Cocktail di gemme



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Mi era rimasta della frutta in giro per casa e non sapevo cosa farne quindi le ho combinate e ne è uscito qualcosa di delizioso

  • 6 albicocche piccole
  • 3 pesche
  • 2 mele
  • un'arancia
  • 100 ml di acqua
  • 350 g di zucchero

Porzioni: -

Tempo di preparazione: meno di 30 minuti

RICETTA PREPARAZIONE Gemma cocktail:

Sbucciare una zucca, grattugiarla e spremere il succo.

Aggiungere l'acqua e mescolare bene fino a ottenere una pasta di questi frutti, mettere sul fuoco con lo zucchero e far bollire finché non si lega molto bene.


I 15 migliori cocktail estivi per un clima caldo Buzz

Qualunque sia il tuo spirito preferito, queste bevande ti manterranno fresco durante i mesi più caldi.

Un cocktail in estate ha uno scopo singolare: deve farti sentire fresco. Intendiamo cool nel senso letterale della parola. Freddo, come le brezze leggere, gli spruzzi salati dell'oceano e l'aria frizzante dei condizionatori. Freddo, come l'acqua del tubo in quella piscina gonfiabile che potresti o meno aver acquistato in preda al panico mentre guardavi avanti verso un'estate trascorsa in almeno parziale isolamento. Questo è il tipo di freschezza che un Negroni forte porta alla tua serata, o un Julep con menta fresca. Lo troverai in qualsiasi numero di bevande al rum, in particolare quelle ghiacciate come un Pi & ntildea Colada o Pain Killer. È ciò che rende quelle graffette di tequila quando fa caldo (oh sì, è la stagione di Margarita) così dannatamente rinfrescanti.

Queste classiche ricette di cocktail estivi, che vanno da intrugli semplici a intrugli più intensi, sono ideali per bere quando fa caldo. Padroneggia una manciata e mdasha Mojito è particolarmente impressionante e quasi troppo bevibile quando è buono e mdashand avrai un menu di cocktail dell'happy hour memorizzato nel tuo cervello. Quindi disconnettersi, spegnere o riagganciare. Lascia l'ufficio di casa per la tua cucina, il ponte posteriore o l'unità anteriore, dove puoi allattare il cocktail che hai appena miscelato. E, come sempre, stai calmo.

ingredienti

& Toro 2 once. tequila d'argento
& toro 1 oncia. Cointreau
& toro 1 oncia. succo di lime
& sale grosso di bue

Raffreddare un bicchiere da cocktail, quindi strofinare il bordo con succo di lime e immergerlo nel sale grosso. Aggiungi tequila, Cointreau, succo di lime e ghiaccio in uno shaker. Agitare e poi versare nel bicchiere con ghiaccio.

ingredienti

& toro 1 oncia. London dry gin
& toro 1 oncia. Campari
& toro 1 oncia. vermut rosso

Aggiungere gli ingredienti insieme in uno shaker. Mescolare bene con ghiaccio tritato. Filtrare in un bicchiere con cubetti di ghiaccio. Guarnire con un twist di scorza d'arancia.

ingredienti

& toro 1/2 oncia. Vodka
& toro 1/2 oncia. Gin
& toro 1/2 oncia. Rum bianco
& toro 1/2 oncia. tequila d'argento
& toro 1/2 oncia. Cointreau
e toro 3/4 oz. succo di limone
e toro 2 cucchiaini. sciroppo semplice
e toro 3/4 oz. Coca Cola Messicana

Agitare gli ingredienti (tranne la coca cola messicana), quindi filtrare in un bicchiere Collins con ghiaccio tritato. Completare con la Coca Cola e guarnire con un twist di limone.

ingredienti

& toro 2 oz. Rum bianco
& toro 1/2 oncia. succo di lime (spremuto fresco)
& toro 1 cucchiaino. Zucchero super fino
& bull 3 foglie di mentaclub soda o seltz

In un piccolo bicchiere Collins, mescola il succo di lime con 1/2 a 1 cucchiaino. Zucchero super fino. Aggiungere le foglie di menta, schiacciandole contro il bordo del bicchiere. Riempire il bicchiere 2/3 con ghiaccio tritato e versare il rum. Aggiungi il guscio di lime spremuto e completa con la soda club o il seltz.

ingredienti

& toro 2 oz. rum scuro
& toro 1 oncia. succo di lime
& toro 1/2 oncia. orange cura & ccedilao
& toro 1/2 oncia. sciroppo di orzata
e toro 1/8 oz. sciroppo di zucchero candito

Agitare gli ingredienti con ghiaccio tritato in uno shaker freddo. Versare senza filtrare in un grande bicchiere Collins (o tiki mug). Guarnire con mezzo guscio di lime e un rametto di menta.

ingredienti

& bull 2 ​​1/2 oz. Rum
& toro 3 once. succo di ananas
& toro 1 oncia. crema di cocco
& ghiaccio toro

Inizia con il rum. Quindi unire con succo d'ananas non zuccherato (puoi aggiungere 3 once di ananas schiacciato o intero) e crema di cocco in un frullatore. Frulla in alto con una tazza circa di ghiaccio tritato o 5 o 6 cubetti di ghiaccio. Versare in un bicchiere alto. Guarnisci con quello che hai.

ingredienti

& toro 3 once. Bourbon
& bull 5-6 foglie di menta
& toro 1 cucchiaino. bambino

Metti le foglie di menta sul fondo di una tazza di peltro pre-refrigerata e asciutta. Aggiungere lo zucchero e schiacciare leggermente con un pestello. Riempi il bicchiere con ghiaccio tritato finemente, quindi versa 3 once generose di Kentucky bourbon sul ghiaccio. Mescolare energicamente fino a quando il bicchiere non si gela. Aggiungere altro ghiaccio e mescolare ancora prima di servire. Metti alcuni rametti di menta nel ghiaccio per ottenere l'aroma.

ingredienti

& toro 3 once. rum scuro o dorato
e toro 2 1/2 oz. succo di ananas
& toro 1 oncia. succo d'arancia
& toro 1 oncia. crema di cocco

Agitare bene gli ingredienti con ghiaccio nello shaker. Filtrare in un bicchiere da uragano con ghiaccio fresco. Guarnire con noce moscata grattugiata.

ingredienti

& bull 1 bottiglia di vino rosso da tavola
e toro 1/2 bicchiere di brandy
& bull 1/2 cucchiaino di succo d'arancia
& bull 1/2 cucchiaino di succo di melograno
& bull 2 ​​C. acqua frizzante
& bull 1/4 tazza di sciroppo semplice
& fette di arancia toro
& fette di mela toro
& more di toro
e semi di melograno toro

Mescolare tutti gli ingredienti insieme in una brocca. Metti la brocca in frigorifero e lascia riposare per una notte. Per la sangria nei bicchieri. Guarnire con uno spicchio d'arancia.

