Ricette di cocktail, liquori e bar locali

Il potere del polso (No, non quel polso. L'altro.)

Il potere del polso (No, non quel polso. L'altro.)


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Veloce – definisci pulsare. Hai detto battito cardiaco percepito dalla punta delle dita? Hai ragione, ovviamente, ma questa è solo una definizione.

impulso, nel mondo culinario e agricolo, si riferisce a un sottoinsieme della famiglia dei legumi, in particolare fagioli secchi, piselli, lenticchie e ceci.

Mangiare sano dovrebbe comunque essere delizioso.

Iscriviti alla nostra newsletter quotidiana per altri fantastici articoli e ricette gustose e salutari.

Vuoi approfondire la definizione? I legumi sono la parte di semi commestibili a basso contenuto di grassi, ricca di fibre e proteine ​​e quindi non includono arachidi o semi di soia (anche legumi) che sono ricchi di grassi.

Di norma, evito la parola superfood, ma farò un'eccezione per i potenti che sono i legumi. Non solo sono ricchi di nutrienti e versatili in cucina, fagioli secchi, piselli, ceci e lenticchie sono sostenibili da coltivare e facili sulla terra con la loro bassa impronta di carbonio.

I legumi sono anche incredibilmente stabili, soprattutto rispetto ad altre proteine ​​e verdure, rendendo il trasporto un gioco da ragazzi. E, il vero kicker per il sostenitore dell'accesso al cibo nutriente in me: i legumi sono convenienti e disponibili in quasi ogni angolo del mondo. Dalla colazione al dessert e ogni pasto e spuntino in mezzo, i legumi sono davvero il battito del cuore.

Non è stata una sorpresa quando ho sentito che le Nazioni Unite avevano dichiarato il 2016 l'Anno Internazionale dei Legumi. Sono un po' nervoso all'idea di convincere i miei lettori e studenti a imparare e usare la parola impulso, ma ehi, sapevi cucinare con la quinoa, o anche solo pronunciarla, dieci anni fa? (Il 2013 è stato l'Anno Internazionale della Quinoa.) Seriamente, quanto è bello che i legumi abbiano un ruolo in quasi tutte le cucine del pianeta?

Luce di cottura sviluppatori di ricette e Luce di cottura i lettori non sono estranei ai fagioli secchi, ehm, impulsi, e i poteri culinari e salutistici che si trovano all'interno. Ho già scritto sui vantaggi di una rotazione di ricette con molti fagioli. Una ricerca di hummus su MyRecipes produce non meno di 165 risultati (il mio preferito è la nostra versione con barbabietola arrosto). Non dovrebbe essere un problema per te prendere il #PULSEPLEDGE che chiede ai donatori di mangiare legumi una volta alla settimana per 10 settimane. I fagioli in scatola contano ovviamente, ma ti sfido a fare un ulteriore passo avanti e cucinare i fagioli secchi per almeno la metà di quelle 10 settimane. Basta immergersi durante il fine settimana o durante la notte o, se necessario, utilizzare il metodo di ammollo rapido per accelerare il processo.

Sia che tu decida di cucinare un classico o di sfornare uno stufato brasiliano a cottura lenta, spero che il #PULSEPLEDGE dia ai cuochi una pausa nella pianificazione del menu e nella cottura mentre guardiamo a un futuro alimentare sostenibile (e delizioso) per le nostre famiglie, i nostri agricoltori e questo grande, bellissimo pianeta amante del polso che chiamiamo casa.

Continua a leggere:


La storia nascosta della proprietà hardware di Nelson

I negozi di ferramenta hanno contribuito allo spirito del fai-da-te americano fin dai tempi dei pionieri. Un tour con Gary Nelson all'interno degli edifici del Nelson Shopping Center che sta vendendo alla città di Baileys Harbour ha offerto uno sguardo su quanto suo padre, Gordy, abbia celebrato quell'entusiasmo per il fai-da-te.

Aggiunte e modifiche apportate per scopi aziendali e familiari avvolgono completamente l'ex edificio del negozio Brann Brothers che Gordon Nelson acquisì intorno al 1950. Scavò il pavimento del seminterrato parziale fino a quando non colpì "roccia solida", creando una pendenza che gli ex clienti potrebbero ricordare. Il fatto che la parte posteriore dell'edificio originale fosse più alta della parte anteriore non ha influenzato Gordon, che ha fatto retromarcia con un camion e si è messo al lavoro.

"L'ha tirato fuori a mano, con un camioncino e una pala", ha detto Gary.

Ad un certo punto, Gordon Nelson ha permesso alla città di parcheggiare i suoi due vecchi camion dei pompieri, da un capo all'altro, all'interno del seminterrato. Gary ha detto che la città tendeva a spostare i camion da un posto all'altro, come la stazione di servizio di Gene e il negozio di liquori, dove ora si trova l'edificio del porto turistico. Ma durante gli anni '50, due membri del consiglio di amministrazione della città notarono che le porte del garage posteriori sembravano abbastanza alte da infilare i camion dei pompieri, incluso il veicolo del 1936 che ora è al Blue Ox.

Gary ha detto che poiché suo padre ha accettato di far entrare i camion nell'edificio, è stato nominato capo dei vigili del fuoco. Anni dopo, quando un ispettore si mostrò scioccato nel trovare camion dei pompieri nel seminterrato e nessun muro tagliafuoco che separava il negozio dai veicoli e dal loro carburante, la città diede al capo Nelson un aumento di stipendio per due anni per compensare i costi dell'aggiunta di un muro tagliafuoco al soffitto e una parete interna del seminterrato.

I camion dei pompieri erano lì fino al 1965 circa, quando Gordon aveva bisogno dello spazio per i vivaci affari del negozio di ferramenta e disse ai capi della città che avevano bisogno di costruire una caserma dei pompieri, ha ricordato Gary.

"Trasferire da qui a una stazione a due alloggiamenti è stato un grande miglioramento", ha detto Gary. “I vigili del fuoco avevano le chiavi. Non stavano entrando in una residenza privata per prendere i camion dei pompieri".

