Ricette di cocktail, liquori e bar locali

Le 8 diete più folli di Beyoncé

Le 8 diete più folli di Beyoncé


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Limonata piccante allo sciroppo d'acero, acqua salata e allenamenti senza sosta: i segreti dietro il corpo di Beyoncé

DFree / Shutterstock

Beyoncé non manca mai di apparire impeccabile. Che si esibisca sul palco con indosso un body e calzamaglia scintillanti, posa in bikini o esce sul tappeto rosso con un abito da ballo trasparente, la sua figura è fonte di forti attacchi di invidia per il corpo da parte delle donne di tutto il mondo. il mondo. Però, Beyoncé è sempre la prima a spiegare che la sua figura non le viene facilmente. Ha ripetutamente affermato nelle interviste che non è naturalmente magra e che deve lavorare sodo per mantenere il suo corpo in forma. Mantenere quelle curve richiede duro lavoro e attenzione. Ogni. Separare. Giorno.

Le 8 diete più folli di Beyoncé

DFree / Shutterstock

Beyoncé non manca mai di apparire impeccabile. Giorno.

Cheat Meal di Beyoncé

istockphoto.com

Lo abbiamo pensato con un solo imbroglio giorno una settimana, stavamo bene. Apparentemente no. Beyoncé si limita al massimo a imbrogliare pasto una settimana, e questo pasto normalmente consiste in un paio di fette di Pizza e un bicchiere di vino. Probabilmente non avremmo dovuto mangiare tutta la pizza e in qualche modo finire quella bottiglia di vino martedì sera.

La dieta quotidiana di Beyoncé

La dieta quotidiana di Beyonce è abbastanza folle per noi: strapazzate albumi o un frullato di verdure a colazione, a pranzo ea cena pesce con verdure al vapore. Ci mancano alcuni carboidrati e un po' di zucchero lì. Sappiamo per certo che mangiarlo ogni giorno non sarebbe davvero molto divertente.

L'assunzione di acqua di Beyoncé

istockphoto.com

Mentre facciamo del nostro meglio per bere i due litri e mezzo consigliati di acqua al giorno, Beyoncé è impegnata a consumare un gallone di acqua al limone, tutti i giorni. Lei giura che questa quantità di acqua è ciò di cui ha bisogno per idratare, disintossicare e rinfrescare la sua mente e il suo corpo.

La routine di allenamento di Beyoncé

A. Ricardo / Shutterstock

Il tempo di allenamento settimanale di Beyoncé aggiunge fino a 70 ore a settimana. Sì, 70 ore settimanali. È più tempo di quello che passi al lavoro e più tempo di quello che passi a dormire. Cinque giorni alla settimana, si allena con un personal trainer per sollevare pesi, correre e fare altri esercizi cardio. Una volta alla settimana, si allunga in a yoga classe, e la maggior parte dei giorni trascorre fino a nove ore alla volta lavorando a provare la sua coreografia. Siamo stanchi solo a pensare a tutto questo.

Dieta sciroppo d'acero

Questa è probabilmente la dieta più discussa degli ultimi anni. L'annuncio di Beyoncé di aver perso 20 sterline in meno di due settimane ci ha fatto supplicare tutti di scoprire perché. La risposta è stata questa sciroppo d'acero dieta, altrimenti nota come Master Cleanse. Questa dieta consiste nello scambiare tutto il cibo e le bevande con un intruglio di limonata piccante a base di limoni, sciroppo d'acero di grado B e pepe di Caienna. Bevi questo nove volte al giorno, magari accompagnato da un quotidiano sale a filo — un bicchiere di acqua salata - per tutti i giorni che puoi sopportare, e potresti avere una figura come Beyoncé. Probabilmente saresti anche affamato, scontroso e malato. Non ti consigliamo di provarlo a casa.

Proteine ​​post-gravidanza

Dopo aver dato alla luce Blue Ivy Carter nel 2012, Beyoncé desiderava disperatamente riavere la sua figura il più rapidamente possibile. La sua soluzione era un'intensa dieta ricca di proteine ​​e riprendere la sua routine di allenamento che richiedeva tempo. In questo regime, la colazione prevedeva albumi d'uovo strapazzati, il pranzo fette di tacchino e capperi, gli snack erano cetrioli con aceto e limone, e la cena era sashimi di coda gialla con jalapeños e wasabi. Di tanto in tanto, si concedeva un yogurt gelato.

Pranzo al pomodoro e cetriolo

istockphoto.com

La prima dieta davvero pazza di Beyoncé è stata scoperta ai tempi di Destiny's Child. Ha attraversato una fase in cui ha mangiato solo sei fette di pomodoro e quattro fette di cetriolo per pranzo. Sì, era davvero tutto. Sei fette di pomodoro e quattro fette di cetriolo. Non siamo nemmeno tentati di fare un tentativo: non ce la faremo a superare il pomeriggio in base a quello.