ingredienti

& toro 1 oncia. rum chiaro
& toro 1 oncia. rum scuro
& toro 1 oncia. Liquore alla banana
& toro 1 oncia. liquore di more
& toro 1 oncia. succo d'arancia
& toro 1 oncia. succo di ananas
& toro spruzzata di granatina

Shakerare tutti gli ingredienti con ghiaccio. Filtrare in un bicchiere con ghiaccio fresco. Guarnire con frutta fresca.

ingredienti

& toro 2 oz. Rum bianco
e toro 1/2 cucchiaino. Zucchero super fino
& toro 1/2 oncia. succo di lime

Spremi il lime nello shaker, aggiungi lo zucchero e poi aggiungi il rum. Shakerare bene con ghiaccio tritato, quindi filtrare in una coppetta da cocktail ben fredda.

ingredienti

& toro 2 oz. Tequila
& toro 1/2 oncia. succo di lime
& bull pizzico di sale
& bull pompelmo soda

Unire la tequila (riposata, preferibilmente), il succo di lime e il sale in un bicchiere alto. Aggiungere il ghiaccio, completare con la soda al pompelmo e mescolare.

ingredienti

& toro 2 oz. rum scuro
& toro 1 oncia. sciroppo al frutto della passione
& toro 1 oncia. succo di limone fresco
& fette di arancia toro
& ciliegie al maraschino di toro

Unire rum, sciroppo di frutto della passione e succo di limone con ghiaccio in uno shaker. Agitare fino a quando non diventa gelido. Versare in un bicchiere uragano riempito con altri cubetti di ghiaccio. Guarnire con fettine di arancia e ciliegie al maraschino.

ingredienti

& toro 2 oz. Vodka
e toro 2-3 once. cocktail di succo di mirtillo rosso
& toro 1/2 oncia. succo di lime
& bull club soda

Versa la vodka, il succo di mirtillo e il succo di lime in un bicchiere Collins con ghiaccio. Mescolata. Completare con la soda club, quindi guarnire con uno spicchio di lime.

ingredienti

& toro 3 once. Gin
& bull 3 spicchi di lime
& toro 4 once. acqua tonica

Aggiungere il gin in un bicchiere highball pieno di ghiaccio. Spremere gli spicchi di lime a piacere. Quindi aggiungere l'acqua tonica e mescolare per amalgamare. Guarnire con uno spicchio di lime.


Cocktail gemma - Ricette

Dal martedì al giovedì dalle 11:00 alle 19:00, venerdì 11:00 alle 17:00 e sabato dalle 22:00 alle 16:00 Siamo chiusi domenica e lunedì.

Per la tua sicurezza e quella degli altri nostri clienti e personale, ti chiediamo rispettosamente di indossare una maschera quando visiti il ​​nostro showroom.

A conduzione familiare dal 1918, The Gem Printing Company serve l'area di New Orleans da 100 anni! Ora tramite Internet stiamo servendo tutti gli Stati Uniti continentali. Vi invitiamo a prendervi il vostro tempo ea navigare nel nostro sito. Siamo sicuri che sarai soddisfatto della nostra qualità, lavorazione e servizio super veloce.

In caso di domande o commenti, per favore e-mail o chiamaci al (504) 834-9580 o (504) 831-1762. La nostra pagina Chi siamo contiene i nostri orari e le informazioni di contatto.

Informazioni sul nostro negozio

A conduzione familiare dal 1918, The Gem Printing Company serve l'area di New Orleans da 100 anni! Ora tramite Internet stiamo servendo tutti gli Stati Uniti continentali. Vi invitiamo a prendervi il vostro tempo ea navigare nel nostro sito. Siamo sicuri che sarai soddisfatto della nostra qualità, lavorazione e servizio super veloce.


Come fare un cocktail Mojito a casa

Vuoi rinfrescarti in stile cubano, ma comodamente da casa tua, non da un bar? Puoi gustare un cocktail Mojito direttamente a casa, da alcuni ingredienti che puoi trovare in qualsiasi supermercato!

E se segui questa ricetta del cocktail Mojito, ottieni 4 porzioni, così puoi condividerle con i tuoi amici in visita.

1. In 4 bicchieri diversi mettete mezzo lime lavato, tagliato in quarti.
2. Aggiungi 1 cucchiaio di zucchero a ogni bicchiere e 4-5 foglie di menta.
3. Schiaccia bene il contenuto del bicchiere con il manico di un cucchiaio o un utensile da cucina più duro.
4. Quindi aggiungere 50 ml di rum in ogni bicchiere, ghiaccio tritato (con un twister o nel robot da cucina) e rabboccare con acqua minerale.
5. Guarnire ogni bicchiere con un po' di menta e servire subito i cocktail Mojito.


Speleologia urbana: Bryant's Cocktail Lounge

Sappiamo entrambi che il Bryant's Cocktail Lounge, 1579 S. 9th St., è tutt'altro che nascosto. In effetti, per quasi un secolo, il posto è stato un fedele sostenitore del South Side, offrendo cocktail artigianali a musica e luci che migliorano l'umore.

Sappiamo entrambi che Bryant & rsquos Cocktail Lounge, 1579 S. 9th St., è tutt'altro che nascosto. In effetti, per quasi un secolo, il posto è stato un fedele sostenitore del South Side, offrendo cocktail artigianali a musica e luci che migliorano l'umore.

Dal luglio 2008, John Dye & ndash, il cui portafoglio di bar ora include anche The Jazz Estate sull'East Side e At Random a Bay View & ndash, si è dedicato alla tradizione.

Quando ha preso il posto del precedente proprietario Debbie Malmberg, il cui padre Carl aveva gestito il posto per alcuni decenni fino alla sua morte, Dye ha promesso di lasciarlo in pace. soprattutto.

& "Noi & # 39 lo abbiamo mantenuto il più vicino possibile all'autentico", ha detto Dye a OnMilwaukee all'epoca. & quotStiamo cercando di far rivivere com'era negli anni '70 quando è stato aperto per la prima volta (nella sua forma attuale). & quot

E 12 anni dopo, si sente ancora allo stesso modo.

Le cabine ei tavoli sono ancora lì, la pannellatura è ancora lì. L'illuminazione è la stessa. Le bevande sono deliziose come sempre. E 'ancora chiamato Bryant & rsquos.

Ma l'età sta facendo il suo lavoro martellando questo edificio della taverna del 19° secolo e ndash all'interno e all'esterno e ndash, quindi Dye lavora costantemente per sistemare e aggiornare il posto senza che nessuno se ne accorga.

& quot"È abbastanza bello così com è,", mi dice mentre siamo nella sala principale durante un tour del posto. & quotStiamo iniziando a fare degli aggiornamenti, ma sappiamo che dobbiamo farlo lentamente e con attenzione. & quot

Questo è perché da quando il proprietario omonimo, Bryant Sharp, ha rilevato nel 1936, Bryant & rsquos è stato amato così com'è.

Prima di Bryant, c'era molta vita in questo edificio.

L'edificio di Bryant & rsquos risale al 1890 circa, e forse anche un po' prima.

