardi di libbre di polvere, quindi piantiamo un grano geneticamente modificato a radice corta per un breve periodo in un terreno che è privo di tutte le sostanze nutritive che ci fa spruzzare super fertilizzanti e pesticidi che penetrano nelle nostre riserve idriche. Aggiungilo al raccolto di quei diesel che vomitano di nuovo, quindi alla lunga fatica dell'inverno senza nulla a confortare la terra tranne il freddo e la morte.

Allora perché i ristoratori indipendenti come me dovrebbero preoccuparsi dell'inquinamento, dello spreco di energia, dei corsi d'acqua velenosi e delle nuvole di polvere che danneggiano la nostra terra?

Riguarda i bambini. Vogliamo che ereditino un sistema agricolo che sta rovinando la terra. Diavolo no è la mia risposta.

Tre anni fa, volevo usare la mia pizzeria e pasticceria per contribuire in qualche modo a rendere il mondo un posto migliore. Con questo in mente, ho dovuto capire come incorporare materie prime sostenibili e non spruzzate nel mio mix di menu senza andare in rovina. Sapevo che doveva essere un vero punto di svolta e qualcosa che nessuno stava ancora facendo. Pizza Kernza!

Alternativa al grano convenzionale

Ho pensato che un buon inizio sarebbe stato con l'ingrediente più utilizzato e la base per le mie pizze e i miei pani: il grano.

Per coltivare grano industriale o “Convenzionale”, vasti tratti di terra vengono bombardati con insetticidi e fertilizzanti. L'erosione creata dal costante dragaggio e aratura della terra può essere vista dallo spazio mentre le nuvole di polvere in primavera inviano pennacchi nell'aria come segnali di fumo che spiegano la nostra ignoranza. Qui in Ohio, le vecchie abitudini sono dure a morire. Nei campi viene utilizzato così tanto fertilizzante che le fioriture di alghe che ne risultano rendono numerosi laghi non balneabili ogni estate.

Il mio primo utilizzo di bacche di Kernza macinate in casa al 100% senza aggiunta di glutine o farina di frumento.

Cosa fare?

Avendo avuto un'esperienza diretta con gli agricoltori locali che piantano, coltivano e raccolgono i loro frutti ogni anno senza rovinare la terra nel processo, ho deciso di cercare un aiuto per trovare un grano sostenibile per le mie pizze e i miei pani.

Ho contattato per la prima volta Lee DeHaan (sopra) al Land Institute in Kansas, formato da Wes Jackson per promuovere nuovi modi sostenibili di coltivare alimenti. Era un contatto eccellente e pieno di informazioni che stavo cercando. (Ho anche regalato a lui e ad Avalanche il cappello “Chupocabra”.) Lee mi ha indirizzato a Steve Cullman, un brillante professore alla Ohio State University di Wooster, Ohio, che mi ha mostrato i suoi campi a Wooster, Ohio, e anche il tempo per fare un breve film per tutti i contadini con domande. Steve mi ha anche preparato con una brillante quantità di semi di kernza da macinare e piantare.

Queste sono le radici di Kernza a sinistra, rispetto alle radici di grano convenzionali a destra di questa immagine. Questo dice tutto: nessuna irrigazione, tollerante al freddo, resistente alla siccità e terreno ricco.

Steve aveva coltivato Kernza, una pianta di grano perenne che produce bacche ogni anno senza aratura. Ha spiegato che le radici della pianta di kernza crescono abbastanza in profondità da non richiedere l'irrigazione costante. Queste radici profonde sono anche molto tolleranti alle intemperie, come hanno scoperto all'Università del Minnesota.

Ecco il video di 20 minuti che Joe Bell ha girato durante il nostro viaggio molto istruttivo in uno dei primi campi di erba di grano sostenibile a Wooster Ohio. Ho avuto alcune domande per Steve dai miei amici contadini su come piantare e coltivare questo grano.

Il professor Cullman ci ha dato un'enorme quantità di semi di Kernza che abbiamo vagliato e ho macinato in piccoli lotti. Nel frattempo, i miei amici agricoltori hanno provato a seminare i loro semi di Kernza, ma il 2015 è stato un anno molto caldo e la resa è stata minuscola.

