9 piatti da record


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Questi chef e ristoranti stanno facendo la storia a litri (e tonnellate e piedi)

La ciotola di pasta più grande del mondo

Mentre giriamo l'angolo per il Ringraziamento, inizia la pianificazione per l'enorme diffusione di quest'anno che induce il pisolino. Ma anche se il tuo tacchino è il più grande di sempre, anche se il tuo ripieno è mostruosamente indulgente, la tua festa non batterà alcun record. E questa è probabilmente una buona cosa dal momento che i piatti da record tendono a usare gli ingredienti a tonnellate, piuttosto che l'oncia.

Clicca qui per vedere la presentazione di 9 piatti da record.

I piatti da record, anche se alla fine vengono divorati da partecipanti e testimoni, hanno lo scopo di scioccare e stupire (e attirare pubblicità), più che un modo per soddisfare gli ordini di tutti. Prendi, ad esempio, l'hamburger più grande del mondo, un record attualmente detenuto in Canada. Costa un bel $ 4.500 e pesa 590 sterline fattibili. A volte sono acrobazie che raccolgono fondi per beneficenza, celebrano un'occasione o attirano la consapevolezza su un problema, e sono sempre un modo divertente per riunire una comunità. Il piatto di hummus più grande del mondo ha riunito una banda di chef a Beirut che ha inventato 23.520 libbre di hummus per riportare il record in Libano.

Queste feste da record utilizzano una quantità record di ingredienti che suonano più come l'ordine all'ingrosso di un ristorante rispetto a quello che useresti per un singolo piatto. Il più grande ordine di fish 'n chips al mondo, ad esempio, è stato servito con oltre 57 libbre di patatine fritte (o "chips"), 200 litri di olio vegetale e, alla fine, ha pesato 101 libbre, battendo un record precedentemente detenuto da il ristorante Black Rose a Boston. Quindi, non lasciarti ingannare. Nonostante la reputazione dell'America per tutte le cose sovradimensionate e golose, molti di questi record sbalorditivi sono stati realizzati nelle città di tutto il mondo, da Boca Raton a Beirut.


'Si tratta di trovare te stesso': gli hedgers della Cornovaglia pianificano un labirinto da record

In alto su una brughiera della Cornovaglia, sta prendendo forma un'opera d'arte vivente e respirante progettata per durare migliaia di anni.

Chiamato Kerdroya, il pezzo è un labirinto, annunciato come il più grande del suo genere al mondo e costruito con siepi della Cornovaglia, che sono una combinazione unica di pietra e vegetazione.

I basamenti delle siepi, i massi di fondazione, o "grounders", sono a posto, essendo stati tirati fuori dalle secche del vicino lago di Colliford a cavallo e in slitta.

Non appena il Covid lo permetterà, centinaia di persone, tra scolari, gente del posto e volontari, aiuteranno a costruire e piantare le siepi, creando un classico labirinto di 56 metri di diametro.

In primavera, si spera che il sito venga trasformato in una "università all'aperto della copertura della Cornovaglia" con un programma di formazione supportato dalla Gilda dei siepi della Cornovaglia che trasmette l'antica arte alla generazione successiva. Più di 60 apprendisti hedgers della Cornovaglia lavoreranno nel labirinto, imparando dagli esperti.

Il direttore del progetto, Will Coleman, ha affermato che le siepi della Cornovaglia sono una "meraviglia non celebrata". Ha detto che il labirinto non sarebbe un'attrazione turistica ma un "pezzo di land art" che fornirebbe un luogo di tranquilla contemplazione.

"Penso davvero che questo sia il progetto ideale per questi tempi", ha detto. "Lo costruiremo, poi lo pianteremo e poi ce ne andiamo, lasciamo che diventi ciò che diventa, diciamo alla natura: 'Vai, divertiti con quello.'"

I massi della fondazione sono stati trasportati da cavallo e slitta. Fotografia: progetto Kerdoya

Una ripresa aerea delle fondamenta. Fotografia: progetto Kerdoya

Un laboratorio di copertura. Fotografia: progetto Kerdoya

Si ritiene che alcune siepi della Cornovaglia abbiano 4.000 anni, il che le rende una delle più antiche strutture create dall'uomo ancora utilizzate per il loro scopo originale.

Non sono né una siepe né un muretto a secco. Nell'est della contea è più probabile che abbiano arbusti in cima nell'estremo ovest spazzato dal vento e dalle intemperie, possono essere costituiti da terra e pietre pesanti.

Ma tutti i tipi di siepe della Cornovaglia sono ricchi di vita vegetale e animale e in primavera e in estate spesso un tripudio di colori, che ospita 600 tipi di piante da fiore.

I creatori di Kerdroya (una parola della Cornovaglia che potrebbe essere tradotta approssimativamente come castello di svolte) chiariscono anche che è un labirinto, non un labirinto. "Un labirinto significa perdersi", ha detto Coleman. "Questo labirinto riguarderà la ricerca di te stesso."

Coleman dice che ci sono labirinti più grandi, ma crede che Kerdroya, che è stato creato in un parcheggio in disuso vicino alla A30, sarà il più grande labirinto classico del mondo. "Almeno nessuno mi ha parlato di uno più grande", ha detto.

