Ricette di cocktail, liquori e bar locali

C'è ruggine sulla mia ghisa!

C'è ruggine sulla mia ghisa!



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Ti sei mai preparato a cucinare con la tua amata padella in ghisa e hai visto la ruggine come questa? Non lanciarlo. Possiamo aiutare.

OH L'ORRORE!!!

Per prima cosa, calmati. Non buttarlo fuori dalla lavastoviglie che ha inconsapevolmente lavato la tua padella in ghisa con acqua e sapone, che può provocare il caos su una padella altrimenti ben condita. Ecco un rimedio veloce.

Mangiare sano dovrebbe comunque essere delizioso.

Iscriviti alla nostra newsletter quotidiana per altri fantastici articoli e ricette gustose e salutari.

1. Rimuovere la ruggine

Prendi uno strofinaccio asciutto. Applicare una piccola quantità di olio di colza e strofinare sui punti coperti di ruggine. La ruggine dovrebbe scomparire. Se questo non funziona, prendi una spugna di plastica ruvida asciutta (come un Brill) e strofina energicamente. Se questo non ti riesce, prendi la lana d'acciaio e strofina fino a rimuovere la ruggine.

2. Ricondisci il Pan

Ora che hai rimosso con successo la ruggine, se la ghisa grezza mostra (vedrai un colore argento opaco) devi ristagionare la padella. La stagionatura è un processo di stagionatura attraverso il quale i pori del ferro sono sigillati con olio, motivo per cui la ghisa funziona un po' come una padella antiaderente. Per condire, è necessario ricoprire la padella con un sottile strato di olio e cuocerla. Di solito cuocio la mia a 450 gradi Fahrenheit per 20-30 minuti, a seconda delle dimensioni della padella (le padelle più grandi richiedono più tempo).

3. Puliscilo correttamente

Una volta che la tua ghisa è stagionata e hai cucinato il tuo pasto, come la pulisci correttamente?
Regola n. 1: NON usare sapone. Il sapone scompone l'olio, che rovinerà il tuo ottimo lavoro di condimento.
Regola n. 2: NON bagnare la padella. Acqua e olio non si mescolano. L'ammollo per lunghi periodi può annullare il condimento. Basta lavare la padella con acqua tiepida e una spugna ruvida e asciugarla con un asciugamano asciutto. Per garantire che non si arrugginisca nella tua preziosa padella, è sufficiente una rapida asciugatura riscaldata nel forno.

Per ulteriori suggerimenti su come pulire e curare correttamente la ghisa, visita i nostri amici di Lodge. I loro secoli di produzione di ghisa significa che hanno visto tutto e ci rivolgiamo a loro per chiedere aiuto con i nostri problemi di ghisa.


Perché cuocere in ghisa?

Perché cuocere con la ghisa è un'esperienza e una relazione che dureranno oltre la vita.

Attingendo a 125 anni di esperienza, le teglie in ghisa Lodge lavorano al tuo fianco mentre provi, impari, ridi, assaggi e crei momenti memorabili. Non si ammacca, piega o deforma alle alte temperature e può gestire utensili da cucina affilati. Questa teglia è destinata a durare perché la cottura al forno è qualcosa di più che dei bei risultati: si tratta di rendere la vita deliziosa, per generazioni.


Ecco il semplice processo passo passo su come rimuovere la ruggine dalla ghisa:

#1. Misura parti uguali di acqua e aceto bianco

È importante ricordare che non è possibile pulire la ruggine superficiale con il solo aceto. Misura un rapporto 50/50, in base alla tua padella, e mescola insieme in un secchio, una padella, una bacinella o un lavandino separati.

#2. Immergi la tua padella in ghisa arrugginita

Metti i tuoi utensili da cucina in ghisa nella miscela di aceto, in modo che siano completamente coperti. Lasciare in ammollo fino a 8 ore. È importante ricordare che la ruggine potrebbe venire via prima che sia trascorso il periodo di otto ore, quindi è importante controllare la padella ogni mezz'ora. Se la ruggine è stata rimossa, estrai la padella dalla miscela per rimuovere la ruggine dall'aceto.