L'utente finale

Dopo aver partecipato a una conferenza all'Università del Minnesota l'anno scorso, sono stato molto rincuorato dalla motivazione che alcuni fornai, birrai e coltivatori stavano dimostrando nei confronti di Kernza. Il processo di coltivazione selettiva stava rendendo le bacche di Kernza più grandi e gli agricoltori stavano scoprendo che la Kernza era la migliore coltura per aggiungere azoto nei terreni coltivati ​​eccessivamente sfruttati.

Ho anche trovato alcune ottime informazioni da General Mills, (sì, THE General Mills.) I loro scienziati avevano analizzato la farina di Kernza e aveva una grande quantità di proteine, ma la crusca nelle bacche era un problema per i fornai. La crusca ha contribuito a un aumento del pane meno del desiderato, quindi i fornai hanno aggiunto altri cereali più glutinosi al mix per produrre una pagnotta dall'aspetto e dal sapore più tradizionale. Quando ero in Minnesota per la conferenza di Kernza, sono rimasto scioccato nel sentire che i fornai usavano solo dal 15% al ​​20% di kernza nel loro pane. Ho dovuto usarne di più per dimostrare ai miei agricoltori locali che potevo spostare quanta più kernza potevano coltivare.

Ho anche scoperto che l'uso di Kernza nel mercato era minimo perché il circolo dalla fattoria al campo era privo di utenti finali come me. Il mio problema era la fornitura di Kernza macinato per mantenere una pizza all'erba di grano perenne nel mio mix di menu. Fortunatamente, ho trovato un fornitore che potrebbe procurarmi una fornitura costante di Kernza biologico.

La crusca ha impedito la forte rete di glutine che tratteneva l'anidride carbonica creando una crosta ariosa. Avevo trovato questo problema in passato quando usavo farina di farro al 100% che non era macinata molto fine. Quindi ho provato qualcosa di completamente diverso. Ho deciso di seguire le caratteristiche di croccantezza e cracker insite nella Kernza e ho fatto una bella pizza usando quasi il 60% di farina Kernza. Questi tortini, cotti a 600 gradi per soli 4 minuti, hanno dondolato!

Ora sono un vero e devoto discepolo di Kernza e ogni volta che cucino una pizza o un pane Kernza, la mia speranza per l'umanità aumenta di qualche tacca. Ringrazio Lee DeHaan del Land Institute, il Professor Steve Cullman dell'Ohio State University, l'Università del Minnesota e tutti gli agricoltori locali che hanno colto l'occasione per coltivare Kernza qui ad Atene e Plovgh per avermi aiutato.

Ora, sfido tutti i miei colleghi panettieri e pizzaioli a fare la tua parte per rendere il grano perenne parte del tuo mix di menu.


Ristoranti italiani a Kansas City

Le radici italiane sono profonde a Kansas City. I primi italiani conosciuti che si avventurarono nel Midwest erano missionari. I loro viaggi li portarono nella zona già nel 1495. In seguito, l'America divenne la destinazione principale degli immigrati italiani. Nel 1890, molti italiani trovarono Kansas City e la chiamarono casa.

Insieme ai nuovi arrivati ​​tedeschi, irlandesi e afroamericani, queste sono le persone che hanno popolato l'inizio di Kansas City. La comunità italiana è diventata un vivace centro di affari e potere politico, ma non è stata senza le sue cadute, poiché anche la violenza di massa è diventata una caratteristica italiana della storia di Kansas City che non può essere ignorata. L'impatto della comunità italiana su questa città, nel bene e nel male, è stato significativo.

Questo, ovviamente, si traduce in cibo. Ci sono centinaia di ristoranti italiani a Kansas City e nell'area metropolitana circostante. Ci sono negozi a conduzione familiare che esistono da decenni, così come nuovi ristoranti italiani di Kansas City. Questi locali offrono tutti i tipi di classici italiani per tutti i tipi di commensali affamati.

Il fare della cucina italiana

La cucina italiana doveva essere fatta in casa. È l'epitome del comfort food: abbondante, ricco e saziante. Da quando la cucina italiana è iniziata nell'Impero Romano, ha avuto una forte enfasi su cereali, carni rosse e pesce. Questi sono gli ingredienti forniti dalla terra, e gli antichi antenati degli italiani sapevano cosa farne.

Antipasti magistralmente realizzati come pasta, pizza e lasagne non erano all'ordine del giorno nell'antica Roma. Italian food has continued to involve, bringing in new ingredients, technologies and techniques over many years. The introduction of red meat, for instance, is a modern development in Italian cooking. Fish was the primary meat in centuries past.