I visitatori seguiranno un unico percorso tortuoso attraverso il labirinto. Mentre la maggior parte della materia prima proverrà da Bodmin Moor, ci saranno sezioni di pietra da altre parti della Cornovaglia, messe in opera sotto la supervisione di siepi abituati a lavorare con quella particolare pietra. Le siepi saranno sormontate da piante tra cui il biancospino.

Il progetto, che ha ricevuto finanziamenti da una vasta gamma di organizzazioni tra cui il consiglio della Cornovaglia, l'Arts Council England e il National Lottery Heritage Fund, è stato lanciato per celebrare il 60° anniversario della Cornwall Area of ​​Outstanding Natural Beauty nel 2019.

Non sarà completato a breve. Ma Coleman ha sostenuto che era meglio così e ha detto che l'espressione del West Country "dreckly" - che letteralmente si traduce come "direttamente" ma in realtà significa in un momento non specificato nel futuro - era una buona parola da usare. "Quando costruisci qualcosa che duri 4.000 anni, è meglio che tutto venga fatto in modo sdolcinato".

Questo articolo è stato modificato il 15 gennaio 2021. Una versione precedente indicava che le siepi erano sormontate da piante "compresi il biancospino e il biancospino", ma questi sono nomi diversi per la stessa pianta.


'Si tratta di trovare te stesso': gli hedgers della Cornovaglia pianificano un labirinto da record

In alto su una brughiera della Cornovaglia, sta prendendo forma un'opera d'arte vivente e respirante progettata per durare migliaia di anni.

Chiamato Kerdroya, il pezzo è un labirinto, annunciato come il più grande del suo genere al mondo e costruito con siepi della Cornovaglia, che sono una combinazione unica di pietra e vegetazione.

I basamenti delle siepi, i massi di fondazione, o "grounders", sono a posto, essendo stati tirati fuori dalle secche del vicino lago di Colliford a cavallo e in slitta.

Non appena il Covid lo permetterà, centinaia di persone, tra scolari, gente del posto e volontari, aiuteranno a costruire e piantare le siepi, creando un classico labirinto di 56 metri di diametro.

In primavera, si spera che il sito venga trasformato in una "università all'aperto della copertura della Cornovaglia" con un programma di formazione supportato dalla Gilda dei siepi della Cornovaglia che trasmette l'antica arte alla generazione successiva. Più di 60 apprendisti hedgers della Cornovaglia lavoreranno nel labirinto, imparando dagli esperti.

Il direttore del progetto, Will Coleman, ha affermato che le siepi della Cornovaglia sono una "meraviglia non celebrata". Ha detto che il labirinto non sarebbe un'attrazione turistica ma un "pezzo di land art" che fornirebbe un luogo di tranquilla contemplazione.

"Penso davvero che questo sia il progetto ideale per questi tempi", ha detto. "Lo costruiremo, poi lo pianteremo e poi ce ne andiamo, lasciamo che diventi ciò che diventa, diciamo alla natura: 'Vai, divertiti con quello.'"

I massi della fondazione sono stati trasportati da cavallo e slitta. Fotografia: progetto Kerdoya

Una ripresa aerea delle fondamenta. Fotografia: progetto Kerdoya

Un laboratorio di copertura. Fotografia: progetto Kerdoya

Si ritiene che alcune siepi della Cornovaglia abbiano 4.000 anni, il che le rende una delle più antiche strutture create dall'uomo ancora utilizzate per il loro scopo originale.

Non sono né una siepe né un muretto a secco. Nell'est della contea è più probabile che abbiano arbusti in cima nell'estremo ovest spazzato dal vento e dalle intemperie, possono essere costituiti da terra e pietre pesanti.

Ma tutti i tipi di siepe della Cornovaglia sono ricchi di vita vegetale e animale e in primavera e in estate spesso un tripudio di colori, che ospita 600 tipi di piante da fiore.

I creatori di Kerdroya (una parola della Cornovaglia che potrebbe essere tradotta approssimativamente come castello di svolte) chiariscono anche che è un labirinto, non un labirinto. "Un labirinto significa perdersi", ha detto Coleman. "Questo labirinto riguarderà la ricerca di te stesso."

Coleman dice che ci sono labirinti più grandi, ma crede che Kerdroya, che è stato creato in un parcheggio in disuso vicino alla A30, sarà il più grande labirinto classico del mondo. "Almeno nessuno mi ha parlato di uno più grande", ha detto.

I visitatori seguiranno un unico percorso tortuoso attraverso il labirinto. Mentre la maggior parte della materia prima proverrà da Bodmin Moor, ci saranno sezioni di pietra da altre parti della Cornovaglia, messe in opera sotto la supervisione di siepi abituati a lavorare con quella particolare pietra. Le siepi saranno sormontate da piante tra cui il biancospino.

Il progetto, che ha ricevuto finanziamenti da una vasta gamma di organizzazioni tra cui il consiglio della Cornovaglia, l'Arts Council England e il National Lottery Heritage Fund, è stato lanciato per celebrare il 60° anniversario della Cornwall Area of ​​Outstanding Natural Beauty nel 2019.

Non sarà completato a breve. Ma Coleman ha sostenuto che era meglio così e ha detto che l'espressione del West Country "dreckly" - che letteralmente si traduce come "direttamente" ma in realtà significa in un momento non specificato nel futuro - era una buona parola da usare. "Quando costruisci qualcosa che duri 4.000 anni, è meglio che tutto venga fatto in modo sdolcinato".