#3. Rimuovi la ghisa dalla miscela di aceto e strofina via la ruggine residua

Una volta rimossa la padella, devi lavarla subito. Usa uno spazzolino o una spazzola morbida e rimuovi delicatamente ogni residuo di ruggine. Non strofinare troppo forte o danneggerai la superficie. Assicurati di asciugarlo in seguito con un tovagliolo di carta.

#4. Metti la teglia in forno

Una volta asciugata la ghisa, mettila in forno per 30 minuti.

#5. Condisci la tua ghisa

Dopo aver pulito la ghisa, puoi ristagionarla, se necessario. Ecco come stagionare correttamente la ghisa. Questo è un metodo eccellente quando si cerca di ripristinare la ghisa.


Non preoccuparti mai di pulire di nuovo la tua padella in ghisa con questo semplice trucco

Sorpresa! Hai già il detergente magico nella tua cucina.

Sai già quanto può essere rivoluzionaria una padella in ghisa nel tuo repertorio di cucina. È uno degli strumenti più versatili in grado di gestire un'ampia gamma di ricette, dal pane di mais burroso e le carni scottate ai dessert dolci e alle verdure carbonizzate. Per non parlare, le pentole in ghisa possono essere utilizzate sia sui fornelli che in forno. Può anche resistere a temperature incredibilmente elevate in modo da ottenere sempre il perfetto piatto in una padella.

Nonostante tutta la sua versatilità in cucina, però, resta il problema della pulizia. Se le pentole in ghisa fanno parte della tua rotazione settimanale per la cena, abbiamo una buona notizia: non devi ricorrere a una spazzola a setole rigide, bicarbonato di sodio e olio di gomito per pulirla. A quanto pare, la soluzione detergente si trova direttamente nella tua dispensa. E la parte migliore? L'ingrediente a sorpresa svolge il doppio compito di pulire e condire la padella. Tutto ciò di cui hai bisogno sono sale grosso, olio e una patata umile. Esatto, una semplice patata è tutto ciò che ti impedisce di assicurarti che la tua padella duri per le generazioni a venire.

Prima di guidarti attraverso i passaggi per pulire la padella, dovresti sapere che le patate contengono un acido ossalico naturale, che può essere trovato anche in vari prodotti per la pulizia della casa. Inoltre, l'acido agisce come agente dissolvente per pulire la ruggine. Quando tagli la patata a metà, l'umidità combinata con qualcosa di abrasivo come il sale crea uno scrub utile ed economico per eliminare il cibo bloccato.

Secondo PureWow, per pulire la padella, prima ricoprila di sale. Quindi, taglia la patata a metà in modo che si adatti bene al palmo della tua mano. Infine, posiziona la patata, con la carne rivolta verso il basso, sulla padella e strofina con un movimento circolare. Una volta rimossi tutti quei pezzi croccanti, sciacquare con acqua e asciugare bene la padella con un asciugamano. Quando sei pronto per usare di nuovo la padella, preriscalda il forno a 400 gradi e condisci la tua padella strofinandola con uno strato molto sottile di olio prima di metterla in forno o sul piano cottura. Riscaldare per un'ora o fino a quando la padella non è ben calda. Assicurati solo di eliminare l'olio in eccesso dopo che è stato completamente riscaldato.

GUARDA: Come condire una padella in ghisa

Ecco qua: un modo ridicolmente semplice per pulire e condire la tua padella in ghisa con una patata senza pretese. Ora vai avanti con la cottura di Mama&aposs golden brown, Southern Cornbread.