Gary Nelson conserva alcuni cimeli del suo negozio chiuso di Baileys Harbour, ma non rinuncia a certi oggetti speciali come questo ritratto del padre Gordon, ambizioso, instancabile e dalla mentalità d'affari. Foto di Craig Sterrett.

Gli acquirenti probabilmente non pensavano al negozio come a una residenza, ma Gary e i suoi familiari entravano nell'attività ogni giorno attraverso una porta che collegava la loro cucina al salotto del negozio - che, negli anni '90 e nei primi anni 2000, riforniva di magliette, abbigliamento da spiaggia , cappelli, stivali, calze e attrezzatura da campeggio e picnic.

"Ho lavorato nell'edificio da quando ero in grado di camminare, riempiendo la macchina del pop, svuotando i bidoni della spazzatura, spazzando i pavimenti", ha detto Gary.

Era al secondo anno e studiava economia al Bethel College in Minnesota quando suo padre gli fece sapere che la contea stava diventando severa sulla costruzione e che la famiglia avrebbe dovuto affrettarsi a costruire aggiunte per raddoppiare le dimensioni del negozio per rimanere competitiva. Gary era a metà del suo anno da junior, ma abbandonò volentieri gli studi per aiutare con l'aggiunta.

Gary ha ricordato: "Parlando con mio padre, ha detto: 'Sei sicuro di voler rilevare l'attività, perché se lo fai, dobbiamo costruire un'aggiunta su.' Ha detto che se lo faremo, lo faremo ora, quindi abbiamo ricostruito fino al lago, lasciando spazio sufficiente per guidare fino al retro dell'edificio. Stava arrivando la zonizzazione della contea. Con la suddivisione in zone, dovevi essere a 75 piedi o qualcosa del genere dal lago. Se avessimo aspettato fino alla primavera, non avremmo mai potuto ricostruire la schiena”.

Crescendo, la famiglia Nelson di sette persone risiedeva nella casa al primo piano con tre camere da letto e un bagno adiacente al negozio. La nonna di Gary ha pagato per costruire un secondo piano con tre camere da letto e un bagno sulla casa, e quando è morta due anni dopo, è diventata un'unità in affitto e poi due stanze di motel con vista sul lago.

"Quando la famiglia è cresciuta, abbiamo tagliato una delle camere da letto e l'abbiamo trasformata in una stanza di motel, e poi i miei genitori hanno vissuto qui", ha detto Gary, indicando a est attraverso il muro della stretta sala improvvisata del negozio. "L'abbiamo tagliata di nuovo e reso più piccola la casa dei miei, e abbiamo affittato un'altra unità, e poi quando i miei sono morti, la loro cucina e il soggiorno sono diventati un'altra unità".

Quando è sorta la necessità in città, Gordon Nelson ha creato la We Wash 'Em Laundromat sotto casa in quella che era stata la stanza dei giochi dei bambini.

Nel seminterrato dove i clienti sceglievano pale e rastrelli negli anni '90, i figli e i dipendenti dei Nelson gestivano lavatrici, un estrattore d'acqua e tre asciugatrici negli anni '50.

Accanto all'attività di lavanderia, Gordon ha creato un caveau ispessindo le pareti dell'armadio e un soffitto con rocce e cemento, e quindi attaccando la porta di una vecchia cassaforte. La città di Baileys Harbour potrebbe incontrare quel caveau e altri ostacoli di pietra se i leader decidono di demolire l'edificio del negozio di ferramenta. I basamenti spessi tre piedi dell'edificio originale del negozio Brann Brothers sicuramente si trovano sopra il livello del suolo in alcuni punti.

Piccoli cimeli preziosi rimangono nell'edificio del negozio e nel garage di Nelson, nel noleggio di attrezzature e nell'edificio del negozio che ospitava il garage Boettcher Ford e il negozio di motoslitte di Pat Husby durante la metà e la fine del XX secolo. Ma Gary ha alcuni tesori. C'è un pezzo di una panchina commemorativa che è stato rotto al porto turistico, una grande Ford non in vendita, un ritratto di suo padre e uno schizzo di un uomo d'affari locale a cui non piaceva farsi fotografare.

Gary Nelson fa tesoro di un disegno del timido John Peterson (a destra), che ha prestato denaro a suo padre, Gordon, quando le banche non lo facevano. Foto di Craig Sterrett.

"Mio padre è andato in banca per prendere in prestito denaro", ha ricordato Gary, "e la banca gli ha detto di no. Quindi è andato a, immagino che il suo soprannome fosse "10 Percent John". [John] avrebbe prestato denaro agli uomini d'affari se gli piacevano, ma ha addebitato il 10% di interesse. È diventato ricco perché la gente pensava di poterlo imbrogliare e non ripagarlo, ma ha giocato bene le sue carte e ha messo pegni sulle loro case, e quando quella proprietà sarebbe stata messa in vendita, lui era proprio lì. Mio padre lo ha restituito, ogni centesimo, e [John] gli ha dato dei soldi quando nessun altro lo avrebbe fatto".

Nelson si tiene solo alcuni ricordi nell'edificio del garage, come alcune vecchie motoseghe bestiali, alcuni segni politici, un antico tosaerba elettrico e una cabina telefonica per la quale una società del Texas defunta gli doveva ancora dei soldi. L'edificio ospita ancora una massiccia e vecchia caldaia che riscaldava il garage, anche se mancano alcune parti che gli operai hanno acquistato o preso in prestito.

Dopo aver chiuso il negozio e il garage, Gary si è sbarazzato di 76 tosaerba che aveva preso in commercio e che usava per le parti. Ha detto che ognuno dei tosaerba rimossi dalla soffitta aveva una ruota, un carburatore o un'altra parte mancante.

Sembra che Gary Nelson abbia ereditato l'ingegnosità e il senso degli affari creativi di suo padre insieme al negozio.

Il murale di Nelson

L'arte portatile sarebbe preservata se gli edifici fossero demoliti

Amanti dell'arte, non temete. Se la città di Baileys Harbour decide di demolire l'ex edificio hardware di Nelson, verrà preservato il massiccio murale di Ram Rojas sul lato nord della struttura.