Sfida vegana di 22 giorni

Se la regina B vuole perdere peso in un modo leggermente meno folle, concedendosi più di due settimane e non mirando a perdere 20 chili, si rivolge a seguire una rigida dieta vegana per 22 giorni. Secondo quanto riferito, ci vogliono 21 giorni per rompere un'abitudine, quindi 22 giorni di vegano mangiare dovrebbe essere sufficiente per cambiare la tua solita routine alimentare. La sua ossessione per questa tattica dimagrante è ciò che l'ha portata a lanciare "22 giorni di nutrizione,” il suo servizio di consegna pasti vegani, con il suo trainer Marco Borges.


La dieta vegana di 22 giorni di Beyonce: l'ho provata e ho perso 8 chili

A parte la perdita di peso, evitare carne, latticini, soia e glutine ha avuto un grande impatto.

La sfida alla dieta vegana di Beyonce per i fan

— -- La mia famiglia festeggia i traguardi più importanti andando alle steakhouse e ordinando come se non dovessimo mai più mangiare.

Negli ultimi dieci anni o giù di lì, siamo stati particolarmente fortunati: ho cantato "Happy Birthday" a mio fratello alla Peter Luger Steak House e al Palm di New York City, dove vivo. Ho brindato all'anniversario di matrimonio dei miei genitori al Precinct nella mia città natale di Cincinnati, Ohio. Ho segnato la mia laurea al Gibsons a Chicago e mia sorella a St. Elmo a Indianapolis.

Per me, una cena a base di bistecca golosa con insalate ricoperte di salsa al formaggio blu, patate al forno cariche e bottiglie di vino rosso significa che la vita è bella.

Ho sempre pensato che le celebrità non mangiassero così, anche nelle occasioni felici, ed è così che rimangono così magre. Dopotutto, la vita è piena di compromessi. Ma dopo che Beyoncé si è presentata al Met Gala con questo aspetto, lo ammetto, ero curioso: come può un essere umano avere quell'aspetto? Cosa deve fare qualcuno per ottenere quel tipo di corpo?

Ecco la risposta: ha lavorato per anni con il fisiologo Marco Borges e ha persino scritto l'inizio del suo nuovo libro, "The 22-Day Revolution". Borges sostiene una dieta a base vegetale e crede che se ci vogliono 21 giorni per cambiare un'abitudine, i devoti devono diventare vegani e senza alcol per 22 giorni. Suggerisce anche di evitare soia e glutine.

È restrittivo, sì, ma secondo Beyoncé, che ha lanciato una linea di cibi pronti con Borges all'inizio di quest'anno, funziona. Quindi, in nome del giornalismo - e della stagione dei costumi da bagno - ho accettato di fare un giro.

Per fare questa sfida, avevo due scelte: potevo ordinare i pasti preparati da Borges e Beyoncé o farli io. Ho scelto quest'ultima strada per alcuni motivi, ma principalmente perché non pensavo che il microonde avrebbe portato il mio cibo ad abitudini più sane a lungo termine. (Era anche perché tre pasti al giorno per tre settimane sarebbero costati circa $ 600.)

Ho imparato rapidamente che nemmeno il percorso fai-da-te era economico. Ho sborsato più di 200 dollari durante il mio primo viaggio al supermercato. Tra i miei acquisti c'era un barattolo da 9 dollari di burro di mandorle e una lattina altrettanto costosa di tahini che rimane chiusa. Borges consiglia prodotti biologici per la "sporca dozzina", tra cui mele, pomodorini e peperoni, e anche se ho rifiutato l'uva biologica da $ 14, per lo più ho rispettato.

Con un frigorifero pieno di prodotti freschi e un armadio pieno di circa 12.000 tipi di fagioli, mi sentivo pronto per partire. Tre settimane dopo e otto chili in meno, posso riferire che Beyoncé lo era soprattutto dire la verità su questa dieta. Ecco cosa intendo:

"Ho pensato . Mi sentirei privato e odierei il cibo, mi perderei ristoranti e feste, mi verrebbe il mal di testa e sarei irritabile, ecc. Mi sbagliavo su tutto questo”. - Beyoncé

Questo è vero a metà. All'inizio mi sentivo privato e odiavo il cibo. Soprattutto, mi odiavo per aver accettato di fare questo esperimento. Chi credevo di essere? Senza una gamba morale su cui reggersi, era travolgente. Quale vegano indossa la pelle?!

"Beyoncé è una bugiardo", ho dichiarato a chiunque volesse ascoltarmi. Il problema per me era la pressione per seguire il piano alimentare delineato nel libro. Non c'era modo che potessi bilanciare la mia carriera, una vita sociale e gli altri miei obblighi con cucinare la cena, preparare colazione e preparare il pranzo da portare in ufficio tutto in una volta. Ho quasi gettato il libro dall'altra parte della stanza quando una ricetta del pranzo richiedeva formaggio di anacardi fatto in casa. Nota a margine: dovresti anche allenarti ogni giorno, ruotando cardio e stretching con allenamento di resistenza Buona fortuna con tutto questo.