Il primo proprietario della proprietà che sono riuscito a trovare è stato Oscar Steinhoff e sua moglie Johanna, che nel 1874 acquistarono un pezzo di lotti contigui e iniziarono a venderne almeno alcuni. Nel 1880 alcuni quando a Carl Limbrecht, mentre nel 1882, altri & ndash incluso il sito del futuro Bryant & rsquos & ndash a George Dantzmann, che lavorava come portiere e viveva in Scott Street, anche se nel 1884 viveva su quello che sembra essere il lotto appena a nord del cocktail lounge.

È interessante notare che un aggiornamento del 1892 di una mappa assicurativa del 1888 rileva che l'edificio sul sito, che sembra essere la struttura attuale, era una panetteria, sebbene non fosse possibile trovare attività del genere a quell'indirizzo negli elenchi cittadini tra il 1887 e il 1894.

Nel 1897, un Adam Tump & ndash che in precedenza aveva gestito un saloon su Plankinton Avenue (allora East Water Street) & ndash aveva acquistato il sito, il che suggerisce che abbia trasferito la sua attività di taverna nell'edificio, anche se nel giro di un paio d'anni è tornato nelle mani di Dantzmann & rsquos, il che potrebbe essere un segno che Tump non è riuscito a vendere un contratto di terra.

Nel 1902, Dantzmann vendette l'edificio alla Fred Miller Brewing Co., che spese immediatamente 800 dollari per sostenere l'edificio con fondamenta in mattoni e aggiungere una piccola aggiunta.

Ha poi affittato il posto a Joseph Lang per un anno, prima che lasciasse il posto al custode del saloon Anton Bialk, che trascorse anche solo un anno dietro il bar prima di partire per prendere un saloon sull'isola di Jones.

Herman Hoerres diresse il posto dal 1905 al 1908, seguito da Mathias (Mathew) Mahnke per due anni, seguito da Rudoph Weber dal 1911 al 1915.

Miller affittò il posto a H. F. Stiemke nel 1915 e due anni dopo notò che il valore dell'attività era di $ 3.631,35 e che l'affitto era del 10 percento di tale importo. Nel 1917, Stiemke aveva vendite di $ 544.

Nello stesso anno, Miller trasferì la proprietà alla Oriental Investment Co., una delle numerose società immobiliari di proprietà della famiglia Miller, attiva nel settore immobiliare. In effetti, furono la famiglia di birrai e le proprietà immobiliari della famiglia che lo aiutarono a sopravvivere ai 13 anni di proibizionismo, che uccisero molti birrifici.

La società ha affittato il posto all'ex produttore di sigari e commerciante di liquori di Mitchell Street Daniel Manning per un negozio di bevande analcoliche dal 1920 al 1922 e nel 1923 Bruno Damling lo ha affittato.

Più tardi, nel 1923, con gli Stati Uniti asciutti già da tre anni, Oriental vendette l'edificio a Herman Zastrow con un contratto di terra e lui e sua moglie Blanche avrebbero posseduto e gestito il posto & ndash prima come un negozio di bevande analcoliche e poi, dopo l'abrogazione , come taverna & ndash fino al 1937.

Herman Zastrow morì nel 1934 e Blanche affittò il saloon alla signora Lottie Wiza (nata Janowiak), che, con suo marito Martin, gestiva anche una taverna al 1720 di W. Lincoln Ave. dagli anni '30 agli anni '40.

Come ho detto prima, Bryant Sharp arrivò nel 1936 e prese in affitto da Zastrow fino a quando non lo acquistò nel 1940.

Bryant fuori sulla 9th Street, intorno agli anni '40 (sopra), e il lato 9th Street oggi (sotto).

Sharp, che ovviamente ha trasformato il posto in quello che è oggi, sia visivamente che esteticamente, sembra aver cambiato cognome, per ragioni sconosciute. Il suo necrologio ha notato che il cognome dei suoi genitori e rsquo era Stremke, e un'altra fonte ha chiamato suo figlio come Conrad Stremp.

Quello che sappiamo di Bryant, oltre al fatto che era appassionato di cocktail, è che è ugualmente appassionato di musica e apparecchiature stereo. Anche oggi, Dye sembra felice come un pugno quando mostra il sistema vintage che rimane in uso oggi.

L'audiofilia di Sharp & rsquos era così famosa che è arrivata anche sui giornali.

Nel 1953, il Sentinel & rsquos Edward P. Haline scrisse:

& quotUn saloon dotato di una riproduzione ad alta fedeltà difficilmente può permettersi di affrontare queste buffonate da un centesimo (jitterbug dai capelli lunghi) deve avere il meglio e il meglio dell'hi-fi è solitamente la musica sinfonica, e anche quella corale. C'è già una di queste taverne in questa città, Bryants, gestita da un geniale amante della musica dai gusti ampi, Bryant Sharp, un tempo barista e barista di navi transatlantiche, che ora si dedica alla coltivazione dell'hi-fi gemuetlichkeit. Bryant ha una vasta selezione di dischi di lunga durata, del valore di circa $ 1.000, secondo le sue stime, ed è il creatore del programma, giudizioso, discreto e persuasivo. Se un cliente si lamenta che una fuga di Bach gli sta strisciando sulla schiena, e questo è il modo in cui a volte ci si sente nella sala del bar trattata acusticamente, Bryant passa piacevolmente a qualcosa come "South Pacific" o un valzer di Strauss. Lo stesso Bryant dice semplicemente che gli piace tutta la musica, ed è particolarmente disposto alle cose grandi e climatiche che solo l'alta fedeltà può catturare in tutti i suoi effetti travolgenti. Quindi lascia cadere la nappe de bar per afferrare un testimone immaginario per il passaggio drammatico. Occasionalmente Bryant deve rifiutare perché alcune clienti, un po 'sensibili a suoni diversi dalla propria voce, non vogliono molta concorrenza.

Secondo una storia sul sito web di Bryant & rsquos, "poco si sa di" Sharp & ndash che Dye suggerisce fosse un pulitore ed estremamente particolare sui dettagli di quasi tutto & ndash & quot;le persone che lo conoscevano lo descrivevano come tranquillo e serio , con talento e passione per la mixology . È accreditato per aver inventato lo scoiattolo rosa, la mosca coda blu e la banshee, tutti e tre diventati molto popolari nel corso della giornata. Era anche noto per mettere insieme sapori unici, che vendeva a compagnie cordiali. & Quot

Nel 1940, Sharp ha speso $ 850 per rimodellare la taverna, compreso il nuovo rivestimento esterno in legno, ricostruire le scale al secondo piano, che è stato trasformato da un appartamento in un altro spazio lounge (più un ufficio) e per spostare i bagni al piano principale . Ha investito altri 1.500 dollari per rinforzare il seminterrato, mettere su un nuovo tetto e un po' di "ristrutturazione generale dell'esterno", secondo un permesso depositato presso la città.

La facciata nel 1957. (FOTO: Città di Milwaukee)

Diciassette anni dopo, ampliò il salone principale racchiudendo un portico sul lato ovest dell'edificio.