Today, we’re all familiar with Italian cooking’s most famous creations. What you need to know is where to find Italian food in Kansas City.

Finding Kansas City Italian Restaurants

There are, without exaggeration, hundreds of Italian restaurants in Kansas City, Mo., and the surrounding metro area. We couldn’t possibly cover them all or tell you which one you’ll like the most. Despite that, we’re going to share a few Kansas City Italian restaurants here that are both historic and beloved by the community. You can grab lunch or dinner at any of these restaurants and have a great meal.

    Founded in 1998, this Kansas City Italian restaurant is a classic and must-try. A man named Leonardo Mirabile opened an Italian restaurant in Kansas City in 1954 with his son, Jasper. Back then, the restaurant was located near 75 th Street and Wornall, and a three-course meal cost .79. Today, Jasper’s is serving up classic Italian dishes on 103 rd The current iteration on Anthony’s is run by the third generation of the founding family. Stop in for classic Kansas City Italian fare in a historic location. Restaurant, deli, grocery and coffee bar. Bella Napoli is a multi-purpose space that has been provided Kansas City with authentic Italian goods and meals since 2001. This is a relaxed, comfortable Italian restaurant in KC that has been serving customers for more than 23 years. Osteria’s location in South Plaza makes it an even better night out.

The North End: Italian in Kansas City’s Columbus Park and the River Market

There are Italian restaurants and communities spread out all over the Kansas City metro, but the North End is a historically Italian district. The area today is split into two communities: the River Market and Columbus Park.

The River Market saw the darker side of Kansas City’s Italian history through a series of violent mob wars that involved drive-by shootings, car bombs and building explosions. The wreckage of the situation left the River Market nearly desolate for decades until its revitalization in the 2000s. Today, there are still old-school Italian restaurants in the River Market, but it has become a much more international scene with places for Brazilian, Mediterranean, Middle-Eastern and Mexican food right next to each other.

The historic Italian community who lived in the River Market at the time of the mob violence moved a couple miles east into Columbus Park, which is home to some of the oldest and best Italian restaurants in Kansas City, Missouri. Here are a few you can check out in these historic communities:

    Try the chicken spiedini, a marinated chicken breast, skewered and rolled in Italian bread crumbs before being grilled to perfection. This is great place for a sandwich at lunch or a sit-down dinner. The North End has been serving Italian food in Kansas City for 90 years from its historic Columbus Park location. Cascone’s is a family-run restaurant with a tradition that dates back to 1930. It’s located on 5 th Street directly next to one of Kansas City’s streetcar stops. Come early — Cascone’s only serves breakfast and lunch. Look no further for the best cold-cut sub in town. This grocery and deli is located on the northwest corner of the historic City Market. You can grab food to go or sit down and enjoy the meal.

The Italian Menu Items You Should Order

Each Italian restaurant in Kansas City will have its own specialty — the dish they create like no one else — but there are also classic Italian dishes that make a great meal from any menu.

  • Pasta: Obviously.
  • Pizza: There are many different ways to make it, and finding your favorite is a fun food adventure.
  • Risotto: A creamy dish of rice mixed with vegetables and meat, with variations depending on the chef.
  • Tiramisu: A layered coffee cake that is to die for.

Italian restaurants in KC will each have their own recipes for these classic, tasty dishes. Try them out at any of the restaurants listed here and you’re sure to enjoy a great meal.


D&rsquoBronx

In the mood for some New York style pizza? Stop by d&rsquoBronx for a floppy, savory slice that makes New York proud, probably because the concept was conceived in The Bronx. The original owner&rsquos father owned a deli in NYC and when she married and moved to Kansas City, the couple brought along all of her father&rsquos recipes. The original owners went on to sell their restaurant to Don Foringer who is just as dedicated to maintaining its authentic deli style and family recipes as his predecessors.

website|3904 Bell St. Kansas City, MO 64111|816.531.0550


KC Cajun is givin' Kansas City, MO a little taste of the bayou at every turn. Voted the best Cajun truck in all of the KC metro, they're committed to tradition in a way most aren't, stickin' to time tested recipes passed down over generations of Creole chefs and cooks.

