Ricette di cocktail, liquori e bar locali

Prodotto Stevia approvato dalla FDA per l'uso negli Stati Uniti

Prodotto Stevia approvato dalla FDA per l'uso negli Stati Uniti


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Coca Cola e Pepsi stanno per saltare su un ingrediente appena approvato per addolcire le bibite dietetiche

Sei Team Diet Coke o Team Diet Pepsi?

La battaglia della Coca Cola o della Pepsi potrebbe avere un nuovo argomento.

La Food and Drug Administration ha consentito ai produttori di bevande di utilizzare la stevia di elevata purezza di PureCircle, Reb D, per addolcire i prodotti, secondo Food Navigator. Questo cambiamento potrebbe avere effetti significativi su Coca-Cola e Pepsi, spingendoli potenzialmente in una battaglia sui prodotti: la Coca-Cola Company e PepsiCo sono entrambi clienti PureCircle, il che significa che è probabile che prenderanno in considerazione l'aggiunta del prodotto stevia alle loro bevande.

PureCircle, con sede in Malesia, è il più grande fornitore mondiale di stevia e di recente ha lavorato specificamente sui prodotti statunitensi. Afferma che la stevia di elevata purezza come Reb D è circa 270 volte più dolce dello zucchero, il che la rende un profilo gustativo più desiderabile. PepsiCo ha già un accordo di fornitura di stevia con PureCircle fino a giugno 2014 e l'azienda ha già un brevetto in corso per Reb D nelle sue bevande analcoliche dietetiche invece di un precedente prodotto di stevia, Rebaudioside A. D'altra parte, la Coca-Cola Company ha annunciato lunedì scorso si prevede di richiedere l'approvazione del GRAS (Generally Recognized as Safe) per un diverso dolcificante alla stevia, Rebaudioside X. Il 27 giugno, Coca-Cola Life con stevia è stata lanciata in Argentina.

Sebbene Reb D costi più di altri dolcificanti alla stevia, PureCircle è sicuro del suo successo.


Liz sul cibo

Di recente un amico mi ha chiesto della stevia, una pianta naturalmente dolce originaria dell'America centrale e meridionale. Negli Stati Uniti, la stevia è stata commercializzata per anni come integratore alimentare perché, fino a poco tempo, non aveva l'approvazione per l'uso come ingrediente alimentare. Tuttavia, un estratto purificato di stevia, rebaudioside A (nome commerciale Rebiana), è stato approvato dalla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti nel dicembre 2008 come dolcificante per uso generale per l'uso negli alimenti. Truvia è il marchio di consumo di un dolcificante alimentare a base di Rebiana, commercializzato da Cargill e Coca-Cola. PureVia è il marchio di consumo di Rebiana di Whole Earth Sweetener Company, fornitore di PepsiCo. Sia Truvia che PureVia sono disponibili come bustine di zucchero, simili ad altri dolcificanti non nutritivi. Diverse bevande ipocaloriche e ipocaloriche sono state lanciate con i marchi Sprite, Odwalla, SoBe e Tropicana.

La pianta Stevia rebaudiana Bertoni è membro del compositi (astor o girasole) famiglia, che comprende calendule, tarassaco, crisantemi, zinnie, carciofi, lattuga e indivia. La dolcezza della stevia deriva dai glicosidi (tecnicamente una molecola composta da uno zucchero attaccato a un altro componente) che sono costituenti naturali delle foglie della pianta. In effetti, le foglie di stevia contengono almeno dieci diversi glicosidi, i principali sono lo stevioside e il rebaudioside A. Da notare che l'approvazione degli ingredienti alimentari della FDA riguarda l'estratto purificato di rebaudioside A, tuttavia, le versioni di integratori alimentari della stevia possono contenere altri glicosidi.

La storia normativa della stevia è un racconto interessante. I glicosidi steviolici sono usati per addolcire un certo numero di alimenti in Cina, Giappone e Sud America. Inoltre, le foglie di Stevia vengono utilizzate per preparare il tè zuccherato in numerosi paesi. Tuttavia, le preoccupazioni sulla sicurezza hanno spinto la FDA a vietare le importazioni di stevia dal 1991 al 1994, che ha stabilito il dolcificante a base di erbe un "additivo alimentare non sicuro". Il Dietary Supplement Health and Education Act (DSHEA) del 1994 ha dato l'impulso alla FDA per consentire la stevia da commercializzare come integratore alimentare (non come additivo alimentare). Nel 1999, la Commissione Europea ha vietato l'uso della stevia negli alimenti commercializzati nell'Unione Europea. Ma l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato un'ampia revisione della letteratura su stevioside e rebaudioside A nel 2006 che ha concluso che stevioside e rebaudioside A non sono tossici o cancerogeni a livelli consumati dagli esseri umani. Il rapporto ha anche osservato che lo stevioside ha mostrato alcune prove di effetti farmacologici in pazienti con ipertensione o diabete di tipo 2, ma ha indicato che sono necessarie ulteriori ricerche. E i potenziali aspetti terapeutici possono giocare in una futura sfida normativa. Secondo un 16 marzo 2009, Design del prodotto alimentare articolo, "A Citizen's Petition è stata depositata presso la FDA alla fine del 2008 per impedire l'aggiunta di glicosidi steviolici agli alimenti a causa dello stato di farmaco presunto per i dolcificanti. [La] FDA sta anche tentando di implementare la recente legislazione che proibisce in modo più ampio l'aggiunta di farmaci agli alimenti. Le risoluzioni della FDA su queste due questioni potrebbero avere un impatto sui futuri usi alimentari dei glicosidi steviolici."