Mi sono sfogato con la mia amica Tracey Lemle, un allenatore di salute certificato che gestisce Kale con un lato di patatine fritte. Un modo per avvicinarsi, suggerì, era pensare a cosa volevo mangiare e trovare una ricetta nel libro che soddisfacesse quel desiderio. Attieniti ai principi della dieta, ma fallo funzionare per te, ha detto. Questo dovrebbe essere divertente.

Potrebbe essere stata una violazione delle regole, ma ha aiutato: se volevo il messicano, c'erano i tacos alle noci. (Un amico ha dichiarato che sembravano "un incubo", ma io li adoravo.) Thai? Curry vegetale. Italiano? Pasta senza glutine. Il trucco consisteva nel mangiare e nel rendere il pranzo il pasto più sostanzioso - una sfida per uno come me, che tende a fare dell'insalata un contorno a cena piuttosto che l'evento principale.

Tuttavia, le cose sono migliorate notevolmente una volta che mi sono rilassato, e il peso ha continuato a cadere comunque. In precedenza un devoto dei cereali, amavo soprattutto le colazioni, in particolare la muesli (invece di prepararla da sola, ho fatto una pazzia sul marchio Early Bird's Jubilee), burro di mandorle su pane tostato con frutti di bosco e succhi di frutta, che ho fatto a casa.


La dieta vegana di 22 giorni di Beyonce: l'ho provata e ho perso 8 chili

A parte la perdita di peso, evitare carne, latticini, soia e glutine ha avuto un grande impatto.

La sfida alla dieta vegana di Beyonce per i fan

— -- La mia famiglia festeggia i traguardi più importanti andando alle steakhouse e ordinando come se non dovessimo mai più mangiare.

Negli ultimi dieci anni o giù di lì, siamo stati particolarmente fortunati: ho cantato "Happy Birthday" a mio fratello alla Peter Luger Steak House e al Palm di New York City, dove vivo. Ho brindato all'anniversario di matrimonio dei miei genitori al Precinct nella mia città natale di Cincinnati, Ohio. Ho segnato la mia laurea al Gibsons a Chicago e mia sorella a St. Elmo a Indianapolis.

Per me, una cena a base di bistecca golosa con insalate ricoperte di salsa al formaggio blu, patate al forno cariche e bottiglie di vino rosso significa che la vita è bella.

Ho sempre pensato che le celebrità non mangiassero così, anche nelle occasioni felici, ed è così che rimangono così magre. Dopotutto, la vita è piena di compromessi. Ma dopo che Beyoncé si è presentata al Met Gala con questo aspetto, lo ammetto, ero curioso: come può un essere umano avere quell'aspetto? Cosa deve fare qualcuno per ottenere quel tipo di corpo?

Ecco la risposta: ha lavorato per anni con il fisiologo Marco Borges e ha persino scritto l'inizio del suo nuovo libro, "The 22-Day Revolution". Borges sostiene una dieta a base vegetale e crede che se ci vogliono 21 giorni per cambiare un'abitudine, i devoti devono diventare vegani e senza alcol per 22 giorni. Suggerisce anche di evitare soia e glutine.

È restrittivo, sì, ma secondo Beyoncé, che ha lanciato una linea di cibi pronti con Borges all'inizio di quest'anno, funziona. Quindi, in nome del giornalismo - e della stagione dei costumi da bagno - ho accettato di fare un giro.

Per fare questa sfida, avevo due scelte: potevo ordinare i pasti preparati da Borges e Beyoncé o farli io. Ho scelto quest'ultima strada per alcuni motivi, ma principalmente perché non pensavo che il microonde avrebbe portato il mio cibo ad abitudini più sane a lungo termine. (Era anche perché tre pasti al giorno per tre settimane sarebbero costati circa $ 600.)

Ho imparato rapidamente che nemmeno il percorso fai-da-te era economico. Ho sborsato più di 200 dollari durante il mio primo viaggio al supermercato. Tra i miei acquisti c'era un barattolo da 9 dollari di burro di mandorle e una lattina altrettanto costosa di tahini che rimane chiusa. Borges consiglia prodotti biologici per la "sporca dozzina", tra cui mele, pomodorini e peperoni, e anche se ho rifiutato l'uva biologica da $ 14, per lo più ho rispettato.

Con un frigorifero pieno di prodotti freschi e un armadio pieno di circa 12.000 tipi di fagioli, mi sentivo pronto per partire. Tre settimane dopo e otto chili in meno, posso riferire che Beyoncé lo era soprattutto dire la verità su questa dieta. Ecco cosa intendo:

"Ho pensato . Mi sentirei privato e odierei il cibo, mi perderei ristoranti e feste, mi verrebbe il mal di testa e sarei irritabile, ecc. Mi sbagliavo su tutto questo”. - Beyoncé

Questo è vero a metà. All'inizio mi sentivo privato e odiavo il cibo. Soprattutto, mi odiavo per aver accettato di fare questo esperimento. Chi credevo di essere? Senza una gamba morale su cui reggersi, era travolgente. Quale vegano indossa la pelle?!