Come rianimare la tua padella di ghisa arrugginita

Tutti hanno uno o due scheletri nell'armadio, e uno di loro potrebbe essere la vergogna segreta di aver lasciato cadere in disuso la tua padella di ghisa. Oppure, ti diamo il beneficio del dubbio e diciamo che ti sei imbattuto in una vendita di garage guidata da un'anima abbastanza disattenta da separarsi dal più grande strumento da cucina conosciuto dall'umanità moderna (e dei vecchi tempi). Fa schifo essere loro / rocce per essere te. Ma prima di iniziare a friggere gli huevos e a girare le frittelle, devi rimuovere la ruggine e lo sporco, quindi condire il metallo in modo che la padella rilasci facilmente il cibo e duri una vita. Questo compito non è così scoraggiante come potrebbe averti fatto credere la Grande Lobby della padella antiaderente.

Abbiamo chiamato Toups’ Meatery chef/proprietario e Top Chef Il preferito dai fan della stagione 13, Isaac Toups, per dimostrare come riportare in vita una padella di ghisa trascurata (dopo di che ha insistito sul fatto che ci riferissimo a lui come "Il negromante di ghisa") e condirla per farla durare una vita.

Ci vuole un po' di pazienza e forza delle braccia per far risorgere una padella arrugginita, anche se sei un muscoloso chef Cajun, ma Toups giura che è tutto per i posteri. Non c'è motivo per cui questa padella non possa durare fino ai tuoi nipotini.

Cosa serve per pulire e stagionare la ghisa arrugginita:

  • Spatola
  • Lana d'acciaio
  • Carta vetrata a grana media
  • Sale
  • Asciugamani da cucina vecchi
  • Olio di semi d'uva
  • Fonte di calore

Guarda il video qui sopra per vedere come Toups fa funzionare la sua magia salva-tegame, quindi impara a pulire il cibo bloccato da una padella di ghisa.


BONUS!

Dato che so che la gente chiederà, ecco come pulire e come condire pentole e padelle in ghisa.

Per pulire la ghisa

Al termine della cottura, raschiare via tutto il cibo avanzato. Puoi usare un legno o un metallo. Non consiglio di impazzire troppo con il metallo perché raschia via il condimento

Quando è ancora caldo, sciacquare con acqua calda (non fredda) e strofinare con una spazzola

Per il cibo bruciato, puoi usare sale grosso per strofinare

Rimetti la padella sul fuoco e accendi il fuoco. Questo lo asciugherà, quindi non ci sarà possibilità di ruggine e lo preparerà per la stagionatura

Per condire la ghisa

Scaldare la ghisa sul fornello finché non è ben calda, ma senza fumare

Versare un po' di olio (di vinaccioli, di oliva, di avocado o di lino) in padella

Strofina l'olio con un vecchio straccio/asciugamano dedicato (a volte uso tovaglioli di scarto che si fanno strada in casa nostra)

Strofinare l'olio su tutto l'interno della padella, i lati, il fondo e il coperchio

Dopo qualche minuto, eliminare l'olio in eccesso

Divertiti e ripeti il ​​condimento dopo ogni (o ogni pochi) usi

Se vuoi passare un'ora della tua giornata ad ascoltare Cowboy Kent Rollins che parla di ogni tipo di manutenzione e consigli sulla ghisa, non te ne pentirai davvero. Sintonizzati qui.

Adesso esco e mi ritrovo delle vecchie padelle in ghisa e gli do nuova vita. Puoi trovarli nei negozi di antiquariato, nei negozi dell'usato, nelle vendite di garage, su eBay o nel tuo gruppo Buy Nothing locale.

Appunta questa immagine qui sotto in modo da non dimenticare mai come far sembrare bella quella vecchia padella in ghisa!