Nel frattempo, l'approvazione di Rebiana per l'uso come dolcificante per uso generale offre un'altra opzione di dolcificante non nutritivo per i consumatori statunitensi.

Tag: integratori alimentari, FDA, edulcoranti ipocalorici, Rebiana, stevia, Truvia

Commenti

Di recente un amico mi ha chiesto della stevia, una pianta naturalmente dolce originaria dell'America centrale e meridionale. Negli Stati Uniti, la stevia è stata commercializzata per anni come integratore alimentare perché, fino a poco tempo, non aveva l'approvazione per l'uso come ingrediente alimentare. Tuttavia, un estratto purificato di stevia, rebaudioside A (nome commerciale Rebiana), è stato approvato dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense nel dicembre 2008 come dolcificante generico per l'uso negli alimenti. Truvia è il marchio di consumo di un dolcificante alimentare a base di Rebiana, commercializzato da Cargill e Coca-Cola. PureVia è il marchio di consumo di Rebiana di Whole Earth Sweetener Company, fornitore di PepsiCo. Sia Truvia che PureVia sono disponibili come bustine di zucchero, simili ad altri dolcificanti non nutritivi. Diverse bevande ipocaloriche e ipocaloriche sono state lanciate con i marchi Sprite, Odwalla, SoBe e Tropicana.

La pianta Stevia rebaudiana Bertoni è membro del compositi (astor o girasole) famiglia, che comprende calendule, tarassaco, crisantemi, zinnie, carciofi, lattuga e indivia. La dolcezza della stevia deriva dai glicosidi (tecnicamente una molecola composta da uno zucchero attaccato a un altro componente) che sono costituenti naturali delle foglie della pianta. In effetti, le foglie di stevia contengono almeno dieci diversi glicosidi, i principali sono lo stevioside e il rebaudioside A. Da notare che l'approvazione degli ingredienti alimentari della FDA riguarda l'estratto purificato di rebaudioside A, tuttavia, le versioni di integratori alimentari della stevia possono contenere altri glicosidi.

La storia normativa della stevia è un racconto interessante. I glicosidi steviolici sono usati per addolcire un certo numero di alimenti in Cina, Giappone e Sud America. Inoltre, le foglie di Stevia vengono utilizzate per preparare il tè zuccherato in numerosi paesi. Tuttavia, le preoccupazioni sulla sicurezza hanno spinto la FDA a vietare le importazioni di stevia dal 1991 al 1994, che ha stabilito il dolcificante a base di erbe un "additivo alimentare non sicuro". Il Dietary Supplement Health and Education Act (DSHEA) del 1994 ha dato l'impulso alla FDA per consentire la stevia da commercializzare come integratore alimentare (non come additivo alimentare). Nel 1999, la Commissione Europea ha vietato l'uso della stevia negli alimenti commercializzati nell'Unione Europea. Ma l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato un'ampia revisione della letteratura su stevioside e rebaudioside A nel 2006 che ha concluso che stevioside e rebaudioside A non sono tossici o cancerogeni a livelli consumati dagli esseri umani. Il rapporto ha anche osservato che lo stevioside ha mostrato alcune prove di effetti farmacologici in pazienti con ipertensione o diabete di tipo 2, ma ha indicato che sono necessarie ulteriori ricerche. E i potenziali aspetti terapeutici possono giocare in una futura sfida normativa. Secondo un 16 marzo 2009, Design del prodotto alimentare articolo, "A Citizen's Petition è stata depositata presso la FDA alla fine del 2008 per impedire l'aggiunta di glicosidi steviolici agli alimenti a causa dello stato di farmaco presunto per i dolcificanti. [La] FDA sta anche tentando di implementare la recente legislazione che proibisce in modo più ampio l'aggiunta di farmaci agli alimenti. Le risoluzioni della FDA su queste due questioni potrebbero avere un impatto sui futuri usi alimentari dei glicosidi steviolici."