Questo articolo è stato modificato il 15 gennaio 2021. Una versione precedente indicava che le siepi erano sormontate da piante "compresi il biancospino e il biancospino", ma questi sono nomi diversi per la stessa pianta.


'Si tratta di trovare te stesso': gli hedgers della Cornovaglia pianificano un labirinto da record

In alto su una brughiera della Cornovaglia, sta prendendo forma un'opera d'arte vivente e respirante progettata per durare migliaia di anni.

Chiamato Kerdroya, il pezzo è un labirinto, annunciato come il più grande del suo genere al mondo e costruito con siepi della Cornovaglia, che sono una combinazione unica di pietra e vegetazione.

I basamenti delle siepi, i massi di fondazione, o "grounders", sono a posto, essendo stati tirati fuori dalle secche del vicino lago di Colliford a cavallo e in slitta.

Non appena il Covid lo permetterà, centinaia di persone, tra scolari, gente del posto e volontari, aiuteranno a costruire e piantare le siepi, creando un classico labirinto di 56 metri di diametro.

In primavera, si spera che il sito venga trasformato in una "università all'aperto della copertura della Cornovaglia" con un programma di formazione supportato dalla Guild of Cornish Hedgers che trasmette l'arte secolare alla generazione successiva. Più di 60 apprendisti hedgers della Cornovaglia lavoreranno nel labirinto, imparando dagli esperti.

Il direttore del progetto, Will Coleman, ha affermato che le siepi della Cornovaglia sono una "meraviglia non celebrata". Ha detto che il labirinto non sarebbe un'attrazione turistica ma un "pezzo di land art" che fornirebbe un luogo di tranquilla contemplazione.

"Penso davvero che questo sia il progetto ideale per questi tempi", ha detto. "Lo costruiremo, poi lo pianteremo e poi ce ne andiamo, lasciamo che diventi ciò che diventa, diciamo alla natura: 'Vai, divertiti con quello.'"

I massi della fondazione sono stati trasportati da cavallo e slitta. Fotografia: progetto Kerdoya

Una ripresa aerea delle fondamenta. Fotografia: progetto Kerdoya

Un laboratorio di copertura. Fotografia: progetto Kerdoya

Si ritiene che alcune siepi della Cornovaglia abbiano 4.000 anni, il che le rende una delle più antiche strutture create dall'uomo ancora utilizzate per il loro scopo originale.

Non sono né una siepe né un muretto a secco. Nell'est della contea è più probabile che abbiano arbusti in cima nell'estremo ovest spazzato dal vento e dalle intemperie, possono essere costituiti da terra e pietre pesanti.

Ma tutti i tipi di siepe della Cornovaglia sono ricchi di vita vegetale e animale e in primavera e in estate spesso un tripudio di colori, che ospita 600 tipi di piante da fiore.

I creatori di Kerdroya (una parola della Cornovaglia che potrebbe essere tradotta approssimativamente come castello di svolte) chiariscono anche che è un labirinto, non un labirinto. "Un labirinto significa perdersi", ha detto Coleman. "Questo labirinto riguarderà la ricerca di te stesso."

Coleman dice che ci sono labirinti più grandi, ma crede che Kerdroya, che è stato creato in un parcheggio in disuso vicino alla A30, sarà il più grande labirinto classico del mondo. "Almeno nessuno mi ha parlato di uno più grande", ha detto.

I visitatori seguiranno un unico percorso tortuoso attraverso il labirinto. Mentre la maggior parte della materia prima proverrà da Bodmin Moor, ci saranno sezioni di pietra provenienti da altre parti della Cornovaglia, messe in opera sotto la supervisione di siepi abituati a lavorare con quella particolare pietra. Le siepi saranno sormontate da piante tra cui il biancospino.

Il progetto, che ha ricevuto finanziamenti da una vasta gamma di organizzazioni tra cui il consiglio della Cornovaglia, l'Arts Council England e il National Lottery Heritage Fund, è stato lanciato per celebrare il 60° anniversario della Cornwall Area of ​​Outstanding Natural Beauty nel 2019.

Non sarà completato a breve. Ma Coleman ha sostenuto che era meglio così e ha detto che l'espressione del West Country "dreckly" - che letteralmente si traduce come "direttamente" ma in realtà significa in un momento non specificato nel futuro - era una buona parola da usare. "Quando costruisci qualcosa che duri 4.000 anni, è meglio che tutto venga fatto in modo sdolcinato".

Questo articolo è stato modificato il 15 gennaio 2021. Una versione precedente indicava che le siepi erano sormontate da piante "compresi il biancospino e il biancospino", ma questi sono nomi diversi per la stessa pianta.


'Si tratta di trovare te stesso': gli hedgers della Cornovaglia pianificano un labirinto da record

In alto su una brughiera della Cornovaglia, sta prendendo forma un'opera d'arte vivente e respirante progettata per durare migliaia di anni.

Chiamato Kerdroya, il pezzo è un labirinto, annunciato come il più grande del suo genere al mondo e costruito con siepi della Cornovaglia, che sono una combinazione unica di pietra e vegetazione.

I basamenti delle siepi, i massi di fondazione, o "grounders", sono a posto, essendo stati tirati fuori dalle secche del vicino lago di Colliford a cavallo e in slitta.

Non appena il Covid lo permetterà, centinaia di persone, tra scolari, gente del posto e volontari, aiuteranno a costruire e piantare le siepi, creando un classico labirinto di 56 metri di diametro.