Questo perché il murale è portatile: è stato dipinto su pannelli di alluminio che sono stati avvitati nell'edificio.

"Tecnicamente, appartiene al comitato murale, che fa parte della Baileys Harbour Historical Society, che fa parte della città di Baileys Harbour", ha affermato Gary Nelson, proprietario dell'edificio.

Sebbene il murale non sia di proprietà di Nelson, ha motivo di preoccuparsene. Oltre alle scene del lago, alla luce dei fiori selvatici del Ridges Sanctuary e della contea di Door, il murale di Rojas include raffigurazioni della famiglia di Nelson: Adam (in alto a destra), il figlio di Nelson e assistente al negozio di Fish Creek della famiglia e i genitori di Gary, Gordon e Phyllis, alla prima attività di Gordy, uno stand di hamburger, frutta e verdura e noleggio barche al molo di Northport. Lo stand ora risiede sulla terra della Liberty Grove Historical Society a nord di Sister Bay.


14.2. Classi di base¶

Le classi nelle sezioni precedenti derivano da una serie di classi base, alcune delle quali sono effettivamente astratte. Le classi formano la gerarchia (parziale) visualizzata nel grafico sottostante (le classi astratte sono ombreggiate in modo più chiaro rispetto alle classi concrete):

Le sezioni seguenti documentano queste classi di base per utenti avanzati che desiderano creare classi per i propri dispositivi.

14.2.1. Dispositivo di uscita digitale¶

Rappresenta un generico dispositivo di uscita con tipico comportamento on/off.

Questa classe estende OutputDevice con un metodo blink() che utilizza un thread in background opzionale per gestire l'attivazione/disattivazione dello stato del dispositivo senza ulteriori interazioni.

  • spillo (intostr) – Il pin GPIO a cui è connesso il dispositivo. Vedere Numerazione dei pin per i numeri dei pin validi. Se questo è None, verrà generato un GPIODeviceError.
  • active_high (bool) – Se True (l'impostazione predefinita), il metodo on() imposterà il GPIO su HIGH. Se False , il metodo on() imposterà il GPIO su LOW (il metodo off() fa sempre l'opposto).
  • valore iniziale (booloNessuno) – Se False (impostazione predefinita), il dispositivo sarà inizialmente spento. Se None , il dispositivo verrà lasciato nello stato in cui si trova il pin quando è configurato per l'output (attenzione: può essere attivo). Se True , il dispositivo verrà inizialmente acceso.
  • pin_factory (FabbricaoNessuno) – Vedere API - Pin per ulteriori informazioni (questa è una funzionalità avanzata che la maggior parte degli utenti può ignorare).

Accendere e spegnere ripetutamente il dispositivo.

  • puntuale (galleggiante) – Numero di secondi acceso. Il valore predefinito è 1 secondo.
  • off_time (galleggiante) – Numero di secondi spento. Il valore predefinito è 1 secondo.
  • n (intoNessuno) – Numero di lampeggi Nessuno (impostazione predefinita) significa per sempre.
  • sfondo (bool) – Se True (impostazione predefinita), avvia un thread in background per continuare a lampeggiare e tornare immediatamente. Se False , ritorna solo al termine del lampeggio (attenzione: il valore di default di n risulterà in questo metodo che non tornerà mai più).

Restituisce 1 se il dispositivo è attualmente attivo e 0 altrimenti. L'impostazione di questa proprietà modifica lo stato del dispositivo.

14.2.2. PWMOutputDevice¶

Dispositivo di uscita generico configurato per la modulazione di larghezza di impulso (PWM).

  • spillo (intostr) – Il pin GPIO a cui è connesso il dispositivo. Vedere Numerazione dei pin per i numeri dei pin validi. Se questo è None, verrà generato un GPIODeviceError.
  • active_high (bool) – Se True (impostazione predefinita), il metodo on() imposterà il GPIO su HIGH. Se False , il metodo on() imposterà il GPIO su LOW (il metodo off() fa sempre l'opposto).
  • valore iniziale (galleggiante) – Se 0 (impostazione predefinita), il ciclo di lavoro del dispositivo sarà inizialmente 0. Altri valori compresi tra 0 e 1 possono essere specificati come ciclo di lavoro iniziale. Nota che None non può essere specificato (a differenza della classe genitore) poiché non c'è modo di dire a PWM di non alterare lo stato del pin.
  • frequenza (int) – La frequenza (in Hz) degli impulsi emessi per pilotare il dispositivo. Il valore predefinito è 100Hz.
  • pin_factory (FabbricaoNessuno) – Vedere API - Pin per ulteriori informazioni (questa è una funzionalità avanzata che la maggior parte degli utenti può ignorare).

Accendere e spegnere ripetutamente il dispositivo.

  • puntuale (galleggiante) – Numero di secondi acceso. Il valore predefinito è 1 secondo.
  • off_time (galleggiante) – Numero di secondi spento. Il valore predefinito è 1 secondo.
  • dissolvenza_in_tempo (galleggiante) – Numero di secondi da trascorrere in dissolvenza. Il valore predefinito è 0.
  • fade_out_time (galleggiante) – Numero di secondi da trascorrere in dissolvenza. Il valore predefinito è 0.
  • n (intoNessuno) – Numero di lampeggi Nessuno (impostazione predefinita) significa per sempre.
  • sfondo (bool) – Se True (impostazione predefinita), avvia un thread in background per continuare a lampeggiare e tornare immediatamente. Se False , ritorna solo al termine del lampeggio (attenzione: il valore di default di n risulterà in questo metodo che non tornerà mai più).

impulso ( fade_in_time=1, fade_out_time=1, n=Nessuno, sfondo=Vero ) [fonte] ¶

Fai in modo che il dispositivo si sbiadisca ripetutamente in entrata e in uscita.