Due anni dopo, nell'ottobre 1959, il 61enne Sharp morì e sua moglie Edna gestì il bar per alcuni anni prima di vendere al dipendente di lunga data Carl Malmberg, che tutti chiamavano Pat (nella foto sotto).

Pat ha ribattezzato lo spazio al piano superiore (nella foto sotto nel 1965) Velvet Lounge nel 1968, ma solo tre anni dopo, a St. Patrick & rsquos Day, il fuoco ha squarciato Bryant & rsquos, distruggendo tutto tranne il guscio dell'edificio.

"Mentre molti proprietari di bar guardavano a tale devastazione con disperazione e andavano avanti, Pat ha risposto al fuoco con determinazione per ricostruire Bryant & rsquos meglio di quanto non fosse prima", quot nota che la storia di Bryant & rsquos. & quotHa fatto ricostruire il bar utilizzando solo i migliori materiali e l'artigianato. Ricostruì i registri e sostituì lo stereo Mcintosh con un nuovo modello, ma questa volta li fece placcare in oro. Non badò a spese, volendo che Bryant & rsquos fosse il miglior cocktail lounge della città.

& quotQuando Bryant & rsquos hanno riaperto, è stato proprio questo, il miglior cocktail lounge che Milwaukee avesse mai visto. La maggior parte dei giorni c'era gente che aspettava di essere fatta entrare non appena la lounge si apriva. Nei fine settimana, era raro avere persone in fila intorno all'isolato, in attesa di venire a Bryant & rsquos. Crediamo che il tempo abbia dimostrato che Pat è riuscito nella sua missione. Il bar è ancora incontaminato. & Quot

Dicembre 1971, ristrutturato dopo l'incendio.

Incontaminato è. E l'attenzione ai dettagli nei cocktail, nel mantenere lo spazio e preservarne l'identità, la storia e l'atmosfera sarebbe sicuramente approvata e apprezzata dal suo omonimo fondatore, il sempre così particolare Bryant Sharp.


Per prima cosa ci occupiamo dei gamberi.Se li usate freschi, puliteli bene e sciacquateli sotto l'acqua fredda corrente.Lasciatene 12 pezzi con la coda per la decorazione.

Se lo avete congelato, mettetelo direttamente nell'acqua bollente e, dal momento in cui inizia a bollire, lasciatelo solo per un minuto.

Poi mettete una pentola di acqua bollente e, quando avrà raggiunto il bollore, mettete i gamberi e fate cuocere per un massimo di due minuti, senza esagerare perché diventeranno gommosi, si raffredderanno completamente.

Nel frattempo preparate la salsa.Mescolate la maionese con ketchup, cognac, succo di limone, sale e pepe qb.Al posto del pepe potete mettere qualche goccia di Tabasco.E un po' di salsa Worcestershire dona un gusto particolare al composto.

Quindi tritare i gamberi e mescolarli con la salsa.

Quindi preparate 6 tazze (se ne avete per il cocktail, sono perfette), mettete le foglie di lattuga lavate e asciugate e dividete la composizione in modo uniforme in ciascuna.

Decorate le coppe con i gamberi che avete lasciato con la coda e le fettine di limone.Conservate al freddo fino al momento di servire.Buon appetito!

Se ti ritrovi nel gusto delle ricette di questo blog, ti aspetto tutti i giorni pagina Facebook. Troverai molte ricette pubblicate, nuove idee e discussioni con gli interessati.

* Puoi anche iscriverti a Gruppo di ricette di tutti i tipi. Lì potrai caricare le tue foto con piatti provati e testati da questo blog. Potremo discutere di menù, ricette gastronomiche e molto altro. Tuttavia, vi esorto a seguire le regole del gruppo!

Puoi seguirci anche su Instagram e Pinterest, con lo stesso nome "Ricette di tutti i tipi".


Sommario:

  • Valutazione del colore e della qualità delle pietre preziose blu
  • Pietre preziose blu ideali per l'uso quotidiano
    • Zaffiro
    • Tormalina (Indicolite e Paraíba)
    • Acquamarina
    • spinello
    • Turchese
    • Diamante blu
    • Calcedonio
    • Jeremejevita
    • Dumortier
    • Zaffirina
    • Occhio di falco
    • Giadeite blu
    • tanzanite
    • Pietra di luna
    • Iolite
    • apatite
    • Larimar
    • Benito
    • Zircone
    • Lapislazzuli
    • Topazio
    • Opale
    • lazulite
    • Grandidier
    • Perle Akoya Blu
    • Azzurrite
    • Kyan
    • Labradorite
    • sodalite
    • Silliman
    • Shattuck
    • Smithsonite
    • Viviane
    • Halit
    • emimorfite
    • Scorodite
    • Cavansite

    Valutazione del colore e della qualità delle pietre preziose blu

    I gemmologi valutano il colore considerando tonalità, tono e saturazione. Le pietre preziose hanno spesso una tonalità secondaria oltre a una tonalità primaria. Per le gemme blu, le tonalità secondarie comuni sono il verde e il viola. In generale, è desiderabile una tonalità blu più pura e quando una pietra si allontana ulteriormente dal blu, è meno preziosa. Tuttavia, le gemme blu verdastre e blu violacee sono piuttosto attraenti! Gli zaffiri blu con lievi sfumature violacee sono ancora il colore di punta. Altre gemme, come la tormalina paraíba, mostrano più comunemente tonalità secondarie verdi.

    Come molte gemme blu, questo topazio blu svizzero ha una tonalità verde secondaria. © Custom Made. Usato con permesso.

    Le tonalità blu raggiungono la massima saturazione, o intensità, a toni medio scuri, circa l'85%. Questo è chiamato limite di gamma. La saturazione vivida è un colore strabiliante. I toni più scuri appariranno inchiostro o acciaio, mentre i toni più chiari potrebbero apparire sbiaditi o grigi. Tuttavia, le bellissime gemme blu si presentano in una vasta gamma di toni, dai colori chiari e celesti ai colori scuri e profondi.

    Poche gemme possono rivaleggiare con la profondità del colore di questo zaffiro del Madagascar. © Tesoro della Terra. Usato con permesso.

    I gradi di purezza hanno molta meno importanza nelle gemme blu rispetto alle pietre incolori. Poiché il colore può mascherare le inclusioni, le rende meno evidenti. Tuttavia, evita grandi inclusioni o fratture, poiché queste possono comunque rendere la pietra più fragile. Per le gemme blu dai toni più chiari, un grado di chiarezza leggermente migliore migliorerà l'aspetto della gemma. In questi casi, evita le inclusioni scure, poiché queste saranno immediatamente evidenti in una gemma chiara.

    Le acquamarine sono spesso gemme azzurre molto chiare. Un'inclusione scura in una gemma come questa ne sminuirebbe la bellezza. © Custom Made. Usato con permesso.