At KC Cajun, you're getting classic dishes alongside street food fusions, culminating in a full-bodied menu built to satisfy. Get a bowl full of goodness in their hearty gumbo infused with hearty andouille sausage, or fill ɾr up with jambalaya for a meal that's got that stick to your ribs quality. But where KC Cajun stands apart from the rest is in its offering of unique eats, including Cajun pizza topped with Louisiana crawfish tails and fried alligator on a stick for you adventurous foodies out there. Really, there are no wrong choices here, only delicious ones. Allora perché aspettare? Track down KC Cajun in Kansas City, MO, or have ɾm out to cater your next event. Either way, this is one foodie experience you don't want to miss.

Cajun Pizza — A must try for a reason, you're getting their specialty crawfish bread with tomatoes, garlic, Louisiana crawfish tails and spices, and oh so much mozzarella cheese for your enjoyment.


Whole Wheat Pizza Dough

Questo post può contenere link di affiliazione. Please read my disclosure policy.

So lately, I’ve been craving pizza. All day. Ogni giorno.

Apparently this is what happens when a trendy new little Neapolitan pizzeria moves in next door to your loft downtown. And any time you go outside to walk your dog…you smell pizza. Any time you walk to the coffee shop down the street, you pass by people enjoying a lunch out on the patio and…you smell pizza. Any time you open your window to let in those gloriously warm spring breezes…you smell pizza.

I mean, no complaints. I’m beyond thrilled that these guys have moved in next door, and my neighbors and I have already made this place our designated new hangout for pizza and beers every chance we get. But after our month eating out in Austin, I’m still trying to reign things in with my food budget back home in Kansas City. So I have been trying to channel my pizza cravings back into my own kitchen at least half of the time to save a few bucks. And, in the meantime, use those cravings to perfect some of my favorite homemade pizza recipes. Especially pizza Impasto ricette.

Now for years and years, I have used Jenna’s recipe for homemade pizza dough made with all-purpose flour, which tastes amazing. But I’ve been on a mission to cut out most refined flours from my diet this year, and have been experimenting with some whole wheat alternatives again. And after round after round of pizza-indulging — err, taste-testing — I think I have finally settled on my favorite recipe for honey whole wheat pizza dough.

It’s easy to make. It’s made without refined flours. It’s naturally sweetened with a spoonful of honey.

And oh man, I can’t stop craving it.

I’ll be the first to confess that I’m often a reluctant adopter of all things “whole wheat”.

Like many people, I grew up with all sorts of refined flours in my diet. Rice, pastas, breads, pizza doughs, you name it — all-purpose flour is freaking delicious, and it set the bar in my mind for how everything should taste. But that said, I know it’s not the best for me, so I have been exploring heathier whole-wheat or grain-free alternatives for the years for some of my favorites. I love me some quinoa in place of white rice. DeLallo rocked my world with their (genuinely) tasty organic whole-what pasta. I’m obsessed with sprouted grain breads. But when it came to pizza, I had a hard time making whole-wheat alternatives at home that actually tasted Buona.

So I went on a mission to figure it out.

I’m happy to finally say…mission accomplished.

I seriously can’t stop making this whole wheat pizza dough. After tinkering around with various recipes over the years, I have finally landed upon this mix of ingredients. And the result is a dough that’s easy to make (especially if you let a mixer do the kneading), full of ingredients I can feel good about (including my favorite white whole wheat flour and a bit of honey), and it actually tastes good.

Like seriously. I’m now to the point where I crave that taste of wheat more than the refined blandness that is all-purpose flour. (Who would’ve guessed?!)

To make it, just simply mix up a batch with your mixer (or knead it by hand). Let it rise for awhile, then roll it out and toss on your favorite toppings (pepperoni for life!). Then bake it up to crispy perfection.

I went with a thicker crust version for this pizza, which was golden and chewy and delicious as ever. But if you’re more into thin crust, simply divide the recipe in half and then roll it out nice and thin and you’ll have Due crusts to load with toppings — bonus!

You can even roll out and freeze the dough for later, if you’d like.

Which makes it perfect for those nights when you’re craving a Digiorno, but would love to enjoy a frozen pizza without refined flours (whole wheat for the win!). Perfect for those nights you’re craving some pizza but don’t want to venture out (pop on some Netflix and have a movie night!). And perfect for those nights when you’re wanting to save a few bucks (because pizza dough is way cheaper to make homemade!).


Guarda il video: I segreti della pizza: come renderla digeribile (Agosto 2022).