  • dissolvenza_in_tempo (galleggiante) – Numero di secondi da trascorrere in dissolvenza. Il valore predefinito è 1.
  • fade_out_time (galleggiante) – Numero di secondi da trascorrere in dissolvenza. Il valore predefinito è 1.
  • n (intoNessuno) – Numero di impulsi Nessuno (impostazione predefinita) significa per sempre.
  • sfondo (bool) – Se True (impostazione predefinita), avvia un thread in background per continuare a pulsare e tornare immediatamente. Se False , ritorna solo quando l'impulso è terminato (attenzione: il valore di default di n risulterà in questo metodo che non tornerà mai più).

Cambia lo stato del dispositivo. Se il dispositivo è attualmente spento (il valore è 0.0), questo lo cambia in "completamente" acceso (il valore è 1.0). Se il dispositivo ha un ciclo di lavoro (valore) di 0,1, questo lo commuterà a 0,9 e così via.

La frequenza degli impulsi utilizzati con il dispositivo PWM, in Hz. L'impostazione predefinita è 100Hz.

Restituisce True se il dispositivo è attualmente attivo (il valore è diverso da zero) e False in caso contrario.

Il ciclo di lavoro del dispositivo PWM. 0.0 è disattivato, 1.0 è completamente attivato. I valori intermedi possono essere specificati per diversi livelli di potenza nel dispositivo.

14.2.3. Dispositivo di uscita¶

Rappresenta un dispositivo di output GPIO generico.

Questa classe estende GPIODevice per aggiungere funzionalità comuni ai dispositivi di output GPIO: un metodo on() per accendere il dispositivo, un metodo off() corrispondente e un metodo toggle().

  • spillo (intostr) – Il pin GPIO a cui è connesso il dispositivo. Vedere Numerazione dei pin per i numeri dei pin validi. Se questo è None, verrà generato un GPIODeviceError.
  • active_high (bool) – Se True (l'impostazione predefinita), il metodo on() imposterà il GPIO su HIGH. Se False , il metodo on() imposterà il GPIO su LOW (il metodo off() fa sempre l'opposto).
  • valore iniziale (booloNessuno) – Se False (impostazione predefinita), il dispositivo sarà inizialmente spento. Se None , il dispositivo verrà lasciato nello stato in cui si trova il pin quando configurato per l'output (attenzione: può essere attivo). Se True , il dispositivo verrà inizialmente acceso.
  • pin_factory (FabbricaoNessuno) – Vedere API - Pin per ulteriori informazioni (questa è una funzionalità avanzata che la maggior parte degli utenti può ignorare).

Invertire lo stato del dispositivo. Se è acceso, spegnilo, se è spento, accendilo.

Quando True , la proprietà value è True quando il pin del dispositivo è alto. Quando False la proprietà value è True quando il pin del dispositivo è basso (ovvero il valore è invertito).

Questa proprietà può essere impostata dopo la costruzione, essere avvisato che la sua modifica invertirà il valore (cioè la modifica di questa proprietà non cambia lo stato del pin del dispositivo, ma cambia solo il modo in cui viene interpretato tale stato).

Restituisce 1 se il dispositivo è attualmente attivo e 0 altrimenti. L'impostazione di questa proprietà modifica lo stato del dispositivo.

14.2.4. Dispositivo GPIO¶

Estende il dispositivo. Rappresenta un dispositivo GPIO generico e fornisce i servizi comuni a tutti i dispositivi GPIO a pin singolo (come garantire che due dispositivi GPIO non condividano un pin).

Parametri:spillo (int o str) – Il pin GPIO a cui è connesso il dispositivo. Vedere Numerazione dei pin per i numeri dei pin validi. Se questo è None, verrà generato un GPIODeviceError. Se il pin è già utilizzato da un altro dispositivo, verrà generato GPIOPinInUse.
chiudi ( ) [fonte]

Spegni il dispositivo e rilascia tutte le risorse associate (come i pin GPIO).

Questo metodo è idempotente (può essere chiamato su un dispositivo già chiuso senza effetti collaterali). È destinato principalmente all'uso interattivo dalla riga di comando. Disabilita il dispositivo e rilascia i suoi pin per l'utilizzo da parte di un altro dispositivo.

Puoi tentare di farlo semplicemente eliminando un oggetto, ma a meno che tu non abbia ripulito tutti i riferimenti all'oggetto questo potrebbe non funzionare (anche se hai ripulito tutti i riferimenti, non c'è ancora alcuna garanzia che il garbage collector elimini effettivamente il oggetto in quel punto). Al contrario, il metodo close fornisce un mezzo per garantire che l'oggetto sia spento.

Ad esempio, se hai una breadboard con un cicalino collegato al pin 16, ma desideri invece collegare un LED:

I discendenti del dispositivo possono essere utilizzati anche come gestori di contesto utilizzando l'istruzione with. Per esempio:

Restituisce True se il dispositivo è chiuso (vedi il metodo close()). Una volta chiuso un dispositivo, non è più possibile utilizzare altri metodi o proprietà per controllare o interrogare il dispositivo.


Banane ricoperte di cioccolato fondente

Shutterstock

I dessert a base vegetale possono essere piuttosto semplici, semplici come immergere mezza banana nel cioccolato! Cospargi qualsiasi condimento che desideri per i tuoi pop di banana ricoperti di cioccolato, gettali nel congelatore e goditi questo dessert a base di piante ogni volta che hai voglia di qualcosa di dolce.

Scopri la nostra ricetta per le banane ricoperte di cioccolato fondente.


Domande frequenti sui frullatori personali

Un frullatore personale è un comodo elettrodomestico per gli chef casalinghi impegnati. Anche quelli con frullatori a grandezza naturale possono fare buon uso di un frullatore personale. Con utili bicchieri da viaggio e meno pezzi da assemblare e pulire, sono super comodi da avere in cucina. Ecco alcune domande a cui pensare quando si acquista e si utilizza un nuovo frullatore personale.

D. Quali sono i vantaggi di un frullatore?

Un frullatore è una necessità in cucina che ti consente di preparare cibi nutrienti in modo più semplice e veloce. I frullatori sono ottimi per preparare cibi passati come frullati, frappè, zuppe, salse e molto altro.