8 consigli infallibili per padroneggiare la cottura in ghisa

C'è il piano cottura 8217, e poi c'è il piano cottura 8217 con una padella in ghisa. E per quelli di noi che vivono e muoiono vicino al trono di spade (ehm, padella), non c'è nessun sostituto. Una padella ben condita può diventare croccante braciole di maiale e pane di mais nello stesso modo. Puoi fare una casalinga croccante di pere e bourbon o elegante tarte tatin in esso, biscotti di peluche o torta tenera. Siamo onesti: è un must in cucina di cui non possiamo proprio fare a meno.

Volevamo andare a fondo di ciò che rende la cucina in ghisa così meravigliosa, quindi abbiamo interrogato la nostra cuoca di cucina di prova Williams Sonoma, Belle English insieme a Kris Stubblefield, la cuoca di cucina di prova per Lodge, il più antico produttore americano di pentole in ghisa. Ecco cosa avevano da dire.

1. Cosa ti piace della cucina in ghisa?

“Amo il colore e il carattere che dona a ciò che stai cucinando. E quanto fa caldo!” dice Belle English. “Aggiunge semplicemente un tocco dinamico al tuo cibo, dal punto di vista del sapore e della consistenza. E più è vecchio, meglio diventa. La ghisa di mia madre è più vecchia di me. . . e puoi assaggiarlo.”

2. Per cosa è meglio?

“Onestamente, tutto. Ma i miei "cibi da cucinare in ghisa" sono la bistecca (duh) e il pane di mais (meno duh ma importante!). Le ghise vanno bene per qualsiasi cosa su cui desideri una crosta o un colore immediato,” Belle.

Secondo Lodge Test Kitchen Cook, Kris Stubblefield, "una delle uniche cose che non farò nella mia ghisa è bollire i noodles". La ghisa è un must per rosolare la carne, cuocere al forno, brasare, friggere e molto altro ancora.

3. Come scegli quale tipo di padella si adatta meglio a cibi e piatti diversi?

“Penso alla mia consistenza desiderata e a come pentole diverse influenzeranno la consistenza desiderata. Ad esempio, voglio un bordo morbido sulle mie uova fritte, quindi userò una superficie più delicata come l'antiaderente. O per un soffritto, voglio una conservazione del calore elevata e una rapida rosolare, quindi userò un classico alluminio. Per la bistecca perfetta, voglio una padella calda che mi dia una bella crosta stagionata, quindi è di ghisa fino in fondo,”, dice Belle.

“Un altro vantaggio di una padella in ghisa è la facilità con cui si sposta dal piano cottura al forno,”, spiega Kris. Inoltre, puoi usare qualsiasi tipo di utensile su di esso, a differenza delle pentole antiaderenti perché non ci sono rivestimenti chimici da danneggiare.

4. Quali sono 3 suggerimenti per padroneggiare la cottura in ghisa infallibile?

1) Riscaldare e raffreddare lentamente le pentole in ghisa.

2) Lascia che sia la ghisa a fare la maggior parte del lavoro, ovvero non muoverti o giocherellare con il cibo durante la cottura! Sa cosa fare.

3) Più lo usi, meglio è.

5. Come pulisci la tua padella in ghisa?

“Il mio consiglio più grande è di non lasciare mai asciugare la ghisa all'aria. Arrugginirà e macchierà il tuo piano di lavoro e non te lo perdonerà mai. Asciugalo e puliscilo con l'olio. Oh, e non bagnarlo mai!,” spiega Belle.

6. Qual è il modo migliore per conservarlo?

“Ben condito nella tua (disastrosa) normale pentola e tegame. A casa, tengo praticamente sempre la mia padella in ghisa sul fornello. In questo modo assorbe tutta la sabbia della cucina,”, spiega Belle.

A Kris Stubblefield di Lodge piace anche riporre le sue pentole in ghisa sul piano cottura o su un mobile da cucina, consigliando di conservarle in un luogo asciutto. Inoltre, se stai conservando le tue pentole per un lungo periodo di tempo, è una buona idea usare un tovagliolo di carta per separare i diversi pezzi di ferro. Il tovagliolo di carta assorbirà l'olio in eccesso o l'umidità ambientale", afferma.