La stevia fa male? Un nutrizionista ci dà l'onesta verità

Hai mai sentito parlare di un dolcificante completamente naturale chiamato stevia con zero calorie che è da 100 a 300 volte più dolce dello zucchero da tavola? Se non sei alla moda con la stevia, beh, siamo qui per farti conoscere i fatti. La stevia esiste da secoli, stiamo parlando di tempi antichi, quando veniva usata sia come dolcificante che come ingrediente nei trattamenti medici. Le persone sono ovviamente interessate a ottenere una dose di zucchero senza calorie, ma deve esserci un problema, giusto?

Si scopre che il popolare sostituto dello zucchero ha avuto i suoi alti e bassi con la FDA. Nel 1991, la stevia è stata bandita negli Stati Uniti a causa di segnalazioni che potrebbe causare il cancro. Studi successivi hanno confutato queste affermazioni e presto la FDA ha permesso di importare nuovamente la stevia negli Stati Uniti. Come puoi immaginare, nel mondo ecologico e vegetale si parla molto sul fatto che la stevia sia veramente "tutto naturale" e, in effetti, salutare per te. La stevia fa male? Abbiamo contattato Maya Feller, MS, RD, CDN, CLC, di Maya Feller Nutrition per aiutarci a indagare.

Allora, cos'è la Stevia?

"La Stevia è un dolcificante senza calorie derivato da componenti della pianta Stevia rebaudiana ed è oltre 200 volte più dolce dello zucchero da tavola", spiega Feller. "Va notato che solo il composto e l'estratto di stevia vengono utilizzati e attualmente generalmente considerati sicuri."

Quali sono i potenziali vantaggi di Stevia?

"Poiché la stevia è un dolcificante non nutritivo, se viene utilizzata al posto dello zucchero da tavola o di altri dolcificanti nutritivi, ci sono prove che supportano una diminuzione complessiva delle calorie totali, un migliore controllo glicemico e una gestione del peso a breve termine", conferma Feller.

"Dobbiamo ricordare l'importanza di apportare modifiche come la sostituzione di un dolcificante calorico con un dolcificante non calorico nel contesto generale della modifica della dieta e dello stile di vita. L'uso di un dolcificante senza calorie come sostituto di tanto in tanto può ridurre le calorie assunte dagli zuccheri aggiunti ed essere di beneficio specifico per le persone che cercano di gestire gli zuccheri nel sangue."


Consumo di glicosidi steviolici

Anche se i dolcificanti artificiali hanno raccolto una certa pressione negativa, il dolcificante alla stevia è incredibilmente sicuro per il consumo. Secondo un saggio del maggio 2015 pubblicato su Nutrizione oggi, dovresti mangiare circa 40 piccoli pacchetti di stevia al giorno per raggiungere il limite dell'assunzione giornaliera accettabile.

L'assunzione giornaliera accettabile è il limite al quale puoi consumare qualcosa al giorno per tutta la vita. Qualsiasi cosa oltre l'assunzione giornaliera accettabile sarebbe considerata malsana.

In altre parole, è estremamente difficile mangiare troppa stevia. È così potente che ne basta una piccola quantità per aggiungere dolcezza al cibo o alle bevande. La stevia è disponibile in pacchetti che puoi mettere nel tuo cibo, ma è anche in bevande come Gatorade e alcune bibite.

Le aziende producono la stevia in varie forme per il consumo. Ad esempio, un'azienda chiamata SweetLeaf produce cristalli di stevia, liquido aromatizzato alla stevia, gocce liquide per acqua o altre bevande, estratto di stevia per la cottura, concentrato di stevia e persino sciroppo di stevia. Il dolcificante è versatile e sicuro, il che lo rende un sostituto dello zucchero ideale.


Condimenti Celesti

Il memorandum di seguito, dalla FDA al suo ufficio del distretto di Denver, fa parte di una serie di eventi oscuri che coinvolgono la stevia. Questo documento, tuttavia, che è stato epurato dall'agenzia di alcune parole chiave (tra cui l'identità del mittente), è particolarmente misterioso. Secondo i registri della FDA, durante la fine degli anni 󈨔 — un periodo in cui i benefici della stevia stavano appena iniziando a essere riconosciuti negli Stati Uniti — i rappresentanti di una “società anonima” hanno presentato un “reclamo commerciale' 8221 con la FDA. Ha affermato che la società di tè con sede in Colorado Celestial Seasonings stava usando estratti di stevia in quattro dei suoi prodotti e che quindi erano "adulterati". 8221 Questa denuncia, vale la pena notare, non era basata su alcuna preoccupazione pubblica sulla sicurezza di stevia o segnalazioni di eventuali effetti negativi derivanti dal suo utilizzo. Piuttosto rifletteva le apparenti lunghezze a cui un'azienda si sarebbe spinta per impedire ai consumatori statunitensi di accedere alla stevia, una sostanza naturale non brevettata.