"Beyoncé è una bugiardo", ho dichiarato a chiunque volesse ascoltarmi. Il problema per me era la pressione per seguire il piano alimentare delineato nel libro. Non c'era modo che potessi bilanciare la mia carriera, una vita sociale e gli altri miei obblighi con cucinare la cena, preparare colazione e preparare il pranzo da portare in ufficio tutto in una volta. Ho quasi gettato il libro dall'altra parte della stanza quando una ricetta del pranzo richiedeva formaggio di anacardi fatto in casa. Nota a margine: dovresti anche allenarti ogni giorno, ruotando cardio e stretching con allenamento di resistenza Buona fortuna con tutto questo.

Mi sono sfogato con la mia amica Tracey Lemle, un allenatore di salute certificato che gestisce Kale con un lato di patatine fritte. Un modo per avvicinarsi, suggerì, era pensare a cosa volevo mangiare e trovare una ricetta nel libro che potesse soddisfare quel desiderio. Attieniti ai principi della dieta, ma fallo funzionare per te, ha detto. Questo dovrebbe essere divertente.

Potrebbe essere stata una violazione delle regole, ma ha aiutato: se volevo il messicano, c'erano i tacos alle noci. (Un amico ha dichiarato che sembravano "un incubo", ma io li adoravo.) Thai? Curry vegetale. Italiano? Pasta senza glutine. Il trucco consisteva nel mangiare e nel rendere il pranzo il pasto più sostanzioso - una sfida per uno come me, che tende a fare dell'insalata un contorno a cena piuttosto che l'evento principale.

Tuttavia, le cose sono migliorate notevolmente una volta che mi sono rilassato, e il peso ha continuato a cadere comunque. In precedenza un devoto dei cereali, amavo soprattutto le colazioni, in particolare la muesli (invece di prepararla da sola, ho fatto una pazzia sul marchio Early Bird's Jubilee), burro di mandorle su pane tostato con frutti di bosco e succhi di frutta, che ho fatto a casa.


La dieta vegana di 22 giorni di Beyonce: l'ho provata e ho perso 8 chili

A parte la perdita di peso, evitare carne, latticini, soia e glutine ha avuto un grande impatto.

La sfida alla dieta vegana di Beyonce per i fan

— -- La mia famiglia festeggia i traguardi più importanti andando alle steakhouse e ordinando come se non dovessimo mai più mangiare.

Negli ultimi dieci anni o giù di lì, siamo stati particolarmente fortunati: ho cantato "Happy Birthday" a mio fratello alla Peter Luger Steak House e al Palm di New York City, dove vivo. Ho brindato all'anniversario di matrimonio dei miei genitori al Precinct nella mia città natale di Cincinnati, Ohio. Ho segnato la mia laurea al Gibsons a Chicago e mia sorella a St. Elmo a Indianapolis.

Per me, una cena a base di bistecca golosa con insalate ricoperte di salsa al formaggio blu, patate al forno cariche e bottiglie di vino rosso significa che la vita è bella.

Ho sempre pensato che le celebrità non mangiassero così, anche nelle occasioni felici, ed è così che rimangono così magre. Dopotutto, la vita è piena di compromessi. Ma dopo che Beyoncé si è presentata al Met Gala con questo aspetto, lo ammetto, ero curioso: come può un essere umano avere quell'aspetto? Cosa deve fare qualcuno per ottenere quel tipo di corpo?

Ecco la risposta: ha lavorato per anni con il fisiologo Marco Borges e ha persino scritto l'inizio del suo nuovo libro, "The 22-Day Revolution". Borges sostiene una dieta a base vegetale e crede che se ci vogliono 21 giorni per cambiare un'abitudine, i devoti devono diventare vegani e senza alcol per 22 giorni. Suggerisce anche di evitare soia e glutine.

È restrittivo, sì, ma secondo Beyoncé, che ha lanciato una linea di cibi pronti con Borges all'inizio di quest'anno, funziona. Quindi, in nome del giornalismo - e della stagione dei costumi da bagno - ho accettato di fare un giro.

Per fare questa sfida, avevo due scelte: potevo ordinare i pasti preparati da Borges e Beyoncé o farli io. Ho scelto quest'ultima strada per alcuni motivi, ma principalmente perché non pensavo che il microonde avrebbe portato il mio cibo ad abitudini più sane a lungo termine. (Era anche perché tre pasti al giorno per tre settimane sarebbero costati circa $ 600.)

Ho imparato rapidamente che nemmeno il percorso fai-da-te era economico. Ho sborsato più di 200 dollari durante il mio primo viaggio al supermercato. Tra i miei acquisti c'era un barattolo da 9 dollari di burro di mandorle e un altrettanto costoso barattolo di tahini che rimane chiuso. Borges consiglia prodotti biologici per la "sporca dozzina", tra cui mele, pomodorini e peperoni, e anche se ho rifiutato l'uva biologica da $ 14, per lo più ho rispettato.