7. Hai bisogno di meno condimento, sale o olio in una padella in ghisa rispetto alle altre padelle o no?

“No per il sale e forse per l'olio. A seconda di cosa stai cucinando e di quanti anni ha la tua ghisa, i livelli dell'olio possono cambiare. Inizia sempre con un po' di olio, puoi sempre aggiungerne di più!,” spiega Belle.

8. Qualche mito sulla cucina in ghisa?

Secondo Belle, "Il mito numero 1 è che non puoi usare il sapone sulla ghisa. Un po' di sapone non ha mai fatto male a nessuno. La seconda è che le ghise sono solo per carni e cose. Faccio i panini alla cannella nella mia padella di ghisa, anche torte di mele e biscotti giganti, ohh e pizze profonde. Come disse una volta Cady Heron, ‘Il limite non esiste.'”


Le cose migliori da cucinare nella tua padella in ghisa

C'è un motivo per cui le padelle in ghisa sono un acquisto ricercato - o si trovano nelle vendite di garage e nei negozi dell'usato - e perché gli chef e i cuochi casalinghi si prendono molta cura di mantenere le condizioni delle loro padelle: una padella in ghisa è l'ultimo cavallo di battaglia della tua cucina . Dalla cottura perfetta delle bistecche alla cottura uniforme di un soffice pane di mais, la tua padella in ghisa può fare qualsiasi cosa. Anche le pentole in ghisa sono resistenti. Letteralmente. La loro finitura pesante e robusta significa che non si scheggiano, non graffiano o si consumano come altre pentole.

Che succede? extra la particolarità delle padelle in ghisa è che migliorano solo con il tempo man mano che diventano più condite. In questo caso, il condimento non ha nulla a che fare con il sapore. Invece, si riferisce all'olio che viene cotto nella padella nel tempo. Ciò mantiene la padella antiruggine e crea una finitura antiaderente naturale.

Puoi comprare la tua padella pre-condita per darti un vantaggio (i cibi potrebbero ancora attaccarsi un po' alla tua padella inizialmente). Più spesso cucini con la tua padella in ghisa, più velocemente accumulerai il suo condimento e più facilmente i cibi si libereranno dalla padella.

Se acquisti la tua padella non condita, dovrai fare un passo in più per condirla prima dell'uso. Strofinare e lavare la padella in acqua calda e sapone, quindi, usando un tovagliolo di carta, pulirla con olio neutro (come mais, verdura o colza) e cuocerla in forno caldo, circa 30 minuti a 450 gradi o un'ora a 375 gradi (ripetere un paio di volte).

La manutenzione è fondamentale: pulisci la padella mentre è ancora calda se puoi (un po' di sapone e acqua calda dovrebbe bastare, ma cerca di non strofinare via lo strato di condimento), scaldala sul fornello appena prima che inizi a fumare, e pulisci la padella con un tovagliolo di carta e una piccola quantità di olio. Lasciarlo raffreddare completamente prima di riporlo.

Adoriamo le nostre padelle in ghisa come il nostro cavallo di battaglia in cucina e abbiamo una guida completa a 10 grandi cose da fare nella tua padella in ghisa. Ma ecco una ripartizione di cosa può fare e cosa provare.

Poiché la ghisa è un metallo così denso, potrebbe volerci un po' più di tempo per riscaldarsi, ma vanta una capacità superiore di mantenere la sua temperatura una volta calda. Quel calore costante rende le padelle in ghisa ideali per scottare le proteine ​​e ottenere quell'ambita "crosta" esterna in piatti come la Cast-Iron Skillet Porterhouse Steak di Katie Lee. Aiuta anche con una doratura uniforme in piatti come braciole di maiale provenzali in padella in ghisa e patate (nella foto in alto). Bonus: la tua padella in ghisa passa facilmente dal piano cottura al forno per aiutare a completare la cottura delle proteine ​​dopo aver ottenuto la perfetta rosolatura o doratura iniziale.