In primavera, si spera che il sito venga trasformato in una "università all'aperto della copertura della Cornovaglia" con un programma di formazione supportato dalla Guild of Cornish Hedgers che trasmette l'arte secolare alla generazione successiva. Più di 60 apprendisti hedgers della Cornovaglia lavoreranno nel labirinto, imparando dagli esperti.

Il direttore del progetto, Will Coleman, ha affermato che le siepi della Cornovaglia sono una "meraviglia non celebrata". Ha detto che il labirinto non sarebbe un'attrazione turistica ma un "pezzo di land art" che fornirebbe un luogo di tranquilla contemplazione.

"Penso davvero che questo sia il progetto ideale per questi tempi", ha detto. "Lo costruiremo, poi lo pianteremo e poi ce ne andiamo, lasciamo che diventi ciò che diventa, diciamo alla natura: 'Vai, divertiti con quello.'"

I massi della fondazione sono stati trasportati da cavallo e slitta. Fotografia: progetto Kerdoya

Una ripresa aerea delle fondamenta. Fotografia: progetto Kerdoya

Un laboratorio di copertura. Fotografia: progetto Kerdoya

Si ritiene che alcune siepi della Cornovaglia abbiano 4.000 anni, il che le rende una delle più antiche strutture create dall'uomo ancora utilizzate per il loro scopo originale.

Non sono né una siepe né un muretto a secco. Nell'est della contea è più probabile che abbiano arbusti in cima nell'estremo ovest spazzato dal vento e dalle intemperie, possono essere costituiti da terra e pietre pesanti.

Ma tutti i tipi di siepe della Cornovaglia sono ricchi di vita vegetale e animale e in primavera e in estate spesso un tripudio di colori, che ospita 600 tipi di piante da fiore.

I creatori di Kerdroya (una parola della Cornovaglia che potrebbe essere tradotta approssimativamente come castello di svolte) chiariscono anche che è un labirinto, non un labirinto. "Un labirinto significa perdersi", ha detto Coleman. "Questo labirinto riguarderà la ricerca di te stesso."

Coleman dice che ci sono labirinti più grandi, ma crede che Kerdroya, che è stato creato in un parcheggio in disuso vicino alla A30, sarà il più grande labirinto classico del mondo. "Almeno nessuno mi ha parlato di uno più grande", ha detto.

I visitatori seguiranno un unico percorso tortuoso attraverso il labirinto. Mentre la maggior parte della materia prima proverrà da Bodmin Moor, ci saranno sezioni di pietra da altre parti della Cornovaglia, messe in opera sotto la supervisione di siepi abituati a lavorare con quella particolare pietra. Le siepi saranno sormontate da piante tra cui il biancospino.

Il progetto, che ha ricevuto finanziamenti da una vasta gamma di organizzazioni tra cui il consiglio della Cornovaglia, l'Arts Council England e il National Lottery Heritage Fund, è stato lanciato per celebrare il 60° anniversario della Cornwall Area of ​​Outstanding Natural Beauty nel 2019.

Non sarà completato a breve. Ma Coleman ha sostenuto che era meglio così e ha detto che l'espressione del West Country "dreckly" - che letteralmente si traduce come "direttamente" ma in realtà significa in un momento non specificato nel futuro - era una buona parola da usare. "Quando costruisci qualcosa che duri 4.000 anni, è meglio che tutto venga fatto in modo sdolcinato".

Questo articolo è stato modificato il 15 gennaio 2021. Una versione precedente indicava che le siepi erano sormontate da piante "compresi il biancospino e il biancospino", ma questi sono nomi diversi per la stessa pianta.


'Si tratta di trovare te stesso': gli hedgers della Cornovaglia pianificano un labirinto da record

In alto su una brughiera della Cornovaglia, sta prendendo forma un'opera d'arte vivente e respirante progettata per durare migliaia di anni.

Chiamato Kerdroya, il pezzo è un labirinto, annunciato come il più grande del suo genere al mondo e costruito con siepi della Cornovaglia, che sono una combinazione unica di pietra e vegetazione.

I basamenti delle siepi, i massi di fondazione, o "grounders", sono a posto, essendo stati tirati fuori dalle secche del vicino lago di Colliford a cavallo e in slitta.

Non appena il Covid lo permetterà, centinaia di persone, tra scolari, gente del posto e volontari, aiuteranno a costruire e piantare le siepi, creando un classico labirinto di 56 metri di diametro.

In primavera, si spera che il sito venga trasformato in una "università all'aperto della copertura della Cornovaglia" con un programma di formazione supportato dalla Gilda dei siepi della Cornovaglia che trasmette l'antica arte alla generazione successiva. Più di 60 apprendisti hedgers della Cornovaglia lavoreranno nel labirinto, imparando dagli esperti.

Il direttore del progetto, Will Coleman, ha affermato che le siepi della Cornovaglia sono una "meraviglia non celebrata". Ha detto che il labirinto non sarebbe un'attrazione turistica ma un "pezzo di land art" che fornirebbe un luogo di tranquilla contemplazione.

"Penso davvero che questo sia il progetto ideale per questi tempi", ha detto. "Lo costruiremo, poi lo pianteremo e poi ce ne andiamo, lasciamo che diventi ciò che diventa, diciamo alla natura: 'Vai, divertiti con quello.'"