Con un frigorifero pieno di prodotti freschi e un armadio pieno di circa 12.000 tipi di fagioli, mi sentivo pronto per partire. Tre settimane dopo e otto chili in meno, posso riferire che Beyoncé lo era soprattutto dire la verità su questa dieta. Ecco cosa intendo:

"Ho pensato . Mi sentirei privato e odierei il cibo, mi perderei ristoranti e feste, mi verrebbe il mal di testa e sarei irritabile, ecc. Mi sbagliavo su tutto questo”. - Beyoncé

Questo è vero a metà. All'inizio mi sentivo privato e odiavo il cibo. Soprattutto, mi odiavo per aver accettato di fare questo esperimento. Chi credevo di essere? Senza una gamba morale su cui reggersi, era travolgente. Quale vegano indossa la pelle?!

"Beyoncé è una bugiardo", ho dichiarato a chiunque volesse ascoltarmi. Il problema per me era la pressione per seguire il piano alimentare delineato nel libro. Non c'era modo che potessi bilanciare la mia carriera, una vita sociale e gli altri miei obblighi con cucinare la cena, preparare colazione e preparare il pranzo da portare in ufficio tutto in una volta. Ho quasi gettato il libro dall'altra parte della stanza quando una ricetta del pranzo richiedeva formaggio di anacardi fatto in casa. Nota a margine: dovresti anche allenarti ogni giorno, ruotando cardio e stretching con allenamento di resistenza Buona fortuna con tutto questo.

Mi sono sfogato con la mia amica Tracey Lemle, un allenatore di salute certificato che gestisce Kale con un lato di patatine fritte. Un modo per avvicinarsi, suggerì, era pensare a cosa volevo mangiare e trovare una ricetta nel libro che soddisfacesse quel desiderio. Attieniti ai principi della dieta, ma fallo funzionare per te, ha detto. Questo dovrebbe essere divertente.

Potrebbe essere stata una violazione delle regole, ma ha aiutato: se volevo il messicano, c'erano i tacos alle noci. (Un amico ha dichiarato che sembravano "un incubo", ma io li adoravo.) Thai? Curry vegetale. Italiano? Pasta senza glutine. Il trucco consisteva nel mangiare e nel rendere il pranzo il pasto più sostanzioso - una sfida per uno come me, che tende a fare dell'insalata un contorno a cena piuttosto che l'evento principale.

Tuttavia, le cose sono migliorate notevolmente una volta che mi sono rilassato, e il peso ha continuato a cadere comunque. In precedenza un devoto dei cereali, amavo soprattutto le colazioni, in particolare la muesli (invece di prepararla da sola, ho fatto una pazzia sul marchio Early Bird's Jubilee), burro di mandorle su pane tostato con frutti di bosco e succhi di frutta, che ho fatto a casa.


La dieta vegana di 22 giorni di Beyonce: l'ho provata e ho perso 8 chili

A parte la perdita di peso, evitare carne, latticini, soia e glutine ha avuto un grande impatto.

La sfida alla dieta vegana di Beyonce per i fan

— -- La mia famiglia festeggia i traguardi più importanti andando alle steakhouse e ordinando come se non dovessimo mai più mangiare.

Negli ultimi dieci anni o giù di lì, siamo stati particolarmente fortunati: ho cantato "Happy Birthday" a mio fratello alla Peter Luger Steak House e al Palm di New York City, dove vivo. Ho brindato all'anniversario di matrimonio dei miei genitori al Precinct nella mia città natale di Cincinnati, Ohio. Ho segnato la mia laurea al Gibsons a Chicago e mia sorella a St. Elmo a Indianapolis.

Per me, una cena a base di bistecca golosa con insalate ricoperte di salsa al formaggio blu, patate al forno cariche e bottiglie di vino rosso significa che la vita è bella.

Ho sempre pensato che le celebrità non mangiassero così, anche nelle occasioni felici, ed è così che rimangono così magre. Dopotutto, la vita è piena di compromessi. Ma dopo che Beyoncé si è presentata al Met Gala con questo aspetto, lo ammetto, ero curioso: come può un essere umano avere quell'aspetto? Cosa deve fare qualcuno per ottenere quel tipo di corpo?

Ecco la risposta: ha lavorato per anni con il fisiologo Marco Borges e ha persino scritto l'inizio del suo nuovo libro, "The 22-Day Revolution". Borges sostiene una dieta a base vegetale e crede che se ci vogliono 21 giorni per cambiare un'abitudine, i devoti devono diventare vegani e senza alcol per 22 giorni. Suggerisce anche di evitare soia e glutine.

È restrittivo, sì, ma secondo Beyoncé, che ha lanciato una linea di cibi pronti con Borges all'inizio di quest'anno, funziona. Quindi, in nome del giornalismo - e della stagione dei costumi da bagno - ho accettato di fare un giro.

Per fare questa sfida, avevo due scelte: potevo ordinare i pasti preparati da Borges e Beyoncé o farli io. Ho scelto quest'ultima strada per alcuni motivi, ma principalmente perché non pensavo che il microonde avrebbe portato il mio cibo ad abitudini più sane a lungo termine. (Era anche perché tre pasti al giorno per tre settimane sarebbero costati circa $ 600.)