La FDA ha continuato a respingere le richieste della giornalista Linda Bonvie di fornire il documento nella sua interezza o di identificare il/i denunciante/i.

DIPARTIMENTO DELLA SALUTE & SERVIZI UMANI

MEMORANDUM

Data
Da: Divisione di orientamento normativo, HFF-314
Oggetto: Celestial Seasonings Tè senza caffeina
A: Distretto di Denver, HFR-SW240

AZIENDA: Celestial Seasonings, Inc.

1780 55th Street
Masso CO 80301-2799

L'etichetta allegata, la pubblicità, il coupon/certificato di spedizione e le informazioni sullo stevioside sono stati ricevuti come reclamo commerciale da [modifica] di [modifica] rappresentazione (sic) un'azienda anonima, ed è per tua informazione e azione come appropriato.

L'etichetta non reca un'adeguata dichiarazione di identità. Questo prodotto non è tè e non dovrebbe essere etichettato come tale. Una dichiarazione di identità più appropriata per questo prodotto sarebbe “Herbal Beverage,” “Herbal Tea” o Herb Tea.”

Stevioside è [modifica]. Pertanto l'uso dello stevioside nella tisana causerebbe l'adulterazione del prodotto.

(Le aziende erano autorizzate a utilizzare la stevia nei loro prodotti? Sì, in base a una disposizione della legge federale che consente l'autodeterminazione dello status di Generalmente riconosciuto come sicuro (GRAS). Questa “autodeterminazione” si basa sulla lunga storia della stevia di “uso comune negli alimenti” prima del 1958, l'anno in cui la legge della FDA è entrata in vigore, e l'uso diffuso senza apparenti effetti negativi sulla salute.)

In una "decisione finale del Dipartimento," del 22 aprile 1998, Victor F. Zonana, vice segretario aggiunto per gli affari pubblici, scrive: "Ho deciso di continuare a trattenere le informazioni cancellate dal memorandum ai sensi del disposizioni delle esenzioni (b)(6) e (b)(7)(C) e (D) del FOIA. Gli individui che forniscono informazioni al governo si aspettano la privacy. Il rilascio delle loro identità scoraggerebbe la presentazione volontaria di segnalazioni di prodotti potenzialmente adulterati sul mercato e, a sua volta, ostacolerebbe gravemente le attività di applicazione della legge della FDA. Inoltre, la divulgazione sarebbe un'invasione chiaramente ingiustificata della privacy personale

Prima di questa “decisione definitiva,” Bonvie era stato informato da un funzionario dell'ufficio delle relazioni pubbliche che la persona che ha inviato questa “denuncia” era un avvocato e che il suo nome e il suo studio legale erano menzionati su il documento di cui sopra.

A seguito della denuncia, l'agenzia ha avviato un'indagine su vasta scala, durante la quale Celestial Seasonings ha offerto alla FDA prove sostanziali dell'uso sicuro a lungo termine della stevia. (Queste informazioni sono anche pesantemente censurate dalla FDA nella sua successiva pubblicazione FOI, fino al punto di cancellare il nome di un paese — apparentemente Giappone— dove la stevia è stata a lungo un dolcificante standard). Celestial Seasonings ha anche richiesto lo status di “official” GRAS per l'erba, che la FDA ha rifiutato di elaborare. Alla fine, la pressione della FDA ha portato la Celestial Seasonings a smettere di usare l'erba — e poi, secondo i documenti ottenuti dalla FDA, a dare all'agenzia i nomi di altri produttori di tè che la stavano usando. (Quando questa incoerenza nel rilascio delle informazioni ‘informatore’ è stata segnalata alla FDA, ha risposto di aver commesso un “errore” nel rivelare il ruolo di Celestial Seasonings).

Apparentemente inviato dallo stesso denunciante anonimo è anche un documento di una pagina intitolato: STEVIOSIDE IN CELESTIAL SEASONINGS HERBAL TEA. Si legge in parte: “I dolcificanti alternativi noti come stevioside e rebaudioside A sono stati trovati in quattro tisane Celestial Seasonings…..Per ottenere risultati il ​​prima possibile, le analisi sono state eseguite sul residuo che setaccia il le bustine di tè… Il lavoro continuerà su questo progetto…Se diventa importante conoscere il livello di dolcificante nell'intero contenuto delle bustine di tè, verrà fatto ulteriore lavoro…”

In una lettera di Bonvie del 20 luglio 1996 che richiedeva l'intero documento, scriveva: “Il documento in questione non sembra realmente essere un legittimo ‘reclamo commerciale’ che richiama l'attenzione su una pratica illecita da parte di un segmento dell'industria, ma piuttosto un tentativo di limitare il commercio e la concorrenza.”