    Se stai prendendo in considerazione una gemma blu per un anello di fidanzamento o una gioielleria raffinata, considera la progettazione di un pezzo unico con CustomMade. I loro esperti possono aiutarti a trovare una pietra di alta qualità ed eviterai la scarsa qualità offerta dalla maggior parte dei principali rivenditori (come questo zaffiro eccessivamente scuro di James Allen).

    Pietre preziose blu ideali per l'uso quotidiano

    Se stai cercando una gemma blu per un anello, i seguenti tipi sono la soluzione migliore. Ognuna di queste pietre valuta almeno un 6,5 sulla scala di durezza Mohs, rendendole resistenti ai graffi. Meglio ancora, hanno meno probabilità di rompersi quando cadono accidentalmente o colpiscono un tavolo. Queste dure gemme blu resistono all'uso quotidiano, rendendole ideali per gli anelli di fidanzamento. Con una pulizia regolare, continueranno anche a sembrare belli come il giorno in cui li hai acquistati.

    Zaffiro

    Di gran lunga la gemma blu più popolare per la sfaccettatura, uno zaffiro blu può avere una saturazione molto elevata. Gli impegni reali lo hanno anche reso una delle scelte più popolari per gli anelli di fidanzamento! Questa pietra portafortuna di settembre può presentarsi in qualsiasi colore tranne il rosso (che è rubino), ma le sue tonalità classiche e più conosciute vanno dal blu al viola. Queste tonalità derivano da tracce di titanio e ferro nella struttura cristallina della gemma. Gli zaffiri sono spesso sottoposti a un trattamento termico, che ne migliora la limpidezza e il colore.

    Se uno zaffiro naturale non rientra nella tua fascia di prezzo, prendi in considerazione una pietra creata in laboratorio. Questi hanno la stessa durata e bellezza delle pietre naturali, ma ad una frazione del prezzo.

    Brillanti e luminosi, gli zaffiri del Montana hanno comunemente una tonalità verde secondaria, ma questa pietra e la mancanza di un aspetto grigio acciaio di 8217 sono eccezionali. © Tesoro della Terra. Usato con permesso.

    Tormalina (Indicolite e Paraíba)

    Un'opzione moderna per la pietra portafortuna di ottobre, le tormaline sono recentemente aumentate in popolarità e prezzo. Le tormaline si trovano in tutti i colori, ma gli esemplari blu, chiamati indicoliti, sono rari e molto apprezzati. A causa della loro rarità, le gemme indicolite finite conterranno inclusioni e fratture più frequentemente rispetto ad altre varietà di colore di tormalina.

    La maggior parte delle tormaline blu contiene piccole quantità di ferro, che le conferiscono colore. Alcuni indicoliti subiscono un trattamento termico. Questo processo non rilevabile crea un colore più chiaro ma stabile.

    Alcune indicolite brasiliane mostrano un colore intenso noto come & # 8220 Mutaca blue. & # 8221 © Kat Florence. Usato con permesso.

    Alcuni indicolite contengono rame. Queste pietre, trovate per la prima volta in Brasile negli anni '80, furono chiamate "tormalina paraíba" dopo l'area di origine originale. Tuttavia, da allora i minatori hanno scoperto tormaline contenenti rame in altre parti del mondo. Le tormaline Paraíba hanno colori blu-verdi brillanti, simili al neon, che hanno entusiasmato l'industria delle gemme quando sono arrivate sul mercato. Queste gemme subiscono abitualmente un trattamento termico per migliorare il colore e alcune hanno persino un miglioramento della chiarezza simile agli smeraldi.

    Queste tormaline paraíba provengono dalla vena originale nella miniera di Batalha. Sono & # 8217t migliorati con il calore. Una splendida gemma da 4,15 ct si trova nell'anello e il ciondolo porta una pietra da 15 ct. Foto per gentile concessione di Shelly Sergeant, Somewhere in the Rainbow Collection.

    Acquamarina

    Conosciuta per i blu acquosi e i blu-verdi, l'acquamarina non raggiunge mai i toni scuri e l'elevata saturazione di zaffiri e tormaline. Tuttavia, i toni più scuri hanno più valore, anche se la pietra è un po' grigia. In passato, l'amata pietra portafortuna moderna di marzo veniva usata come talismano per proteggere i marinai in mare.

    Queste pietre vengono regolarmente sottoposte a un trattamento termico per ridurre le tonalità verdi, risultando in un blu più puro. Tuttavia, alcune acquemarine non si alterano con questo trattamento e rimangono un insolito ma attraente schiuma di mare blu-verde.

    Pendenti e anello antichi con acquamarina. © La pulce parigina di Hampden. Usato con permesso.

    Spinello

    A lungo trascurato dal pubblico ma preferito dai gemmologi, lo spinello sta lentamente guadagnando il riconoscimento che merita. Recentemente dichiarato un'opzione moderna per la pietra portafortuna di agosto, lo spinello si presenta in un'ampia varietà di colori, incluso il blu. Sebbene molti siano troppo scuri per vedere correttamente il colore, i toni medi di intensa saturazione sono belli da vedere. Gli spinelli color cobalto sono particolarmente apprezzati per i loro colori blu brillanti e intensi. Gli spinelli sintetici, comuni e poco costosi, sono spesso usati come simulanti o imitazioni per molte gemme.

    Harry Tutunjian ha disegnato questo anello, & # 8220Ocean Tides, & # 8221 con uno spinello blu taglio cuscino di 15 carati e un vetro marino colorato che rappresenta le onde. Foto di Darryl Alexander e Sean modista. Immagine per gentile concessione di Shelly Sergeant, Somewhere in the Rainbow Collection.

    Turchese

    Diffuso sia in gioielli economici che in pezzi di design, il turchese è la più popolare tra le gemme blu. Ha una durezza compresa tra 3 e 7,5, a seconda della mineralogia della roccia ospitante. Pertanto, alcuni turchesi sono altamente resistenti ai graffi, ma la maggior parte si graffia facilmente. Una pietra portafortuna di dicembre con un antico simbolismo, il turchese è amato da molti. Tuttavia, il turchese di bassa qualità subisce spesso la stabilizzazione o riceve la tintura per intensificare il suo colore. Alcune imitazioni sono persino vendute come turchese ricostituito. Compratore stai attento.

    Il turchese è comune anche nei gioielli antichi come questo anello, intorno al 1870. © La pulce parigina di Hampden. Usato con permesso.

    Diamante blu

    Sul lato più costoso, i diamanti blu colorati fantasia sono piuttosto rari ma hanno una bella brillantezza e dispersione, o fuoco. Sebbene le gemme di colore naturale raramente raggiungano un'elevata saturazione, le gemme trattate con irraggiamento e calore, o attraverso il processo HPHT, possono avere un colore forte con poco grigio. I diamanti creati in laboratorio possono anche essere blu.

    Questo diamante ha un bel colore ma contiene molte inclusioni. Fancy Intense Blue Diamond HPHT 3 carati taglio Princess # 31854 da R. Rothem Diamonds on Vimeo. Concesso in licenza CC By 3.0.