Ho imparato rapidamente che nemmeno il percorso fai-da-te era economico. Ho sborsato più di 200 dollari durante il mio primo viaggio al supermercato. Tra i miei acquisti c'era un barattolo da 9 dollari di burro di mandorle e un altrettanto costoso barattolo di tahini che rimane chiuso. Borges consiglia prodotti biologici per la "sporca dozzina", tra cui mele, pomodorini e peperoni, e anche se ho rifiutato l'uva biologica da $ 14, per lo più ho rispettato.

Con un frigorifero pieno di prodotti freschi e un armadio pieno di circa 12.000 tipi di fagioli, mi sentivo pronto per partire. Tre settimane dopo e otto chili in meno, posso riferire che Beyoncé lo era soprattutto dire la verità su questa dieta. Ecco cosa intendo:

"Ho pensato . Mi sentirei privato e odierei il cibo, mi perderei ristoranti e feste, mi verrebbe il mal di testa e sarei irritabile, ecc. Mi sbagliavo su tutto questo”. - Beyoncé

Questo è vero a metà. All'inizio mi sentivo privato e odiavo il cibo. Soprattutto, mi odiavo per aver accettato di fare questo esperimento. Chi credevo di essere? Senza una gamba morale su cui reggersi, era travolgente. Quale vegano indossa la pelle?!

"Beyoncé è una bugiardo", ho dichiarato a chiunque volesse ascoltarmi. Il problema per me era la pressione per seguire il piano alimentare delineato nel libro. Non c'era modo che potessi bilanciare la mia carriera, una vita sociale e gli altri miei obblighi con cucinare la cena, preparare colazione e preparare il pranzo da portare in ufficio tutto in una volta. Ho quasi gettato il libro dall'altra parte della stanza quando una ricetta per il pranzo richiedeva formaggio di anacardi fatto in casa. Nota a margine: dovresti anche allenarti ogni giorno, ruotando cardio e stretching con allenamento di resistenza Buona fortuna con tutto questo.

Mi sono sfogato con la mia amica Tracey Lemle, un allenatore di salute certificato che gestisce Kale con un lato di patatine fritte. Un modo per avvicinarsi, suggerì, era pensare a cosa volevo mangiare e trovare una ricetta nel libro che potesse soddisfare quel desiderio. Attieniti ai principi della dieta, ma fallo funzionare per te, ha detto. Questo dovrebbe essere divertente.

Potrebbe essere stata una violazione delle regole, ma ha aiutato: se volevo il messicano, c'erano i tacos alle noci. (Un amico ha dichiarato che sembravano "un incubo", ma io li adoravo.) Thai? Curry vegetale. Italiano? Pasta senza glutine. Il trucco consisteva nel mangiare e nel rendere il pranzo il pasto più sostanzioso - una sfida per uno come me, che tende a fare dell'insalata un contorno a cena piuttosto che l'evento principale.

Tuttavia, le cose sono migliorate notevolmente una volta che mi sono rilassato, e il peso ha continuato a cadere comunque. In precedenza un devoto dei cereali, amavo soprattutto le colazioni, in particolare il muesli (invece di prepararlo da solo, ho fatto una pazzia sul marchio Early Bird's Jubilee), burro di mandorle su pane tostato con frutti di bosco e succhi di frutta, che ho fatto a casa.


La dieta vegana di 22 giorni di Beyonce: l'ho provata e ho perso 8 chili

A parte la perdita di peso, evitare carne, latticini, soia e glutine ha avuto un grande impatto.

La sfida alla dieta vegana di Beyonce per i fan

— -- La mia famiglia festeggia i traguardi più importanti andando alle steakhouse e ordinando come se non dovessimo mai più mangiare.

Negli ultimi dieci anni o giù di lì, siamo stati particolarmente fortunati: ho cantato "Happy Birthday" a mio fratello alla Peter Luger Steak House e al Palm di New York City, dove vivo. Ho brindato all'anniversario di matrimonio dei miei genitori al Precinct nella mia città natale di Cincinnati, Ohio. Ho segnato la mia laurea al Gibsons a Chicago e mia sorella a St. Elmo a Indianapolis.

Per me, una cena golosa a base di bistecca con insalate ricoperte di salsa al formaggio blu, patate al forno cariche e bottiglie di vino rosso significa che la vita è bella.

Ho sempre pensato che le celebrità non mangiassero così, anche nelle occasioni felici, ed è così che rimangono così magre. Dopotutto, la vita è piena di compromessi. Ma dopo che Beyoncé si è presentata al Met Gala con questo aspetto, lo ammetto, ero curioso: come può un essere umano avere quell'aspetto? Cosa deve fare qualcuno per ottenere quel tipo di corpo?

Ecco la risposta: ha lavorato per anni con il fisiologo Marco Borges e ha persino scritto l'inizio del suo nuovo libro, "The 22-Day Revolution". Borges sostiene una dieta a base vegetale e crede che se ci vogliono 21 giorni per cambiare un'abitudine, i devoti devono diventare vegani e senza alcol per 22 giorni. Suggerisce anche di evitare soia e glutine.