I massi della fondazione sono stati trasportati da cavallo e slitta. Fotografia: progetto Kerdoya

Una ripresa aerea delle fondamenta. Fotografia: progetto Kerdoya

Un laboratorio di copertura. Fotografia: progetto Kerdoya

Si ritiene che alcune siepi della Cornovaglia abbiano 4.000 anni, il che le rende una delle più antiche strutture create dall'uomo ancora utilizzate per il loro scopo originale.

Non sono né una siepe né un muretto a secco. Nell'est della contea è più probabile che abbiano arbusti in cima nell'estremo ovest spazzato dal vento e dalle intemperie, possono essere costituiti da terra e pietre pesanti.

Ma tutti i tipi di siepe della Cornovaglia sono ricchi di vita vegetale e animale e in primavera e in estate spesso un tripudio di colori, che ospita 600 tipi di piante da fiore.

I creatori di Kerdroya (una parola della Cornovaglia che potrebbe essere tradotta approssimativamente come castello di svolte) chiariscono anche che è un labirinto, non un labirinto. "Un labirinto significa perdersi", ha detto Coleman. "Questo labirinto riguarderà la ricerca di te stesso."

Coleman dice che ci sono labirinti più grandi, ma crede che Kerdroya, che è stato creato in un parcheggio in disuso vicino alla A30, sarà il più grande labirinto classico del mondo. "Almeno nessuno mi ha parlato di uno più grande", ha detto.

I visitatori seguiranno un unico percorso tortuoso attraverso il labirinto. Mentre la maggior parte della materia prima proverrà da Bodmin Moor, ci saranno sezioni di pietra da altre parti della Cornovaglia, messe in opera sotto la supervisione di siepi abituati a lavorare con quella particolare pietra. Le siepi saranno sormontate da piante tra cui il biancospino.

Il progetto, che ha ricevuto finanziamenti da una vasta gamma di organizzazioni tra cui il consiglio della Cornovaglia, l'Arts Council England e il National Lottery Heritage Fund, è stato lanciato per celebrare il 60° anniversario della Cornwall Area of ​​Outstanding Natural Beauty nel 2019.

Non sarà completato a breve. Ma Coleman ha sostenuto che era meglio così e ha detto che l'espressione del West Country "dreckly" - che letteralmente si traduce come "direttamente" ma in realtà significa in un momento non specificato nel futuro - era una buona parola da usare. "Quando costruisci qualcosa che duri 4.000 anni, è meglio che tutto venga fatto in modo sdolcinato".

Questo articolo è stato modificato il 15 gennaio 2021. Una versione precedente indicava che le siepi erano sormontate da piante "tra cui biancospino e biancospino", ma questi sono nomi diversi per la stessa pianta.


'Si tratta di trovare te stesso': gli hedgers della Cornovaglia pianificano un labirinto da record

In alto su una brughiera della Cornovaglia, sta prendendo forma un'opera d'arte vivente e respirante progettata per durare migliaia di anni.

Chiamato Kerdroya, il pezzo è un labirinto, annunciato come il più grande del suo genere al mondo e costruito con siepi della Cornovaglia, che sono una combinazione unica di pietra e vegetazione.

I basamenti delle siepi, i massi di fondazione, o "grounders", sono a posto, essendo stati tirati fuori dalle secche del vicino lago di Colliford a cavallo e in slitta.

Non appena il Covid lo permetterà, centinaia di persone, tra scolari, gente del posto e volontari, aiuteranno a costruire e piantare le siepi, creando un classico labirinto di 56 metri di diametro.

In primavera, si spera che il sito venga trasformato in una "università all'aperto della copertura della Cornovaglia" con un programma di formazione supportato dalla Gilda dei siepi della Cornovaglia che trasmette l'antica arte alla generazione successiva. Più di 60 apprendisti hedgers della Cornovaglia lavoreranno nel labirinto, imparando dagli esperti.

Il direttore del progetto, Will Coleman, ha affermato che le siepi della Cornovaglia sono una "meraviglia non celebrata". Ha detto che il labirinto non sarebbe un'attrazione turistica ma un "pezzo di land art" che fornirebbe un luogo di tranquilla contemplazione.

"Penso davvero che questo sia il progetto ideale per questi tempi", ha detto. "Lo costruiremo, poi lo pianteremo e poi ce ne andiamo, lasciamo che diventi ciò che diventa, diciamo alla natura: 'Vai, divertiti con quello.'"

I massi della fondazione sono stati trasportati da cavallo e slitta. Fotografia: progetto Kerdoya

Una ripresa aerea delle fondamenta. Fotografia: progetto Kerdoya

Un laboratorio di copertura. Fotografia: progetto Kerdoya

Si ritiene che alcune siepi della Cornovaglia abbiano 4.000 anni, il che le rende una delle più antiche strutture create dall'uomo ancora utilizzate per il loro scopo originale.

Non sono né una siepe né un muretto a secco. Nell'est della contea è più probabile che abbiano arbusti in cima nell'estremo ovest spazzato dal vento e dalle intemperie, possono essere costituiti da terra e pietre pesanti.

Ma tutti i tipi di siepe della Cornovaglia sono ricchi di vita vegetale e animale e in primavera e in estate spesso un tripudio di colori, che ospita 600 tipi di piante da fiore.

I creatori di Kerdroya (una parola della Cornovaglia che potrebbe essere tradotta approssimativamente come castello di svolte) chiariscono anche che è un labirinto, non un labirinto. "Un labirinto significa perdersi", ha detto Coleman. "Questo labirinto riguarderà la ricerca di te stesso."