Come riparare una padella irregolare o graffiata

Cucinare cibi acidi o seguire procedure di pulizia improprie può danneggiare il condimento sulla padella, creando macchie di metallo opaco, irregolare e dall'aspetto secco all'interno della padella invece del nero liscio e ricco della ghisa ben stagionata. Quando ciò accade, puoi ripristinare la padella seguendo le istruzioni per il Livello 2: Riparazioni minori. Pulire la padella calda con l'olio aiuterà a ristagionare le piccole aree della superficie che sono state danneggiate, uniformando il rivestimento protettivo sulla padella.


Come pulire una griglia in ghisa

Proprio come il tuo forno, è importante mantenere la tua griglia per mantenerla in buone condizioni e pronta per l'uso. Puoi usare sapone o un prodotto per la pulizia a base d'acqua per pulire una griglia e rimuovere il condimento mentre ci sei.

Questa sezione spiega come pulire le superfici delle griglie in ghisa utilizzando una soluzione detergente a base d'acqua. Otterrai una ricetta naturale per la pulizia della griglia che include il bicarbonato di sodio e ti mostreremo anche un eccellente metodo di pulizia della griglia che non utilizza altro che acqua bollente e olio di gomito.

Pulisci la griglia con acqua bollente

L'acqua bollente potrebbe non sembrare molto da sola, ma puoi fare molto con essa. Usalo come un efficace detergente per il forno fatto in casa, come sbloccante per WC e come prodotto per il controllo degli insetti.

Ed è uno dei metodi più efficienti che incontrerai per pulire le griglie in ghisa. L'uso di acqua bollente è anche un ottimo modo per pulire le griglie del barbecue. Come con tutte queste ricette, devi assicurarti di condire la griglia dopo averla lavata.

Pulizia della griglia dell'acqua bollente

  • 6 tazze di acqua bollente
  • Spazzola in filo d'acciaio
  • Lana d'acciaio
  • Panno pulito
  • Raschietto
  • Guanti

Metti la padella in ghisa sul fornello a fuoco alto. Indossa i guanti e riempi il contenitore con qualche centimetro di acqua bollente. Immergi la spazzola per grill nell'acqua.

Strofinare sulla piastra o sulla griglia, bagnando frequentemente la spazzola e rimuovendo le particelle di cibo e altra sporcizia. Pulisci accuratamente tutte le superfici di cottura e risciacqua la griglia con l'acqua alcune volte per rimuovere tutti i detriti. Una volta che la griglia è pulita, asciugatela completamente in un forno caldo.

Pulisci la tua griglia con acqua e bicarbonato di sodio

Se l'acqua da sola non fa il suo lavoro, puoi sempre optare per una soluzione più pesante e rompere il bicarbonato di sodio. Il bicarbonato di sodio ha un'azione pulente abrasiva e chimica, che lo rende perfetto per rimuovere incrostazioni di grasso, sporcizia e ruggine.

Quando lo combini con l'acqua calda, può tagliare praticamente qualsiasi strato di sporco. È la soluzione giusta per pulire le pentole in ghisa bruciate ed eliminare le macchie di cibo senza rimuovere il condimento. Tuttavia, se il condimento si stacca, è altrettanto facile aggiungerlo di nuovo.

Questa soluzione è ideale per pulire le griglie dei fornelli a gas, così come la griglia del barbecue, ma potrebbe essere meglio evitare la spazzola metallica e la lana d'acciaio in modo da non danneggiare il materiale. Va bene anche una spugna o un vecchio straccio.