D. Qual è il miglior frullatore piccolo per frullati?

Il miglior frullatore piccolo dipende dalle tue preferenze in termini di scopo, capacità, potenza, accessori e altro. Il frullatore personale compatto Ninja Nutri Pro è una delle scelte più popolari e il frullatore Magic Bullet economico, piccolo, argento, set da 11 pezzi è un'ottima opzione per creare frullati ben miscelati.

D. Come scelgo un frullatore personale?

Considera le dimensioni, la potenza, lo stile, la portabilità del frullatore e se ha le tazze e gli accessori più adatti alle tue esigenze.

D. Quanti watt sono buoni per un frullatore personale?

Il wattaggio ideale dipende dagli ingredienti che prevedi di miscelare. La maggior parte dei frullatori domestici gestisce ingredienti morbidi. Per tritare il ghiaccio e frullare la frutta congelata, prendi in considerazione un frullatore con almeno 300 watt di potenza, poiché un wattaggio più alto offre più potenza.

D. Puoi mettere il ghiaccio in un frullatore portatile?

I frullatori portatili sono generalmente meno potenti dei frullatori con cavo, ma alcuni modelli possono gestire il ghiaccio.

D. Posso portare un frullatore portatile in aereo?

I frullatori portatili sono ammessi nel bagaglio a mano, a condizione che le lame siano rimosse.


17 caratteristiche uniche dei frullatori della serie Vitamix Ascent™

Le macchine della serie Vitamix Ascent sono state innovate per offrire la migliore esperienza dall'interno verso l'esterno. La prima cosa che gli utenti noteranno è il design del prodotto all'avanguardia che sembra elegante e moderno da ogni angolazione. Scegli tra i colori standard nero, bianco, rosso e ardesia con l'A2300 e l'A2500, oppure passa all'acciaio inossidabile spazzolato o alla finitura con vernice metallizzata con l'A3300 e l'A3500.

Moderni e sofisticati, l'A3300 e l'A3500 offrono un touchscreen resistente ai graffi che si pulisce facilmente.

Un'altra nuova caratteristica è il timer digitale integrato, ispirato ai suggerimenti degli attuali possessori di Vitamix. Il timer digitale ti aiuterà a creare trame perfette ogni volta mostrando da quanto tempo la tua miscela è stata elaborata. I timer programmabili sono disponibili anche nell'A3300 e nell'A3500, che mescoleranno le tue ricette per il tempo che hai inserito e fermeranno automaticamente la macchina.

Prepara i tuoi deliziosi frullati con lo stesso marchio di frullatori di fiducia delle migliori catene di frullati nazionali. Che tu abbia voglia di un rinfrescante frullato tropicale o di un frullato verde ricco di sostanze nutritive, ci sono molte ricette salutari tra cui scegliere.

Il contenitore a basso profilo da 64 once è autopulente, come tutti i frullatori Vitamix. Basta aggiungere una goccia di detersivo per i piatti nel contenitore, riempirlo a metà con acqua tiepida e frullare alla massima velocità della macchina per 30-60 secondi. L'A3500 è dotato di un'impostazione del programma di autopulizia per una maggiore comodità.

Preparare i tuoi burri di noci naturali e senza conservanti è così facile. Prova una varietà di gusti per panini, salse di frutta, snack salutari o un frullato al burro di arachidi. Inoltre, ogni frullatore della serie Ascent viene fornito con un libro di cucina rilegato con una varietà di tecniche per aiutarti a ottenere il massimo dalla tua nuova macchina e creare ricette che stupiranno i tuoi amici e la tua famiglia.

Usa il pressino per lavorare miscele dense o congelate e incorporare completamente tutti gli ingredienti nella miscela, senza dover fermare la macchina e raschiare i lati del contenitore.

La nostra funzione Pulse ti aiuta a ottenere una varietà di trame impeccabili lavorando in tandem con il controllo della velocità variabile. Maggiore è l'impostazione della velocità, maggiore è l'esplosione di potenza ottenuta con l'impulso.

Sia che tu stia cercando un'idea per uno spuntino dopo la scuola o stia pianificando una festa direttamente da una rivista di cibo, puoi utilizzare il tuo frullatore Vitamix per preparare salse e creme spalmabili semplici che hanno un sapore solo elaborato.

Insieme al contenitore di dimensioni standard, le macchine della serie Ascent possono essere utilizzate con contenitori di dimensioni aggiuntive per creare porzioni individuali con il tuo frullatore di dimensioni standard. Perfetto per un frullato personale o un pranzo in movimento, una tazza da 20 once con coperchio ribaltabile o coperchio per riporre e una ciotola da 8 once con coperchio per riporre saranno disponibili nella primavera 2017.

I frullatori della serie Vitamix Ascent sono progettati con la nuova tecnologia SELF-DETECT®, quindi la macchina sa esattamente quale contenitore è posizionato sulla base e regola le impostazioni della miscela di conseguenza. La macchina non si accenderà finché un contenitore non sarà posizionato correttamente sulla base del motore e alcuni programmi vengono disabilitati automaticamente se viene utilizzato il contenitore sbagliato, come la zuppa calda in qualsiasi contenitore tranne il 64-oz. contenitore.

Il contenitore da 64 once di nuova concezione che viene fornito con ogni macchina della serie Ascent è dotato di un coperchio trasparente, che consente agli utenti di monitorare le miscele senza fermare la macchina. Il tappo del coperchio aggiornato funge anche da misurino per una maggiore comodità.

Trascorri più tempo a gustare i tuoi pasti preparati con Vitamix e meno tempo a preoccuparti di pulirli. Puoi utilizzare la capacità autopulente di ogni Vitamix, oppure tutti i nuovi contenitori della serie Ascent sono lavabili in lavastoviglie per una pulizia difficile come il burro di noci!

La velocità delle lame Vitamix crea un attrito sufficiente per trasformare gli ingredienti crudi in zuppe e salse calde, in meno di 7 minuti.

Elabora automaticamente le tue ricette preferite con un solo tocco con le impostazioni del programma. L'A3300 offre impostazioni di programma per frullati, zuppe calde e dessert surgelati, mentre l'A3500 offre frullati, zuppe calde, dessert surgelati, salse e creme da spalmare e autopulente.