Coleman dice che ci sono labirinti più grandi, ma crede che Kerdroya, che è stato creato in un parcheggio in disuso vicino alla A30, sarà il più grande labirinto classico del mondo. "Almeno nessuno mi ha parlato di uno più grande", ha detto.

I visitatori seguiranno un unico percorso tortuoso attraverso il labirinto. Mentre la maggior parte della materia prima proverrà da Bodmin Moor, ci saranno sezioni di pietra da altre parti della Cornovaglia, messe in opera sotto la supervisione di siepi abituati a lavorare con quella particolare pietra. Le siepi saranno sormontate da piante tra cui il biancospino.

Il progetto, che ha ricevuto finanziamenti da una vasta gamma di organizzazioni tra cui il consiglio della Cornovaglia, l'Arts Council England e il National Lottery Heritage Fund, è stato lanciato per celebrare il 60° anniversario della Cornwall Area of ​​Outstanding Natural Beauty nel 2019.

Non sarà completato a breve. Ma Coleman ha sostenuto che era meglio così e ha detto che l'espressione del West Country "dreckly" - che letteralmente si traduce come "direttamente" ma in realtà significa in un momento non specificato nel futuro - era una buona parola da usare. "Quando costruisci qualcosa che duri 4.000 anni, è meglio che tutto venga fatto in modo sdolcinato".

Questo articolo è stato modificato il 15 gennaio 2021. Una versione precedente indicava che le siepi erano sormontate da piante "tra cui biancospino e biancospino", ma questi sono nomi diversi per la stessa pianta.


'Si tratta di trovare te stesso': gli hedgers della Cornovaglia pianificano un labirinto da record

In alto su una brughiera della Cornovaglia, sta prendendo forma un'opera d'arte vivente e respirante progettata per durare migliaia di anni.

Chiamato Kerdroya, il pezzo è un labirinto, annunciato come il più grande del suo genere al mondo e costruito con siepi della Cornovaglia, che sono una combinazione unica di pietra e vegetazione.

I basamenti delle siepi, i massi di fondazione, o "grounders", sono a posto, essendo stati tirati fuori dalle secche del vicino lago di Colliford a cavallo e in slitta.

Non appena il Covid lo permetterà, centinaia di persone, tra scolari, gente del posto e volontari, aiuteranno a costruire e piantare le siepi, creando un classico labirinto di 56 metri di diametro.

In primavera, si spera che il sito venga trasformato in una "università all'aperto della copertura della Cornovaglia" con un programma di formazione supportato dalla Gilda dei siepi della Cornovaglia che trasmette l'antica arte alla generazione successiva. Più di 60 apprendisti hedgers della Cornovaglia lavoreranno nel labirinto, imparando dagli esperti.

Il direttore del progetto, Will Coleman, ha affermato che le siepi della Cornovaglia sono una "meraviglia non celebrata". Ha detto che il labirinto non sarebbe un'attrazione turistica ma un "pezzo di land art" che fornirebbe un luogo di tranquilla contemplazione.

"Penso davvero che questo sia il progetto ideale per questi tempi", ha detto. "Lo costruiremo, poi lo pianteremo e poi ce ne andiamo, lasciamo che diventi ciò che diventa, diciamo alla natura: 'Vai, divertiti con quello.'"

I massi della fondazione sono stati trasportati da cavallo e slitta. Fotografia: progetto Kerdoya

Una ripresa aerea delle fondamenta. Fotografia: progetto Kerdoya

Un laboratorio di copertura. Fotografia: progetto Kerdoya

Si ritiene che alcune siepi della Cornovaglia abbiano 4.000 anni, il che le rende una delle più antiche strutture create dall'uomo ancora utilizzate per il loro scopo originale.

Non sono né una siepe né un muretto a secco. Nell'est della contea è più probabile che abbiano arbusti in cima nell'estremo ovest spazzato dal vento e dalle intemperie, possono essere costituiti da terra e pietre pesanti.

Ma tutti i tipi di siepe della Cornovaglia sono ricchi di vita vegetale e animale e in primavera e in estate spesso un tripudio di colori, che ospita 600 tipi di piante da fiore.

I creatori di Kerdroya (una parola della Cornovaglia che potrebbe essere tradotta approssimativamente come castello di svolte) chiariscono anche che è un labirinto, non un labirinto. "Un labirinto significa perdersi", ha detto Coleman. "Questo labirinto riguarderà la ricerca di te stesso."

Coleman dice che ci sono labirinti più grandi, ma crede che Kerdroya, che è stato creato in un parcheggio in disuso vicino alla A30, sarà il più grande labirinto classico del mondo. "Almeno nessuno mi ha parlato di uno più grande", ha detto.

I visitatori seguiranno un unico percorso tortuoso attraverso il labirinto. Mentre la maggior parte della materia prima proverrà da Bodmin Moor, ci saranno sezioni di pietra provenienti da altre parti della Cornovaglia, messe in opera sotto la supervisione di siepi abituati a lavorare con quella particolare pietra. Le siepi saranno sormontate da piante tra cui il biancospino.

Il progetto, che ha ricevuto finanziamenti da una vasta gamma di organizzazioni tra cui il consiglio della Cornovaglia, l'Arts Council England e il National Lottery Heritage Fund, è stato lanciato per celebrare il 60° anniversario della Cornwall Area of ​​Outstanding Natural Beauty nel 2019.