Apparentemente questa non era la prima volta che un reclamo commerciale ha innescato un'azione della FDA sulla stevia. La campagna di ricerca e sequestro iniziata a metà degli anni 󈨔 ha avuto un'origine simile, secondo Rob McCaleb della Herb Research Foundation, che afferma di aver visto la denuncia e che ha avuto origine da un “sofisticato” società “con un forte interesse a non avere prodotti naturali dolci sul mercato.” Alla richiesta di una copia del documento, la FDA ha affermato di non essere in grado di trovarne uno. (Questo “non significa che non ce ne sia uno,”, ha detto Robert Martin dell'Ufficio per l'approvazione pre-mercato della FDA, solo che “non possiamo trovarne uno in questo ufficio.”)

Nel 1991 la FDA ha emesso un “Import Alert” (n.: 45-06, data: 5/17/91) per le foglie di stevia, lo stevioside e gli alimenti contenenti stevia, chiamandoli “additivi alimentari non sicuri.” tutta la stevia dall'ingresso negli Stati Uniti e, ancora una volta, non si basava su reclami dei consumatori o effetti negativi segnalati. È interessante notare che l'Import Alert del 1991 afferma che la stevia è stata "usata nel corso della storia", un'ammissione che la stevia si qualifica come un prodotto GRAS. L'Import Alert è stato rivisto nel settembre del 󈨣, a causa del Dietary Supplement Health and Education Act. In base a tale legge, gli integratori alimentari non possono essere chiamati “additivi alimentari,” e gli integratori alimentari di stevia possono ora essere importati negli Stati Uniti — a condizione che non vengano chiamati “dolcificanti” o utilizzati come “agenti aromatizzanti.& #8221

“Sinfully Sweet,” New Age Journal 1/96, un articolo investigativo sulla stevia e la FDA

È molto ovvio che Chuck Hughes che invia il “The Chuck Hughes Microcap Report” nel tentativo di “hype” un'azione stia facendo un'ingiustizia alla promozione dell'industria della Stevia. Francamente spaventa a morte l'investitore medio con i suoi invii e dovrebbe essere messo a tacere. Inoltre, nella sua lettera di presentazione fa affermazioni come “qualcuno suggerisce” e “i rapporti mostrano” tutto ciò che mi chiedo chi sono “qualcuno” e cosa “i rapporti”. Questo di certo non migliora l'immagine di un settore relativamente nuovo. La Stevia ha l'approvazione della FDA come integratore alimentare e non ancora come additivo alimentare. simbolo = STVF


Nuova confezione

È lo stesso delizioso SweetLeaf ® Sweet Drops ® in bottiglie di vetro da 288 porzioni che conosci e ami con un look rinnovato. Poiché uno dei nostri primi prodotti è stato sviluppato, volevamo modernizzare il suo aspetto e il suo aspetto nel 2020. Il nostro obiettivo era quello di progettare un'etichetta che conservasse ancora la storia e la fiducia di SweetLeaf ® , ma si fondesse con le nostre linee di prodotti più recenti come il nostro 48- servire squeezable Water Drops ® e Sweet Drops ® . Tieni gli occhi aperti per Sweet Drops ® in negozio e online qui su SweetLeaf ® .com .

La Food and Drug Administration (FDA) statunitense suggerisce ai produttori di alimenti di conformarsi alle nuove linee guida nutrizionali. Di conseguenza, i consumatori possono prendere decisioni migliori sugli alimenti e le bevande che consumano, in particolare gli zuccheri aggiunti. I consumatori sono più consapevoli dei pericoli degli zuccheri aggiunti. I prodotti SweetLeaf ® sono un'ottima alternativa agli zuccheri perché ottieni tutta la dolcezza che desideri senza calorie, zuccheri o dolcificanti artificiali e hanno un ottimo sapore.

Tutti gli ingredienti aromatici contenuti nelle nostre formulazioni sono approvati per l'uso in un regolamento della Food and Drug Administration e sono GRAS, ovvero generalmente riconosciuti come sicuri nell'elenco FEMA GRAS.

Conformità non OGM: tutti gli ingredienti utilizzati nei nostri prodotti finiti non sono derivati ​​da una fonte geneticamente modificata e sono privi di DNA geneticamente modificato e anche di proteine ​​derivate da DNA geneticamente modificato.