Crea un latte delizioso, senza lattosio e senza lattosio per molti ottimi usi, che si tratti di versare sui cereali o preparare ricette di frullati, avena durante la notte o mac e formaggio vegani, il tutto senza gli additivi che si trovano nei latti non caseari disponibili in commercio.

Le macchine della serie Vitamix Ascent sono coperte da una garanzia completa di 10 anni, che assicura che il tuo nuovo frullatore Vitamix ti serva per gli anni a venire.


Ricette di semi di albicocca

Trova un'ampia varietà di ricette di semi di albicocca deliziose e facili da preparare, consigli di cucina e altro per ogni pasto.

Marzapane

Ingredienti:
1 1/4 C. mandorle pelate, non tostate
2 tonnellate semi di albicocca grattugiati
2 1/4 C. zucchero di canna scuro
3 albumi piccoli

Indicazioni:
Macinare mandorle, semi e zucchero nel frullatore fino a quando non sono molto fini. Incorporare gli albumi con le dita uno alla volta. Impastare fino a che liscio e di plastica. Può essere pressato in stampi o formato in rotolo, refrigerato e affettato. 1 1/2 tazze.

Lo zabaione di Sharon

Ingredienti:
2 c. latte crudo, freddo
2 uova
1 Banana
2 t. sciroppo di canna di sorgo
2 t. carruba in polvere
1 t. lievito in polvere inattivo, primario o di birra
2 t. germe di grano crudo, fresco
2 t. latte in polvere, non istantaneo
2 tonnellate semi di albicocca, macinati

Indicazioni:
Frullare tutti gli ingredienti insieme nel frullatore ad alta velocità. Bevi subito. Contiene circa 35 grammi di proteine ​​complete.

Pesto di Semi di Albicocca

Ingredienti:
2 tazze confezionate foglie di basilico fresco
2 spicchi d'aglio
1/4 tazza di miscela di semi di albicocca cruda amara e anacardi o noci
2/3 tazza di olio extravergine di oliva, diviso
Sale kosher e pepe nero macinato fresco, a piacere
1/2 tazza di pecorino appena grattugiato

Indicazioni:
Unire il composto di basilico, aglio e semi di albicocca in un robot da cucina e frullare fino a tritare grossolanamente. Aggiungere 1/2 tazza di olio e lavorare fino a quando non sarà completamente incorporato e liscio. Condire con sale e pepe. Se lo usi subito, aggiungi tutto l'olio rimanente e frulla fino a che liscio. Trasferisci il pesto in una grande ciotola da portata e mescola con il formaggio. Fa 1 tazza.

Morsi di mela

Ingredienti:
8 once. pacchetto crema di formaggio
16 semi di mela
16 uva passa
1 mela, grattugiata
3 t. semi di albicocca, macinati
Pizzico di macis

Indicazioni:
Mescolare la mela con la crema di formaggio. Metti i semi di mela all'interno dell'uva passa. Formate una pallina di mele e formaggio cremoso con al centro l'uvetta. Arrotolare i semi di albicocca. Raffreddare diverse ore.

Bavarese alle Mandorle

Ingredienti:
2 buste di gelatina ammorbidita in
1/2 C. latte freddo nel frullatore
Aggiungere 1/3 C acqua bollente e avviare il frullatore
Aggiungere 1/2 C Tesoro
4 uova organiche
1T. Vaniglia
2T. semi di albicocca grattugiati
1/2 C. panna cruda e latte quanto basta per fare 4 C. liquido

Indicazioni:
Versare nello stampo e raffreddare quattro ore o durante la notte. Scaldate leggermente l'esterno dello stampo con un canovaccio caldo e mettetelo capovolto su un piatto da portata. Decorate con mandorle non tostate. Serve quattro.

PB&J . alla griglia

Ingredienti:
2 cucchiaini di burro
2 fette di pane bianco
1-3 cucchiaino/i di burro di arachidi
2 cucchiaini di gelatina di frutta qualsiasi sapore
1 cucchiaino di semi di albicocca macinati

Indicazioni:
Riscalda la piastra o la padella a 350 gradi F (175 gradi C). Spalmare il burro su un lato di ogni fetta di pane. Spalmare il burro di arachidi sul lato non imburrato di una fetta di pane e la gelatina sull'altro, cospargere il lato del burro di arachidi con 1 cucchiaino di semi di albicocca macinati. Mettere la fetta di burro di arachidi, con il lato imburrato rivolto verso il basso, sulla piastra. Coprire con la fetta di gelatina, in modo che il burro di arachidi e la gelatina siano al centro. Cuocere per 2-4 minuti su ciascun lato, o fino a doratura e scaldarsi.

Aggiungi un po' di salute ai tuoi dolcetti natalizi.

Indicazioni:
Cospargi i semi macinati o tritati sulla tua torta o biscotto preferito! Cuoci i tuoi biscotti o la tua torta come al solito. Aggiungere la glassa o immergere nel cioccolato preferito, quindi cospargere con semi tritati o macinati.

Per inzuppare le gocce di cioccolato al latte o fondente:

Indicazioni:
In una casseruola, aggiungere 1-1/2 cucchiaino di olio o l'accorciamento a 12 once di cioccolato al latte o gocce di cioccolato fondente. Scaldare a fuoco medio-basso mescolando spesso finché il cioccolato non fuoriesce dal cucchiaio in un ruscello denso. (Si prega di notare che il cioccolato manterrà la sua forma e tuttavia può essere molto caldo. Questo è il motivo per cui è necessario riscaldare per un tempo molto breve quando si utilizza un microonde, quindi mescolare e ripetere, è importante non lasciare che il cioccolato si separi .) Per inzuppare il cioccolato bianco e le scaglie di butterscotch: le scaglie di White e Butterscotch hanno bisogno solo di 1 cucchiaino di olio o grasso per ogni 12 oz. Borsa. Quindi seguire le indicazioni sopra. Quando il cioccolato si sarà sciolto, immergete semplicemente i vostri biscotti come preferite: metà interi o solo la parte inferiore o superiore. Mettere i biscotti immersi su carta oleata, cospargere con noci o caramelle e poi mettere in frigo a rassodare. Ricordati di mescolare di tanto in tanto il cioccolato fuso durante l'immersione per mantenerlo a una temperatura uniforme per tutto il tempo. Potete riscaldare il cioccolato un paio di volte. Troppe volte separerà il cioccolato e farà formare una pelle bianca. Quando ciò è accaduto, il cioccolato non è più adatto per l'immersione.