Non sarà completato a breve. Ma Coleman sostenne che era meglio così e disse che l'espressione del West Country "dreckly" - che letteralmente si traduce come "direttamente" ma in realtà significa in un momento non specificato nel futuro - era una buona parola da usare. "Quando costruisci qualcosa che duri 4.000 anni, è meglio che tutto venga fatto in modo sdolcinato".

Questo articolo è stato modificato il 15 gennaio 2021. Una versione precedente indicava che le siepi erano sormontate da piante "compresi il biancospino e il biancospino", ma questi sono nomi diversi per la stessa pianta.


'Si tratta di trovare te stesso': gli hedgers della Cornovaglia pianificano un labirinto da record

In alto su una brughiera della Cornovaglia, sta prendendo forma un'opera d'arte vivente e respirante progettata per durare migliaia di anni.

Chiamato Kerdroya, il pezzo è un labirinto, annunciato come il più grande del suo genere al mondo e costruito con siepi della Cornovaglia, che sono una combinazione unica di pietra e vegetazione.

I basamenti delle siepi, i massi di fondazione, o "grounders", sono a posto, essendo stati tirati fuori dalle secche del vicino lago di Colliford a cavallo e in slitta.

Non appena il Covid lo permetterà, centinaia di persone, tra scolari, gente del posto e volontari, aiuteranno a costruire e piantare le siepi, creando un classico labirinto di 56 metri di diametro.

In primavera, si spera che il sito venga trasformato in una "università all'aperto della copertura della Cornovaglia" con un programma di formazione supportato dalla Gilda dei siepi della Cornovaglia che trasmette l'antica arte alla generazione successiva. Più di 60 apprendisti hedgers della Cornovaglia lavoreranno nel labirinto, imparando dagli esperti.

Il direttore del progetto, Will Coleman, ha affermato che le siepi della Cornovaglia sono una "meraviglia non celebrata". Ha detto che il labirinto non sarebbe un'attrazione turistica ma un "pezzo di land art" che fornirebbe un luogo di tranquilla contemplazione.

"Penso davvero che questo sia il progetto ideale per questi tempi", ha detto. "Lo costruiremo, poi lo pianteremo e poi ce ne andiamo, lasciamo che diventi ciò che diventa, diciamo alla natura: 'Vai, divertiti con quello.'"

I massi della fondazione sono stati trasportati da cavallo e slitta. Fotografia: progetto Kerdoya

Una ripresa aerea delle fondamenta. Fotografia: progetto Kerdoya

A hedging workshop. Photograph: Kerdoya project

Some Cornish hedges are believed to be 4,000 years old, making them one of the oldest human-made structures still used for their original purpose.

They are neither a hedgerow nor a dry stone wall. In the east of the county they are more likely to have shrubs on the top in the windswept, weather-battered far west, they may consist of earth and hefty stones.

But all types of Cornish hedge are rich in plant and animal life and in the spring and summer often a riot of colour, home to 600 types of flowering plants.

The makers of Kerdroya (a Cornish word that could be roughly translated as castle of turnings) also make it clear it is a labyrinth, not a maze. “A maze is about getting lost,” said Coleman. “This labyrinth will be about finding yourself.”

Coleman says there are bigger mazes but he believes Kerdroya, which is being created on a disused car park close to the A30, will be the largest classical labyrinth in the world. “At least nobody has told me of a bigger one,” he said.

Visitors will follow a single meandering path through the labyrinth. While most of the raw material will be from Bodmin Moor, there will be sections of stone from other parts of Cornwall, put into place under the supervision of hedgers used to working with that particular stone. The hedges will be topped with plants including whitethorn.

The project, which has received funding from a wide range of organisations including Cornwall council, Arts Council England and the National Lottery Heritage Fund, was launched to celebrate the 60th anniversary of the Cornwall Area of Outstanding Natural Beauty in 2019.

It will not be completed any time soon. But Coleman argued it was better that way and said the West Country expression “dreckly” – which literally translates as “directly” but in fact means at some unspecified time in the future – was a good word to use. “When you are building something to last 4,000 years, everything is better off done dreckly.”

This article was amended on 15 January 2021. A previous version referred to the hedges being topped with plants “including whitethorn and hawthorn”, but these are different names for the same plant.


'It's about finding yourself': Cornish hedgers plan record-breaking labyrinth

High on a Cornish moor, a living, breathing piece of artwork that is designed to last thousands of years is taking shape.

Called Kerdroya, the piece is a labyrinth – billed as the largest of its kind in the world and constructed out of Cornish hedges, which are a unique combination of stone and vegetation.

The footings of the hedges, the foundation boulders, or “grounders”, are in place, having been hauled out of the shallows of the nearby Colliford Lake by horse and sledge.

As soon as Covid allows, hundreds of people, including schoolchildren, local people and volunteers, will help build and plant up the hedges, creating a classical labyrinth 56 metres across.

In the spring, the site will hopefully be turned into an “outdoor university of Cornish hedging” with a training programme supported by the Guild of Cornish Hedgers passing on the age-old art to the next generation. More than 60 apprentice Cornish hedgers are to work on the labyrinth, learning from experts.

The project director, Will Coleman, said Cornish hedges were an “unsung wonder.” He said the labyrinth would not be a tourist attraction but a “piece of land art” that would provide a place of quiet contemplation.