Conformità naturale (Certificato naturale): tutti i nostri aromi sono composti da ingredienti naturali come definito nella sezione 21 CFR 101.22 a3 (5).


Cosa c'è nella tua Stevia?: Scopri quali tipi di Stevia sono più sicuri

Evito i dolcificanti artificiali come l'aspartame (NutraSweet, Equal) e il sucralosio (Splenda) da un po' di tempo a causa di tutte le sostanze chimiche tossiche e degli effetti collaterali ben documentati (ad esempio, il passaggio alla formaldeide nello stomaco ... l'aspartame, chiunque? ), e invece ho usato varie marche di stevia per addolcire il mio tè e la limonata fatta in casa. Ho scelto la stevia perché avevo sempre sentito dire che è la scelta di dolcificante naturale e più salutare... ma ora sembra che ci sia preoccupazione per la stevia, o almeno per alcune sue marche, non essendo nemmeno tutto ciò che si crede. Ho cercato di capire il bene e il male, e sono entusiasta di condividere ciò che ho imparato qui e di sentire cosa ne pensi!

Cos'è Stevia?

La stevia è una pianta erbacea tipicamente coltivata in Sud America. E mentre il suo estratto è 200 volte più dolce dello zucchero, non aumenta i livelli di insulina nel sangue. Questo è ciò che lo rende così popolare.

Ciò che rende dolci le foglie di stevia sono due molecole: stevioside e rebaudioside. Lo stevioside è dolce ma ha anche un retrogusto amaro di cui molti si lamentano quando usano la stevia, mentre il rebaudioside ha un sapore migliore, dolce e meno amaro.

La maggior parte dei prodotti di stevia "grezzi" e meno lavorati contengono entrambi i dolcificanti (stevioside e rebaudioside), mentre le forme di stevia più altamente lavorate, come la Truvia della Coca-Cola e altre, contengono solo il rebaudioside (la parte più dolce della foglia di stevia).

Come ho appreso, la ricerca ha scoperto che l'intera foglia di stevia che contiene stevioside e rebaudioside ha alcuni benefici per la salute, ma utilizzare i tipi di stevia che sono stati elaborati per rimuovere molti dei suoi composti chiave e sono pieni di altri prodotti chimici e ingredienti probabilmente non è l'opzione migliore.

Che tipo di stevia scegliere e quale evitare

Ecco cosa devi sapere sui vari tipi e marche di stevia.

1. Stevia a foglia verde – Questo è il meno elaborato di tutti i tipi di stevia. Le foglie sono state fondamentalmente essiccate e macinate in polvere. Questo è il tipo di stevia che è stato usato per secoli in Giappone e Sud America come dolcificante naturale e rimedio salutare. Questa stevia è leggermente amara e non è così dolce come la maggior parte dei prodotti di stevia sul mercato: questo tipo di stevia è circa 30-40 volte più dolce dello zucchero.

Questo è il tipo di stevia che è probabilmente l'opzione migliore da usare se hai intenzione di addolcire con la stevia.

2. Estratti di Stevia – Alcune marche di stevia in commercio estraggono e usano solo la parte più dolce e meno amara della foglia di stevia (rebaudioside) che non ha i benefici per la salute che sono stati trovati nello stevioside. Questo tipo di stevia può essere un'opzione migliore rispetto ad altri dolcificanti artificiali e forme più elaborate, ma non ci sono ancora molti studi disponibili che mostrano i suoi effetti... Quindi probabilmente è meglio evitarli se possibile.

3. Stevia altamente elaborata (Truvia, PureVia e altri) – Questo è il tipo di stevia da cui sembra che vogliamo stare alla larga... e in realtà, non è affatto stevia. Il problema con questi prodotti di stevia è l'elaborazione estrema e gli ingredienti aggiunti. Inoltre non contengono la parte stevioside della stevia. Questi prodotti di stevia rebaudioside con aggiunta di dolcificante e lavorazione sono circa 400 volte più dolci dello zucchero.

Non c'è davvero molta stevia? Questo articolo discute come il principale composto utilizzato in Truvia (che afferma di essere un dolcificante a base di stevia), sia in realtà l'eritritolo, che deriva dal lievito che "può essere alimentato con [zucchero di mais OGM]".