Barbecue a impulsi 2000 Nero

Immagine solo a scopo dimostrativo della capacità.
Il modello e le caratteristiche effettive del prodotto possono variare.

Immagine solo a scopo dimostrativo della capacità.
Il modello e le caratteristiche effettive del prodotto possono variare.

Immagine solo a scopo dimostrativo della capacità.
Il modello e le caratteristiche effettive del prodotto possono variare.

Immagine solo a scopo dimostrativo della capacità.
Il modello e le caratteristiche effettive del prodotto possono variare.

Immagine solo a scopo dimostrativo della capacità.
Il modello e le caratteristiche effettive del prodotto possono variare.


La minaccia dell'impulso elettromagnetico!

Mi piacciono gli scenari “doomsday”, anche quelli ridicoli, come la presunta profezia del calendario Maya per il 2012 o quello che era stato l'anno 2000. circa, come la possibilità di un'altra pandemia influenzale come quella del 1918-1919 o altre pandemie che temono che i funzionari sanitari possano essere causati da "superbatteri" resistenti ai farmaci che potrebbero uccidere decine di milioni, se non centinaia di milioni, in tutto il mondo.

Ci sono anche catastrofi improbabili ma plausibili su cui mi piace rimuginare, come l'eruzione di uno dei supervulcani del mondo, l'impatto di un grande asteroide o l'inizio di un'altra era glaciale, tutte cose che accadranno - alla fine - e, se uno di questi accadesse ora, potrebbe spazzare via fino al 90% dell'umanità, e non siamo in grado di fermarli.

Ma cosa accadrebbe se ci fosse una minaccia ben documentata, ma prevenibile, che potrebbe mettere in ginocchio questo paese e uccidere fino a un quarto di miliardo di americani, eppure non stessimo facendo nulla per impedirlo. In effetti, ci sono soluzioni che potremmo mettere in atto ora per ridurre le conseguenze, ma i media e i leader della nostra nazione non solo lo ignorano, il Congresso ha persino tagliato i soldi dal bilancio che potrebbero fornire i mezzi per affrontarlo.

La minaccia si chiama impulso elettromagnetico (EMP) e potrebbe derivare dalla detonazione di un ordigno nucleare ben posizionato negli Stati Uniti. In fact, it could happen even without a nuclear attack as a result of a naturally-occurring solar flare from our own sun.

What is EMP?

According to a government website, an EMP is: “The electromagnetic radiation from a nuclear explosion caused by Compton-recoil electrons and photoelectrons from photons scattered in the materials of the nuclear device or in a surrounding medium. The resulting electric and magnetic fields may couple with electrical/electronic systems to produce damaging current and voltage surges.”

All you really need to pay attention to is the last sentence. EMP is an electromagnetic surge that would follow the high-altitude detonation of a nuclear bomb. It could turn the United States into a Third World country.

Without going deep into physics, an EMP caused by a nuclear bomb has three components. The first, designated E1, is the result of electrons being stripped from atoms in the upper atmosphere in the aftermath of a high-altitude detonation. As they travel downward through the earth’s magnetic field at near-relativistic speeds, they produce a massive, though momentary, electromagnet pulse. You won’t feel it, but the electronic equipment all around you will. In the old days of vacuum tubes and relay switches, most equipment would likely have escaped damage from the E1 component of the pulse. But today’s microchips and delicate electronic devices, though incredibly convenient and efficient, will be fried by the pulse. Things like modern automobiles and trucks, computers, radios, televisions, cell phones, pacemakers, and anything else dependent on computer chips, whether plugged into the power grid or not, will short out and simply stop working. Kaput!

This also includes aircraft in the sky. Unless their avionics are “hardened” (and commercial aircraft and most military aircraft are not hardened against EMP), they will simply cease operation and the thousands that are in the air at any moment are going to simply fly into the ground with everyone onboard. Almost all microelectronic components damaged by the E1 component of an EMP will be unrepairable.

The E2 component resembles the surges caused by lightning and are less likely to be damaging to most equipment. But if protective equipment such as surge protectors are damaged by the E1 pulse, it may now allow the E2 pulse to cause further damage.

The E3 component may be the worst. It is caused when a nuclear explosion distorts the earth’s magnetic field. As the field distorts, then tries to regain its original shape, it induces currents into long metal conductors — like the power lines and such that crisscross the country. The longer the conductors, the more current will be produced. It is this component of EMP that will overload the nation’s power grid and fry everything connected to it, from your laptop, which is plugged into the wall recharging, to the transformers at the power stations.

The 370 or so largest transformers connected to nuclear, hydro, and fossil fuel-burning power plants around the country are what make the electricity these plants generate usable, but they will be destroyed by the pulse. Without these transformers, the country will go dark. And they cannot be easily replaced. The size of a building, they are no longer produced in the United States and current procurement time is three years.

What will happen?

Without electric power, radio and TV stations and phone services won’t work, so there’ll be almost no communication. Water systems will cease to function, gas stations won’t be able to pump fuel, banking transactions (including ATMs) will fail, and the network for distributing food will collapse. Perishable foods and medications that require refrigeration or freezing will spoil in a day. Emergency services will be unavailable, including those necessary to fight the tens of thousands of fires that will start from short circuits on the grid.

The inability to produce or distribute proper medications would doom many needing cancer treatments or suffering from heart disease, Type I diabetes, and other ailments.

Most farmers won’t be able to plant, fertilize, irrigate, or harvest, but even if they could, they won’t be able to get their products to market because there will no longer be transportation. What is harvested won’t be preserved since there will be no power to run refrigeration and none to run the factories that ordinarily can our food.