    Calcedonio

    La bella traslucenza e il basso costo hanno provocato una leggera rinascita nella popolarità del calcedonio. Il calcedonio di colore blu, chiamato crisocolla, può avere sfumature secondarie grigie o lavanda. Una nuova varietà, colorata da nichel e cromo, ha brillanti sfumature blu-verdi. Lo troverai commercializzato come aquapraseâ & # x20AC; & # x2122; I lapidari spesso creano cabochon o intagli da queste pietre per mostrare al meglio il colore e la traslucenza.

    Con un attraente colore blu-verde, aquaprase & # x2122 sta facendo scalpore nella comunità delle gemme. © Sam Woehrmann. Usato con permesso.

    Jeremejevita

    Uno dei minerali più rari al mondo, la jeremejevite si trova solo in pochi luoghi. Gli esemplari di qualità gemma della Namibia mostrano tonalità chiare, blu acquamarina. I cristalli trasparenti di altre località sono rari. Nonostante la sua rarità, alcuni lapidari hanno sfaccettato questa gemma. Con una durezza da 6,5 ​​a 7,5 e nessuna scollatura segnalata, questa gemma ultra rara è abbastanza resistente per essere indossata regolarmente!

    Un raro esemplare sfaccettato di jeremejevite della Namibia. Foto di DonGuennie. Concesso in licenza CC By-SA 4.0.

    Dumortier

    Se preferisci un cabochon più unico, la dumortierite è un'eccellente opzione per gioielli. Dal blu al viola-blu, questo materiale spesso massiccio è raro ma può essere piuttosto bello. La sua rara presenza in forma cristallina significa che pochi pezzi possono essere sfaccettati. In alcuni esemplari, le inclusioni di dumortierite nel quarzo creano strutture affascinanti che ricordano una barriera corallina.

    Le inclusioni fibrose di dumortierite in questo cabochon di quarzo appaiono come fuochi d'artificio nel cielo serale. Anello disegnato da Michael Endlich. Foto di Sarah Francis. © Pavé Fine Jewelry. Usato con permesso.

    Zaffirina

    Chiamato per le tonalità blu che possono assomigliare allo zaffiro, la zaffirina può avere tonalità da chiare a scure, da blu a blu-verde. I cristalli fini e sfaccettati sono rari e da collezione. Alcuni esemplari trasparenti si trovano in Sri Lanka, ma altri locali di solito non producono gemme blu di alta qualità. Tuttavia, con una durezza di 7,5 e una scollatura scadente, questa gemma è durevole e resisterà bene in gioielleria.

    Zaffirina da 1,13 ct. Foto di Donna Rhoads. © D & ampJ Rare Gems, Ltd. Usato con il permesso.

    Occhio di falco

    Con delizioso gaudio, le pietre dell'occhio di falco sono un piacere da osservare. Queste pietre sono la versione blu dell'occhio di tigre. Mentre il ferro ha colorato l'occhio di tigre marrone dorato, questo non si è verificato nell'occhio di falco. Così, il blu titanio della pietra traspare.

    In questo anello architettonico, un cabochon di occhio di falco e # 8217 mostra un acuto chatoyancy. & # 8220Anello a bullone Metropolis & # 8221 © Gina Pankowski. Usato con permesso.

    Giadeite blu

    Una volta uno dei preferiti degli antichi Maya, la giadeite blu è molto rara. Questa pietra, che si trova solo in Guatemala, è spesso un po' grigia. Tuttavia, la giadeite è una delle gemme più dure ed è anche nota per le sue qualità musicali. Se colpisci la giada con un martello, suonerà come una campana!

    Giadeite celeste e quarzo rosa creano una combinazione delicata. © La casa di giada. Usato con permesso.

    Pietre preziose blu da indossare occasionalmente

    Sfortunatamente, non tutte le gemme blu sono dure. Alcuni sono morbidi o inclini a scheggiarsi. Le seguenti gemme sono più adatte per orecchini, pendenti e spille. If you’re creating a ring with one of these gems, use a protective setting to minimize wear.

    Tanzanite

    Found only in a small area of Tanzania, this stone’s popularity has skyrocketed in recent years. Intense blue and violet hues, the result of heat treatment, mimic fine sapphire at a fraction of the price. However, tanzanite can easily chip or break if knocked against a surface. Still, this rare stone makes a beautiful alternative to sapphire.

    This top-quality tanzanite has an intense blue color with slight violet hues. © Aharoni Jewellery. Used with permission.

    Moonstone

    This June birthstone option has an unusual sheen called adularescence. In many specimens, this appears as a cloud of blue floating within a milky white stone. Top-quality moonstone has a bright, medium blue adularescence on a colorless body. Lapidaries usually carve such stones or cab them with high domes. This variety of feldspar is somewhat soft and prone to chipping, so be sure to store it away from other stones.

    Moonstone cabochons often have a high dome to best show adularescence. This ring features a large moonstone with bright blue adularescence with diamond and sapphire accents. © The Gem Vault. Used with permission.

    Iolite

    Though it never reaches the saturation of fine sapphire, iolite can serve as an excellent and inexpensive alternative. With low prices and a lack of known gem treatments, some gemologists consider iolite an underappreciated stone. This gem’s intense pleochroism, appearing dark blue from one angle but light yellow from another, is wonderful to behold. Furthermore, this mineral may have some historical importance. Some historians suspect this was the “Viking Sunstone,” used for navigation at sea. Nevertheless, this stone can break in two if improperly handled.

    This setting will protect its dark and violet blue iolite gem very well. © Aharoni Jewellery. Used with permission.

    Apatite

    The term “apatite” refers to an entire group of minerals. However, you’ll often see it used alone to refer to apatite gems. Though these gems occur in almost any color, the bright, neon blue-green material from Brazil is especially spectacular. Still, apatites are heat sensitive and brittle, so use caution when setting them in jewelry. Never clean them with mechanical or heated cleaning systems.

    Bright blue-green hues in this Caribbean apatite sparkle like tropical waters. © Kat Florence. Used with permission.

    Larimar

    In the Dominican Republic, the fibrous mineral pectolite grows in a dense blue form known as the gemstone larimar. While quite tough, this gem rates at best a 6 on the Mohs hardness scale, making it somewhat prone to scratching. This rare gem makes for a great souvenir and a unique gift for gem collectors.

    A large, dreamy sky blue piece of larimar adorns this pendant, which also features tanzanite accents. © Market Square Jewelers. Used with permission.

    Benitoite

    If a blue diamond is out of your price range, consider benitoite. This gem has more dispersion, or fire, than diamond, and, in spite of its rarity, is less expensive, too! While still not a cheap gem, this unique California stone will turn heads for its deep blue color and bright fire. However, with a hardness of 6.0-6.5, it may develop scratches over time. Due to its brittle nature, this blue stone should be well protected in a jewelry setting.

    This 2.40-ct benitoite has some flaws, but its violet-blue color hides them well. © Earth’s Treasury. Used with permission.