E secondo il brevetto degli Stati Uniti per la Coca-Cola Company, c'è un processo in 42 fasi per produrre il dolcificante Truvia! Innanzitutto, il rebaudioside viene estratto dalla foglia di stevia utilizzando solventi chimici come acetone, metanolo, etanolo, acetonitrile e isoproponal (tra gli altri) - molti di questi sono noti agenti cancerogeni. Quindi aggiungono il derivato del mais geneticamente modificato per l'eritritolo. Ma la pubblicità è certamente ingannevole… non proprio “proveniente dalla natura”…

Ed ecco un altro articolo che discute di come Truvia è stato recentemente scoperto essere un potente insetticida ... a causa dell'eritritolo derivato dal mais OGM. L'articolo conclude che è discutibile cosa farne. Molti scienziati potrebbero obiettare che forse l'eritritolo è perfettamente sicuro per l'uomo e tossico solo per gli insetti a causa della loro diversa fisiologia. Sarebbe lo scenario migliore. Ma forse è meglio aspettare fino a quando non avremo più risposte ed evitare Truvia e altri prodotti contenenti eritritolo come quello qui sotto fino ad allora…

Altri additivi e marchi di cui essere stanchi...

"Sapori naturali" (anche nei marchi Truvia e Nature's Place sopra) è un altro ingrediente aggiunto ai prodotti di stevia in polvere e liquidi che potresti voler evitare. I "aromi naturali" possono includere qualsiasi numero di ingredienti perché la definizione della FDA è piuttosto ampia.

Il destrosio è un altro ingrediente da evitare: è anche derivato dal mais geneticamente modificato e ha un processo di produzione lungo e complicato, proprio come l'eritritolo.

"Stevia in the Raw" è descritto come �% naturale”, ma quando guardi gli ingredienti la prima cosa sull'etichetta è il destrosio (e contiene anche solo l'estratto di stevia). E anche "Pure Via" di Pepsi Co ha il destrosio come primo ingrediente elencato sull'etichetta.

Anche la stevia biologica certificata può avere ingredienti aggiuntivi aggiunti. Ad esempio, quello mostrato di seguito ha l'inulina di agave organica elencata come primo ingrediente (prima dell'estratto di stevia stesso). L'inulina di agave è un derivato della fibra altamente lavorato dalla pianta dell'agave blu. Nella lista degli ingredienti c'è anche la silice (che è la roba in quei pacchettini che si trovano nelle scatole) e viene aggiunta per migliorare il flusso delle sostanze in polvere... Sebbene non sia tossico e probabilmente innocuo in piccole quantità, non è sicuramente l'ideale (è lo stesso ingrediente aggiunto per rafforzare il cemento e creare bottiglie di vetro e vetri).

Quindi sembra che ci sia sicuramente una grande differenza tra il consumo di vera stevia e le versioni trattate chimicamente…

Ricerca sulla Stevia

Per quanto riguarda le cose buone (l'intera foglia che contiene sia lo stevioside che il rebaudioside), ci sono MOLTI studi (oltre 300!) che valutano la capacità della stevia di essere utilizzata come rimedio per la salute. Gli studi hanno scoperto che questa dolce erba può supportare la glicemia, la perdita di peso e forse anche avere proprietà antitumorali, antinfiammatorie, antiossidanti e antibatteriche (Chris Kresser entra nei dettagli su alcuni degli studi qui).

Sul lato negativo delle cose, uno studio ha suggerito che il consumo di stevia in quantità molto elevate potrebbe influenzare gli ormoni perché le sue molecole hanno una struttura simile agli ormoni vegetali, ma studi di follow-up lo hanno messo in discussione. Come osserva Chris Kresser nel suo articolo, probabilmente stiamo bene se non consumiamo 24 pacchetti al giorno.

Come accennato, la ricerca ha scoperto che l'intera foglia di stevia che contiene sia stevioside che rebaudioside ha benefici per la salute, ma sembra come se la giuria fosse ancora fuori sulla questione se sia efficace o addirittura sicuro una volta rimossoe tutti gli altri composti inerenti alla pianta originariaFinora, nessuno lo sa. Nella recente Toxicology of Rebaudioside A: A Review, i ricercatori sottolineano che i composti dello stevioside e il rebaudioside A vengono metabolizzati a velocità diverse, rendendo piuttosto difficile valutare il rischio del rebaudioside A dalle valutazioni della tossicità dello stevioside (che è stato utilizzato come cibo e medicina in Giappone e Sud America per decenni o più).

Inoltre, in uno studio sul metabolismo umano, lo stevioside e il rebaudioside A hanno avuto risultati diversi: il corpo ha reagito in modo diverso ai due composti, ciascun composto è risultato essere metabolizzato in modo diverso ed è rimasto nel corpo per periodi di tempo diversi.

Quindi, se hai intenzione di addolcire i tuoi cibi e bevande con la stevia, penso che sia meglio prendere in considerazione l'utilizzo di forme di stevia a foglia intera fino a quando la sicurezza di ogni singolo composto di stevia non sarà stata accuratamente valutata come sicura.

Quindi, se vuoi ancora la tua dose giornaliera di stevia… Cosa deve fare un consumatore di Stevia attento alla salute?