Supermarkets typically have just a few days’ supply of food and are being resupplied continuously every 1-3 days. Once the power goes out, the supermarkets will quickly be emptied and it could be months before they’re resupplied.

Imagine the great metropolitan areas of this country: the corridor from Boston to Washington, DC, which includes the great cities of New York and Philadelphia among them, and has a population of about 50 million people, the Chicago area with its millions, the Los Angeles to San Diego corridor, Seattle, Portland, etc., and suddenly there’s no food coming in, the water is turned off, and sewage facilities no longer carry away and treat our daily waste.

In no time at all cities will become quagmires of hungry, thirsty people living amid filth, squalor, and disease.

From an enemy’s point of view, a single large device exploded 250 to 300 miles above Iowa would disrupt the entire United States. But getting a missile that far inland could be a problem for them. On the other hand, because the radius of destruction of one high-altitude explosion is very large (as much as 1400 miles), three missiles, launched almost straight up, from freighters off the Pacific, Atlantic, and Gulf coasts, should just about cover the lower 48 states with EMP surges that would all but incapacitate our nation.

Recovery time, if it happened, would take years but more likely a decade or more. In the meantime, deaths in this country would be at least in the low millions.

All of this would seem to be the fodder for fiction and, in fact, a scenario involving an EMP attack is played out in a book by William Forstchen titled One Second After. Though he’s populated the book with rather two-dimensional characters, the events described in the book are credible and thought-provoking and make it worth a read.

The problem with an EMP event is not news. We’ve known about nuclear weapon-induced EMP since 1945. Enrico Fermi anticipated it prior to the detonation of the first atomic bomb, called Gadget, at the Trinity test site in New Mexico. The media and the American people briefly became aware of it after a high-altitude detonation of a hydrogen bomb during the Starfish Prime Test of 1952 when effects of it were felt in Hawaii (900 miles away from the test), where the resulting voltage surges blew out 300 street lights and damaged a microwave link. This was with a weapon that wasn’t even designed to maximize EMP and it was detonated back in the day of vacuum tubes when electronic equipment was more robust than today’s highly efficient but sensitive computer chips which can be fried by even modest current surges.

Solar flares

Even if someone were able to convince me no one would ever launch a nuclear weapon over the United States, I would not rest easy. Nuclear weapons are not the only things that cause an E3 pulse. A giant solar flare caused such a pulse on September 1, 1859. Back then, there was no electronic infrastructure, but telegraph lines acted like antennas and transmitted the energy along their wires, causing shocks to many telegraph operators and, in some cases, causing fires. A large solar flare of this sort is now called a Carrington Event, named after the British astronomer, Richard Carrington, who first described it.

Solar astronomers and many engineers feel that with the United States (and most of the rest of the industrial world) now crisscrossed with power and communication lines, a solar flare with the magnitude of the one that occurred in 1859 would blow out power station transformers and plunge this country and much of the rest of the world into the dark for years. (Imagine trying to build transformers if there’s no electricity at all!) It could also cause fires across the continents as circuits overload, overheat, and arc.

The 1859 event is not the only time solar flares have wreaked havoc. It’s happened many times since, only on smaller scales because the flares were much smaller. The 1859 solar flare happened at the dawn of the electric age. Had it happened a few decades later when the world was more electrified, we’d probably now take the threat seriously and we’d have been “hardening” the grid to EMP all along. But it didn’t, and we haven’t.

Solar astronomers are positive it’s only a matter of time before there will be another Carrington Event. They just don’t know when. However, next year is one of the prime times it may happen. NASA says the solar cycle we’re entering now is about the same size as the one that produced the original Carrington Event.

With a major Carrington Event, all the things that could follow a nuclear weapon-induced E3 strike may happen, except it won’t be just a local event but one that affects the entire world.

La soluzione

The lowest estimate I’ve seen for the projected cost of a recovery for just the solar disruptions is $1 trillion, but most estimates run into the many trillions of dollars. However, the FBI projects the cost of hardening transformers that service major metropolitan centers at about $200 million. That’s 1/5000th of the smallest estimate of the cost of damage. In fact, it’s less than 1/2000th of the job package President Obama recently proposed. And hardening the grid wouldn’t just make the country more secure, it would provide meaningful jobs, unlike the kinds government spending usually create.

There are voices trying to call attention to the problem. The Heritage Foundation has been calling for a national EMP recognition day to raise awareness of the threat.

An EMP attack will be the most catastrophic event to happen to our nation in its history — more devastating than 9/11, more devastating than Pearl Harbor, in fact, more devastating than all of the wars this country has ever fought.

It’s about time for the mass media to talk about it, and for Congress and the President to address it. This is a real-world problem with a relatively inexpensive fix.


Blenders

Hamilton Beach® Blenders are known worldwide for making smooth and delicious blended drinks. Over the years, people have relied on the Hamilton Beach blender for perfect icy drinks, shakes, smoothies, and the innovation that this historic brand is famous for.

With intelligent features like the patented Wave

Action® system, these blenders offer you the performance you need for smooth drinks every time. For easy serving, try a dispensing blender &ndash it pours smooth refreshment right into your cup and the spout removes for easy cleanup.

Built to last, every Hamilton Beach® Blender is backed by a limited warranty. Details are available in your included Use & Care Manual.

Powerful, attractive blenders for every kitchen.

Hamilton Beach® Blenders are known worldwide for making smooth and delicious blended drinks. Over the years, people have relied on the Hamilton Beach blender for perfect icy drinks, shakes, smoothies, and the innovation that this historic brand is famous for.

With intelligent features like the patented Wave

Action® system, these blenders offer you the performance you need for smooth drinks every time. For easy serving, try a dispensing blender &ndash it pours smooth refreshment right into your cup and the spout removes for easy cleanup.

Built to last, every Hamilton Beach® Blender is backed by a limited warranty. Details are available in your included Use & Care Manual.


Guarda il video: Multipolarismo e crisi della globalizzazione (Giugno 2022).