    Zircon

    Another underappreciated gem, zircon has dazzling brilliance and fire. Often confused with the synthetic material cubic zirconia, buyers may overlook this natural stone in favor of another gem. Still, bright blue hues in this modern December birthstone are attractive and often have a strong green component. While this stone may chip, its beautiful sparkle makes it an attractive and affordable choice for jewelry.

    Properly cut zircon gems have a sparkle that few gems can rival. © Pebble Sprout. Used with permission.

    Lapis Lazuli

    With symbolism thousands of years old and bold royal blue hues, lapis lazuli is one of the most popular blue gemstones. While somewhat prone to scratching, lapis is tough and, due to its abundance and low cost, can be easily replaced if damaged. While most of the world prefers a solid, even blue color, some American connoisseurs prefer a smattering of pyrite inclusions, which appear in the dark blue stone like stars in the night sky.

    A smattering of pyrite in this piece of lapis lazuli gives the gem a cosmic appearance. “Transforming Necklace” © Gina Pankowski. Used with permission.

    Topaz

    This November birthstone is best known for reddish and yellow hues, but the advent of irradiation and heat treatment has given rise to inexpensive and attractive blue topaz stones. Treatment produces stable colors in gems that remain perfectly safe for wear. While topaz is somewhat prone to chipping, proper cutting angles should reduce this risk.

    Several trade names describe the color of topaz. This gem is “London blue,” darker in tone than “Swiss blue” and “sky blue,” and has a strong secondary green hue. © Pebble Sprout. Used with permission.

    In a class of its own, this October birthstone is one of the most eye-catching gems. Opal also has a rich folklore. In blue hues, a precious opal’s play of colors can resemble sunlight on the ocean’s surface. Even common opal in blue hues is quite attractive. Nevertheless, these stones are soft and may be scratched when exposed in jewelry. Furthermore, opals from some mines may craze, or crack, when they dry out. Covering an opal with a hard top stone as a triplet will protect it from scratches, and proper care will go a long way in keeping your gem beautiful.

    Swirls of green in this deep blue opal fit perfectly in a pendant design inspired by nature. Pendant design by Michael Endlich. Photo by Sarah Francis. © Pavé Fine Jewelry. Used with permission.

    Lazulite

    Though faceted lazulites are very rare and too brittle for jewelry, cabochons of massive material are more stable. Often mistaken for other blue gemstones, lazulite is difficult both to identify and cut. Still, the attractive blue hues of this gem make for an excellent addition to a collection.

    A dark toned 1.53-ct lazulite. Photo by Donna Rhoads. © D&J Rare Gems, Ltd. Used with permission.

    Grandidierite

    One of the world’s rarest gemstones, gem-quality grandidierite above 2 carats is extremely rare. While most gem specimens are only translucent, a 2016 find in Madagascar is bringing more transparent material to the market. This blue-green stone is resistant to scratching but may chip if knocked or accidentally dropped. With its extreme rarity and high prices, replacing such a stone would be no easy task.

    At over 1-ct and internally flawless, this faceted piece of grandidierite is an item of true rarity. © JL White Fine Gemstones. Used with permission.

    Blue Akoya Pearls

    When most people think of pearls, they think of white or ivory colors. Meanwhile, aficionados have been drooling over rare blue pearls in recent years. These gems have a blue tint but the same coveted luster as white Akoya pearls. In addition, they’re much rarer. Long rejected by pearl farmers, these blue pearls have gained traction. Today, consumers are searching for something natural yet more unusual than a typical white pearl strand. However, like all pearls, blue Akoyas are soft and require special care.

    Strands of baroque blue Akoya pearls with very high luster. © Pearls of Joy. Used with permission.

    Azurite

    Bold blue colors in azurite make it a popular stone for collectors and hobbyists. Often confused with lapis lazuli, this gem often forms with malachite, and lapidaries cut opaque blue and green cabochons from this material. Facetable crystalline material is rare, and cut gems above a carat would be too dark. Still, the intense color lends itself well to cabochons. As with any soft material, store azurite jewelry away from harder stones.

    Azurite cabochons can bring bold color to jewelry, like these earrings. Photo by Deidre Woollard. Licensed under CC By 2.0.

    Kyanite

    Kyanite is an unusual gem. Its hardness varies from 4 to 7.5 on the Mohs scale, depending on the crystal axis. Often a grayish blue, it also usually contains inclusions. Still, some lapidaries have managed to facet kyanite, in spite of its cleavage and designation as a brittle stone.

    Kyanite cabochons in these earrings have attractive, silky inclusions. “Kyanite Comet Earrings” © Gina Pankowski. Used with permission.

    Labradorite

    Certain specimens of labradorite feldspar exhibit a delightful blue sheen when properly oriented. This effect, called labradorescence, arises from twinned mineral planes. When this phenomenon covers the entire stone, the result is spectacular. With low costs and relative abundance, labradorite can be a part of any gem collection.

    With a bright and uniform sheen, this labradorite is sure to turn heads. A paraiba tourmaline adds sparkle and complements the labradorite’s color. © The Gem Vault. Used with permission.

    Sodalite

    Sodalite is another opaque blue option for jewelry. Lapidaries often use this material for carvings, cabochons, and beads. A component of lapis lazuli, sodalite has long been treasured for its lovely color. However, it remains inexpensive, even in large sizes. With a relatively low hardness, it may scratch easily but is unlikely to break.

    Beads of sodalite bring an appropriate color to this mermaid necklace. © Laurel Moon Jewelry. Used with permission.

    Sillimanite

    Sometimes known as fibrolite, due to the fibrous form in which it sometimes occurs, sillimanite can have beautiful crystals. Although fairly hard (6.5-7.5), this material is also brittle and may cleave or fracture easily. This makes it a challenge for lapidaries and a risky choice for jewelry. Though more common as a pale yellow stone, sillimanite can have pale blue hues like a light-tone aquamarine. Most dark blue specimens have been dyed.

    A lightly blue tinted 3.1-ct sillimanite gem adorns this cocktail ring. © Market Square Jewelers. Used with permission.

    Shattuckite

    First discovered in the Shattuck Mine in Bisbee, Arizona, this copper silicate often exhibits colors similar to turquoise. This mineral rarely grows as a large crystal form. Instead, it often pseudomorphs after malachite. While soft and brittle on its own, shattuckite often occurs mixed with quartz in a massive deposit. When this happens, the resulting gem material with bright blue and blue-green colors becomes durable enough for wear.

    Blue and blue-green swirls in this shattuckite stone are mesmerizing. Ring by Leslie Zemenek. Image courtesy of RiverSea Gallery.

    Blue Collector’s Gemstones

    Some gems are best for display only, safe from the bumps and scratches that can arise from jewelry wear. Although these blue gemstones may not be ideal for jewelry, they can bring color and interest to a viewing collection.

    Smithsonite

    Made of zinc carbonate, smithsonite is both brittle and soft. However, faceted stones can exhibit spectacular dispersion. This fire makes it highly desirable for gem enthusiasts. While this mineral can have a variety of colors, blue to blue-green material is a favorite for mineral collectors.