È restrittivo, sì, ma secondo Beyoncé, che ha lanciato una linea di cibi pronti con Borges all'inizio di quest'anno, funziona. Quindi, in nome del giornalismo - e della stagione dei costumi da bagno - ho accettato di fare un giro.

Per fare questa sfida, avevo due scelte: potevo ordinare i pasti preparati da Borges e Beyoncé o farli io. Ho scelto quest'ultima strada per alcuni motivi, ma principalmente perché non pensavo che il microonde avrebbe portato il mio cibo ad abitudini più sane a lungo termine. (Era anche perché tre pasti al giorno per tre settimane sarebbero costati circa $ 600.)

Ho imparato rapidamente che nemmeno il percorso fai-da-te era economico. Ho sborsato più di 200 dollari durante il mio primo viaggio al supermercato. Tra i miei acquisti c'era un barattolo da 9 dollari di burro di mandorle e una lattina altrettanto costosa di tahini che rimane chiusa. Borges consiglia prodotti biologici per la "sporca dozzina", tra cui mele, pomodorini e peperoni, e anche se ho rifiutato l'uva biologica da $ 14, per lo più ho rispettato.

Con un frigorifero pieno di prodotti freschi e un armadio pieno di circa 12.000 tipi di fagioli, mi sono sentito pronto per partire. Tre settimane dopo e otto chili in meno, posso riferire che Beyoncé lo era soprattutto dire la verità su questa dieta. Ecco cosa intendo:

"Ho pensato . Mi sentirei privato e odierei il cibo, mi perderei ristoranti e feste, mi verrebbe il mal di testa e sarei irritabile, ecc. Mi sbagliavo su tutto questo”. - Beyoncé

Questo è vero a metà. All'inizio mi sentivo privato e odiavo il cibo. Soprattutto, mi odiavo per aver accettato di fare questo esperimento. Chi credevo di essere? Senza una gamba morale su cui reggersi, era travolgente. Quale vegano indossa la pelle?!

"Beyoncé è una bugiardo", ho dichiarato a chiunque volesse ascoltarmi. Il problema per me era la pressione per seguire il piano alimentare delineato nel libro. Non c'era modo che potessi bilanciare la mia carriera, una vita sociale e gli altri miei obblighi con cucinare la cena, preparare colazione e preparare il pranzo da portare in ufficio tutto in una volta. Ho quasi gettato il libro dall'altra parte della stanza quando una ricetta del pranzo richiedeva formaggio di anacardi fatto in casa. Nota a margine: dovresti anche allenarti ogni giorno, ruotando cardio e stretching con allenamento di resistenza Buona fortuna con tutto questo.

Mi sono sfogato con la mia amica Tracey Lemle, un allenatore di salute certificato che gestisce Kale con un lato di patatine fritte. Un modo per avvicinarsi, suggerì, era pensare a cosa volevo mangiare e trovare una ricetta nel libro che soddisfacesse quel desiderio. Attieniti ai principi della dieta, ma fallo funzionare per te, ha detto. Questo dovrebbe essere divertente.

Potrebbe essere stata una violazione delle regole, ma ha aiutato: se volevo il messicano, c'erano i tacos alle noci. (Un amico ha dichiarato che sembravano "un incubo", ma io li adoravo.) Thai? Curry vegetale. Italiano? Pasta senza glutine. Il trucco consisteva nel mangiare e nel rendere il pranzo il pasto più sostanzioso - una sfida per uno come me, che tende a fare dell'insalata un contorno a cena piuttosto che l'evento principale.

Tuttavia, le cose sono migliorate notevolmente una volta che mi sono rilassato, e il peso ha continuato a cadere comunque. In precedenza un devoto dei cereali, amavo soprattutto le colazioni, in particolare la muesli (invece di prepararla da sola, ho fatto una pazzia sul marchio Early Bird's Jubilee), burro di mandorle su pane tostato con frutti di bosco e succhi di frutta, che ho fatto a casa.


La dieta vegana di 22 giorni di Beyonce: l'ho provata e ho perso 8 chili

A parte la perdita di peso, evitare carne, latticini, soia e glutine ha avuto un grande impatto.

La sfida alla dieta vegana di Beyonce per i fan

— -- La mia famiglia festeggia i traguardi più importanti andando alle steakhouse e ordinando come se non dovessimo mai più mangiare.

Negli ultimi dieci anni o giù di lì, siamo stati particolarmente fortunati: ho cantato "Happy Birthday" a mio fratello alla Peter Luger Steak House e al Palm di New York City, dove vivo. Ho brindato all'anniversario di matrimonio dei miei genitori al Precinct nella mia città natale di Cincinnati, Ohio. Ho segnato la mia laurea al Gibsons a Chicago e mia sorella a St. Elmo a Indianapolis.

Per me, una cena golosa a base di bistecca con insalate ricoperte di salsa al formaggio blu, patate al forno cariche e bottiglie di vino rosso significa che la vita è bella.