Detergente per griglia con acqua e bicarbonato di sodio

  • 4 cucchiai di bicarbonato di sodio
  • 2 cucchiai di acqua fredda
  • Secchio di acqua calda
  • 2 cucchiai di detersivo per piatti
  • Lana d'acciaio
  • Spazzola a filo
  • Panno pulito o tovagliolo di carta
  • Raschietto
  • Guanti

Per realizzare questo detergente per metalli fai da te, crea una pasta con acqua fredda e bicarbonato di sodio e usa il panno per applicarlo su tutte le superfici della griglia. Lascia asciugare la miscela di bicarbonato di sodio per alcune ore prima di procedere.

Quindi, usa la spazzola metallica, la lana d'acciaio e il raschietto per pulire accuratamente tutte le superfici di cottura. Applicare la pressione necessaria per le aree particolarmente sporche. Aggiungi il sapone al secchio di acqua calda. Sciacquare la griglia in acqua calda e sapone e asciugare la griglia nel forno.

Se è necessario pulire le griglie della griglia in ghisa rivestite in porcellana, non utilizzare lana d'acciaio poiché si potrebbe danneggiare il materiale. Uno scrubber in nylon funziona meglio su questo tipo di superficie.


I 3 peccati capitali della cura della padella in ghisa (FOTO)

Di tutti i preziosi oggetti della mia cucina, uno dei miei preferiti era probabilmente anche il più economico. Sto parlando, ovviamente, della mia fidata padella in ghisa e dello strato di condimento su di essa. In questo caso, "condire" non significa aggiungere sale e pepe a piacere, condire la ghisa si riferisce al processo di cottura dell'olio sulla superficie della padella, conferendole proprietà antiaderenti naturali.

Quando ottieni una padella in ghisa, prima di cuocerci dentro una sola cosa, inizi il processo di stagionatura. In realtà è semplicissimo: lava la padella con acqua calda e asciugala completamente. Strofinare un po' di olio vegetale o d'oliva sulla superficie della padella e metterla capovolta in un forno a 350 gradi. Fai scorrere una teglia o una teglia più grande sotto per raccogliere eventuali gocce d'olio. Lasciare riposare per un'ora, spegnere il forno e lasciare raffreddare insieme forno e teglia. Boom. È stagionato.

Ora che abbiamo spiegato cosa DEVI fare con la tua padella in ghisa, parliamo delle tre cose che NON dovresti assolutamente fare. Considera questi i tre peccati capitali del possesso di una padella in ghisa.

No, ripeto NON lavare la padella in ghisa con detersivo per i piatti. O qualsiasi sapone. So che ci vuole un po' per abituarsi: ci viene insegnato che tutto deve essere lavato con il sapone per essere pulito, ma per preservare il tuo stagionatura, che è il magico Santo Graal della cottura in padella di ghisa, non puoi strofinare sostanze chimiche aggressive su di esso. Lava la padella SOLO con acqua calda. Mi spingo persino al punto di non usare una spugna.

Se c'è qualcosa sulla tua padella che né l'acqua calda né l'utile incoraggiamento potranno eliminare, asciuga la padella, versaci dentro del sale marino grosso e strofina con quello. È abbastanza forte da rimuovere il cibo bloccato, ma abbastanza delicato da non disturbare il condimento. Quindi sciacquare con acqua calda, asciugare bene e strofinare con olio d'oliva.

Stesso accordo qui come con una spugna graffiante: il tuo obiettivo principale è mantenere intatto il condimento, il che significa che raschiare lungo la superficie di cottura con il metallo qualsiasi cosa è un grande no-no. Spatole in plastica o silicone e utensili in legno sono i tuoi strumenti preferiti per la cottura in ghisa. Di solito puoi cavartela con le pinze di metallo, a patto che tu tocchi semplicemente il cibo e non scherzi con la padella.

Una nota importante: Se accade l'impensabile e alcune macchie nere di condimento iniziano a sfaldarsi, non devi buttare via la padella. Tuttavia, devi lavare bene la cosa, strofinare con sale e ri-condire, proprio come la prima volta.