Quando si acquista la stevia:

  • La stevia a foglia verde intera è la migliore: Puoi anche acquistare una pianta di stevia per il tuo giardino se sei pronto (puoi acquistare i semi qui) o acquistare le foglie essiccate pure online - puoi macinarle usando un macinaspezie (o usare un mortaio e un pestello ) per la tua stevia in polvere. Quindi puoi aggiungere foglie fresche o essiccate direttamente al tè o alle bevande per una dolcezza naturale (nota che le foglie di stevia dritte sono solo 30-40 volte più dolci dello zucchero rispetto alle 200 volte usando un estratto o 400 volte più dolci con le marche più elaborate).

  • Se non vuoi prenderti cura di una pianta di stevia o macinare le foglie, l'opzione migliore è stevia verde in polvere o stevia acquistata in negozio senza additivi o lavorazioni chimiche estreme.
    • Se vuoi provare la polvere di stevia verde, mi piace Organic Traditions – nessun additivo subdolo– solo la foglia di stevia organica.
    • Se stai cercando una buona marca di stevia che abbia un buon sapore, non abbia i riempitivi chimici e che puoi trovare nella maggior parte dei negozi di alimenti naturali, SweetLeaf Stevia è la migliore che ho trovato.
    • Se vuoi una forma liquida, cerca l'estratto di stevia puro al 100% senza ingredienti aggiunti. Mentre si dice che questo estratto liquido SweetLeaf venga estratto senza candeggina o sbiancanti chimici, la mia ipotesi è che il concentrato di stevia a foglia intera SweetLeaf sia il più vicino al vero affare.

    Quando si scelgono prodotti già addolciti con stevia, cercare "stevia a foglia intera" sull'etichetta degli ingredienti invece di rebaudioside a o estratto di stevia e cercare di evitare quelli che contengono Truvia o ingredienti aggiunti come destrosio, inulina di agave, silice ed eritritolo.

    Spero che tu l'abbia trovato utile e grazie per la lettura e l'iscrizione!

    Per favore condividi questo per diffondere il messaggio di una salute libera dalle tossine:
    /> /> /> /> /> /> />


    Sostituisci la stevia con lo zucchero

    Quando si tenta di sostituire la stevia con lo zucchero, si consiglia per ottenere i migliori risultati di rimuovere solo metà dello zucchero al posto della stevia. Ciò è dovuto agli effetti di umidità, doratura e lievitazione a cui contribuisce lo zucchero.

    Sono disponibili anche miscele commerciali di zucchero e stevia. Segui le indicazioni per la conversione da zucchero a stevia riportate sulla confezione. Molti di questi sono progettati per un rapporto stevia-zucchero tazza per tazza, rendendo la cottura con la stevia non diversa da quando si utilizza lo zucchero normale.

    Per i pacchetti di stevia, la dolcezza di un pacchetto è simile a 2 cucchiaini di zucchero. Twenty-four packets equal 1 cup of sugar. If you are using a bag of baking stevia, then 1/3 cup plus 1 1/2 tablespoons are equal to 1 cup of sugar. For pure powdered stevia, the stevia-to-sugar ratio is much lower. Only 1 teaspoon of powdered stevia equals 1 cup of sugar. For baking purposes, the bags of baking stevia are more convenient and practical than individual packets.


    Forms of Stevia You Can Use

    You can grow your own in your backyard or even on your windowsill. Fresh leaves from can be used in hot or cold drinks or on their own as an herbal tea. The leaves can also be dried to form a powder, which can be used in baking.

    Some products are commercially prepared and ready to use in recipes. They combine stevia extract with a bulking additive, like powdered maltodextrin, that is ready-to-measure one to one with the amount of sugar called for in the recipe. It is these forms that you can most readily use in cookie recipes and in baking.

    The processed version is available in liquid form. You can use it in drop form to sweeten beverages and foods.


    Bevande

    PepsiCo makes SoBe Life Water, a product sweetened with an extract from the stevia plant called rebaudioside-A, that is named PureVia. SoBe Lifewater is available in three flavors Black and Blue Berry, Yummy Pomegrate and Fiji Apple Pear. Stevia is also used in Celestial Zingers To Go tea and other drinks products. The Hain Celestial Group had received a warning letter from the FDA, prior to the 2008 GRAS approval of stevia regarding the use of stevia in their products. Hain Celestial Group was then free to use stevia in their products. The Coco Cola Company, Cargil and Coke and PepsiCo Inc are all competing on the market with their stevia products. Coke markets Sprite Green and Odwalla juice drinks that contain stevia.


    Guarda il video: Stevia, dolcificante a 0 calorie. Fa bene o male? (Potrebbe 2022).