    Blue, banded, and cloudy smithsonite cabochons on display at the Mineralogical Museum, Bonn, Germany. Photo by Ra’ike. Licensed under CC By-SA 4.0.

    Vivianite

    Vivianite is so soft, a fingernail could scratch it! Even more unusual, this mineral darkens when exposed to light. Most specimens come out of the ground colorless or with only a pale green hue. Over time, they can darken into a deep blue. In spite of the challenges vivianite poses, a few lapidaries have succeeded in cutting this gem.

    How long have these vivianite cabochons been exposed to light? Photo by Brittany Tucker. Public Domain.

    Halite

    Possibly the tastiest gem, halite is the mineral term for sodium chloride, best known as salt. Defects in its crystal lattice can result in spectacular royal blue and violet colors. Mineral collectors seek perfect cubic crystals. Due to its solubility, brittleness, perfect cleavage in three directions, and low hardness, lapidaries would have difficulty faceting this stone.

    Deep blue hues and an almost artificial-looking cubic form make blue halite a delightful addition to any collection. © Rob Lavinsky, www.iRocks.com. Used with permission.

    Hemimorphite

    This zinc silicate mineral can show pale to rich blue colors. Crystalline hemimorphite is rare, but some cabochons of massive specimens exist. Some mineral specimens have microcrystalline material, and a few large, facetable crystals have been mined. However, this stone is brittle and soft, so any faceted stones may be best suited to a collection.

    Blue and bright, a hemimorphite like this specimen from China is perfect for any collection. Photo by James St. John. Licensed under CC By 2.0.

    Scorodite

    This iron arsenate mineral is soft and somewhat brittle, making it too fragile for jewelry wear. However, scorodite’s arsenic content may be a better reason not to wear this gem. Although not highly poisonous in its mineral state, exposing scorodite to water (such as sweat) could allow arsenic to leach out. Crystals large enough to facet do occur, though rarely. Nonetheless, lapidaries have used their skills to show off the blue colors of this dangerous mineral. If you choose to cut this stone, take precautions. Don’t inhale any dust or mist and wash your hands thoroughly.

    Gemmy specimens of scorodite from Tsumeb, Namibia. © Rob Lavinsky, www.iRocks.com. Used with permission.

    Cavansite

    Most often found in Pune, India, cavansite crystals can have a beautiful blue hue. However, specimens large and transparent enough to facet are extremely rare. Sometimes druzy or massive cavansite is worn as jewelry. However, these stones are soft and brittle.

    Bright greenish blue cavansite crystals on stilbite from the Pune district, India. Photo by Géry Parent. Licensed under CC By-SA 3.0.


    The Rosemary Hound

    Ingrediente

    • 2 părți de vodka
    • ½ parte suc de grapefruit roz
    • 1 parte sirop (după preferințe)
    • Frunze proaspete de rozmarin
    • 2 felii de grapefruit roz.

    Mod de preparare

    Sucul de grapefruit se amestecă cu vodka, siropul și frunzele proaspete de rozmarin și se pun într-un shaker și se amestecă bine. Se adaugă și gheață mărunțită și se toarnă totul într-un pahar care se ornează cu felii de grapefruit.


    Sex On The Beach

    Tot pentru iubitorii de vară, care au nevoie să își potolească dorul de vacanță, recomandăm și celebrul Sex on The Beach. Acesta este iubit indiferent de sezon, însă bineînțeles că în anotimpul cald este mai potrivit.

    Ingrediente:

    • 200 ml de suc de merișoare
    • 100 ml de suc de portocale
    • 75 ml de vodcă
    • 75 ml de lichior de portocale.

    Mod de preparare:

    Amestecă toate ingredientele cu ajutorul unui shaker. Toarnă apoi cocktail-ul în paharul plin de cuburi de gheață, adaugă un pai și servește într-o companie plăcută. Dacă locuiești singur în această perioadă de distanțare socială, poți savura cocktail-ul în timpul unui apel video cu o persoană dragă.

    Menținerea echilibrului psihic este esențială în această perioadă în care ni se recomandă distanțarea socială, însă asta nu înseamnă că trebuie să uităm de vechile obiceiuri care ne făceau să ne simțim bine. Dacă, de pildă, în fiecare vineri seară ieșeai în oraș cu gașca de prieteni și vă bucurați împreună de câteva cocktail-uri, nu trebuie să renunți la acest obicei. Folosiți aceste rețete de cocktail pentru a vă prepara singuri, în intimitatea propriei case, o băutură savuroasă, de care vă puteți bucura împreună, dar de la distanță, prin intermediul aplicațiilor care permit apeluri video.


    Cocktail de creveti reteta clasica – aperitiv cu creveti si sos cocktail

    Cocktail de creveti reteta clasica – aperitiv cu creveti si sos cocktail. Reteta de salata de creveti cu sos picant din maioneza, ketchup si TABASCO ® sos ardei rosu. Cum se face cocktail de creveti? Cum se face sos cocktail pentru fructe de mare? Aperitiv cu creveti, salata verde, maioneza si sos picant preparat dupa reteta clasica.

    Cred ca toata lumea stie de acest cocktail de creveti (shrimp sau prawn cocktail) devenit celebru in anii 󈨊-󈨔 atat in Europa cat si in Statele Unite. Romanii au auzit mai tarziu de el, vazandu-l mai intai prin reviste, la televizor sau prin filme, la cinema. Este o reteta simpla de salata de creveti asezonata cu un dressing cremos si picant (sos cocktail) si garnisita cu fasii subtiri de salata verde sau iceberg.

    In mod traditional acest cocktail de creveti se serveste ca aperitiv si este montat in pahare sau cupe. Mergand pe firul istoric al acestei salate de creveti am descoperit doua surse ale orginii ei: prima ar fi America anilor 󈧘, in plina prohibitie (de acolo si ideea folosirii paharelor de cocktail) iar a doua, ceva mai recenta, in anii 󈨀, in Marea Britanie. Timp de aproape 3 decenii a tronat in meniul restaurantelor britanice sau americane, fiind considerat o mare „hipstereala” iar acum a devenit un fel clasic, un aperitiv „retro”, foarte gustos de altfel.

    La finalul retetei gasiti un video marca Gordon Ramsay in care prepara acest dish clasic in cadrul unei serii de emisiuni cu retete din anii 󈨊. Chiar el mentioneaza ca acest cocktail de creveti se servea inainte de un alt fel celebru, foarte la moda in acei ani – Steak Diane – antricot de vita cu sos de ciuperci (gasiti reteta aici).

    Gustul tipic al acestui aperitiv cu creveti vine din sosul cocktail care contine maioneza de casa, ketchup (de casa e cel mai bun!), TABASCO ® sos ardei rosu, cognac sau brandy precum si sos Worcestershire (la englezi) respectiv hrean ras la americani. TABASCO ® sos ardei rosu este un „must have” al acestui cocktail de creveti, fara el neexistand aceasta reteta.


    Video: Չիչխանի յուղն ամենաօգտակար միջոցներից է. օգտակար է իմանալ (Agosto 2022).