“I really think this is the ideal project for these times,” he said. “We will build it, then plant it and after that, we walk away, let it become what it becomes, tell nature: ‘Off you go, have some fun with that.’”

Foundation boulders were carried by horse and sledge. Photograph: Kerdoya project

An aerial shot of the groundworks. Photograph: Kerdoya project

A hedging workshop. Photograph: Kerdoya project

Some Cornish hedges are believed to be 4,000 years old, making them one of the oldest human-made structures still used for their original purpose.

They are neither a hedgerow nor a dry stone wall. In the east of the county they are more likely to have shrubs on the top in the windswept, weather-battered far west, they may consist of earth and hefty stones.

But all types of Cornish hedge are rich in plant and animal life and in the spring and summer often a riot of colour, home to 600 types of flowering plants.

The makers of Kerdroya (a Cornish word that could be roughly translated as castle of turnings) also make it clear it is a labyrinth, not a maze. “A maze is about getting lost,” said Coleman. “This labyrinth will be about finding yourself.”

Coleman says there are bigger mazes but he believes Kerdroya, which is being created on a disused car park close to the A30, will be the largest classical labyrinth in the world. “At least nobody has told me of a bigger one,” he said.

Visitors will follow a single meandering path through the labyrinth. While most of the raw material will be from Bodmin Moor, there will be sections of stone from other parts of Cornwall, put into place under the supervision of hedgers used to working with that particular stone. The hedges will be topped with plants including whitethorn.

The project, which has received funding from a wide range of organisations including Cornwall council, Arts Council England and the National Lottery Heritage Fund, was launched to celebrate the 60th anniversary of the Cornwall Area of Outstanding Natural Beauty in 2019.

It will not be completed any time soon. But Coleman argued it was better that way and said the West Country expression “dreckly” – which literally translates as “directly” but in fact means at some unspecified time in the future – was a good word to use. “When you are building something to last 4,000 years, everything is better off done dreckly.”

This article was amended on 15 January 2021. A previous version referred to the hedges being topped with plants “including whitethorn and hawthorn”, but these are different names for the same plant.


'It's about finding yourself': Cornish hedgers plan record-breaking labyrinth

High on a Cornish moor, a living, breathing piece of artwork that is designed to last thousands of years is taking shape.

Called Kerdroya, the piece is a labyrinth – billed as the largest of its kind in the world and constructed out of Cornish hedges, which are a unique combination of stone and vegetation.

The footings of the hedges, the foundation boulders, or “grounders”, are in place, having been hauled out of the shallows of the nearby Colliford Lake by horse and sledge.

As soon as Covid allows, hundreds of people, including schoolchildren, local people and volunteers, will help build and plant up the hedges, creating a classical labyrinth 56 metres across.

In the spring, the site will hopefully be turned into an “outdoor university of Cornish hedging” with a training programme supported by the Guild of Cornish Hedgers passing on the age-old art to the next generation. More than 60 apprentice Cornish hedgers are to work on the labyrinth, learning from experts.

The project director, Will Coleman, said Cornish hedges were an “unsung wonder.” He said the labyrinth would not be a tourist attraction but a “piece of land art” that would provide a place of quiet contemplation.

“I really think this is the ideal project for these times,” he said. “We will build it, then plant it and after that, we walk away, let it become what it becomes, tell nature: ‘Off you go, have some fun with that.’”

Foundation boulders were carried by horse and sledge. Photograph: Kerdoya project

An aerial shot of the groundworks. Photograph: Kerdoya project

A hedging workshop. Photograph: Kerdoya project

Some Cornish hedges are believed to be 4,000 years old, making them one of the oldest human-made structures still used for their original purpose.

They are neither a hedgerow nor a dry stone wall. In the east of the county they are more likely to have shrubs on the top in the windswept, weather-battered far west, they may consist of earth and hefty stones.

But all types of Cornish hedge are rich in plant and animal life and in the spring and summer often a riot of colour, home to 600 types of flowering plants.

The makers of Kerdroya (a Cornish word that could be roughly translated as castle of turnings) also make it clear it is a labyrinth, not a maze. “A maze is about getting lost,” said Coleman. “This labyrinth will be about finding yourself.”

Coleman says there are bigger mazes but he believes Kerdroya, which is being created on a disused car park close to the A30, will be the largest classical labyrinth in the world. “At least nobody has told me of a bigger one,” he said.

Visitors will follow a single meandering path through the labyrinth. While most of the raw material will be from Bodmin Moor, there will be sections of stone from other parts of Cornwall, put into place under the supervision of hedgers used to working with that particular stone. The hedges will be topped with plants including whitethorn.

The project, which has received funding from a wide range of organisations including Cornwall council, Arts Council England and the National Lottery Heritage Fund, was launched to celebrate the 60th anniversary of the Cornwall Area of Outstanding Natural Beauty in 2019.

It will not be completed any time soon. But Coleman argued it was better that way and said the West Country expression “dreckly” – which literally translates as “directly” but in fact means at some unspecified time in the future – was a good word to use. “When you are building something to last 4,000 years, everything is better off done dreckly.”

This article was amended on 15 January 2021. A previous version referred to the hedges being topped with plants “including whitethorn and hawthorn”, but these are different names for the same plant.


Guarda il video: PROVA DE AMOR CAPÍTULO 1 PARTE 12 17052021 SEGUNDA-FEIRA (Giugno 2022).