Ho sempre pensato che le celebrità non mangiassero così, anche nelle occasioni felici, ed è così che rimangono così magre. Dopotutto, la vita è piena di compromessi. Ma dopo che Beyoncé si è presentata al Met Gala con questo aspetto, lo ammetto, ero curioso: come può un essere umano avere quell'aspetto? Cosa deve fare qualcuno per ottenere quel tipo di corpo?

Ecco la risposta: ha lavorato per anni con il fisiologo Marco Borges e ha persino scritto l'inizio del suo nuovo libro, "The 22-Day Revolution". Borges sostiene una dieta a base vegetale e crede che se ci vogliono 21 giorni per cambiare un'abitudine, i devoti devono diventare vegani e senza alcol per 22 giorni. Suggerisce anche di evitare soia e glutine.

È restrittivo, sì, ma secondo Beyoncé, che ha lanciato una linea di cibi pronti con Borges all'inizio di quest'anno, funziona. Quindi, in nome del giornalismo - e della stagione dei costumi da bagno - ho accettato di fare un giro.

Per fare questa sfida, avevo due scelte: potevo ordinare i pasti preparati da Borges e Beyoncé o farli io. Ho scelto quest'ultima strada per alcuni motivi, ma principalmente perché non pensavo che il microonde avrebbe portato il mio cibo ad abitudini più sane a lungo termine. (Era anche perché tre pasti al giorno per tre settimane sarebbero costati circa $ 600.)

Ho imparato rapidamente che nemmeno il percorso fai-da-te era economico. Ho sborsato oltre $ 200 durante il mio primo viaggio al supermercato. Tra i miei acquisti c'era un barattolo da 9 dollari di burro di mandorle e una lattina altrettanto costosa di tahini che rimane chiusa. Borges raccomanda prodotti biologici per la "sporca dozzina", tra cui mele, pomodorini e peperoni, e anche se ho rifiutato l'uva biologica da $ 14, per lo più ho rispettato.

Con un frigorifero pieno di prodotti freschi e un armadio pieno di circa 12.000 tipi di fagioli, mi sentivo pronto per partire. Three weeks later and eight pounds lighter, I can report that Beyoncé was soprattutto telling the truth about this diet. Here's what I mean:

“I thought . I would feel deprived and hate food, that I would miss out on restaurants and celebrations, that I would get headaches and be irritable, etc. I was wrong about all of that.” - Beyoncé

This is half-true. At first I did feel deprived and I did hate food. Most of all, I hated myself for agreeing to do this experiment. Who did I think I was? Without a moral leg to stand on, it felt overwhelming. What vegan wears leather?!

"Beyoncé is a liar," I declared to anybody who would listen. The problem for me was the pressure to follow the meal plan outlined in the book. There was no way that I could balance my career, a social life and my other obligations with cooking dinner, preparing breakfast and whipping up lunch to bring to the office all at once. I nearly threw the book across the room when one lunch recipe required homemade cashew cheese. Side note: You’re also supposed to work out every day, rotating cardio and stretching with resistance training. Good luck with all of that.

I vented to my friend Tracey Lemle, a certified health coach who runs Kale with a Side of Fries. One way to approach it, she suggested, was to think about what I wanted to eat and find a recipe in the book that would satisfy that craving. Stick to the tenets of the diet, but make it work for you, she said. This is supposed to be fun.

It may have been a violation of the rules, but it helped: If I wanted Mexican, there were walnut tacos. (One friend declared that they looked like "a nightmare," but I loved them.) Thai? Vegetable curry. Italian? Gluten-free pasta. The trick involved eating making lunch the heartiest meal -- a challenge for someone like me, who tends to make salads a side at dinner rather than the main event.

Still, things improved dramatically once I let myself relax, and the weight kept falling off anyway. Previously a cereal devotee, I loved the breakfasts most of all, especially granola (instead of making my own, I splurged on Early Bird's Jubilee brand), almond butter on toast with berries, and juices, which I made at home.


Beyonce's 22-Day Vegan Diet: I Tried It and Lost 8 Pounds

Weight loss aside, avoiding meat, dairy, soy and gluten had a big impact.

Beyonce's Vegan Diet Challenge to Fans

— -- My family celebrates major milestones by going to steakhouses and ordering as though we'll never eat again.

Over the past decade or so, we’ve been especially lucky: I’ve sung "Happy Birthday" to my brother at Peter Luger Steak House and the Palm in New York City, where I live. I’ve toasted my parents’ wedding anniversary at the Precinct in my hometown of Cincinnati, Ohio. I marked my college graduation at Gibsons in Chicago and my sister’s at St. Elmo in Indianapolis.

To me, a gluttonous steak dinner with salads smothered in blue cheese dressing, loaded baked potatoes and bottles of red wine signifies that life is good.

I've always assumed that celebrities do not eat like this, even on happy occasions, and that's how they stay so slim. After all, life is full of trade-offs. But after Beyoncé showed up to the Met Gala looking like this, I admit, I was curious: How can a human being look like that? What does someone have to do to achieve that kind of body?

Here's the answer: She has worked with exercise physiologist Marco Borges for years and even penned the forward to his new book, “The 22-Day Revolution.” Borges advocates for a plant-based diet and believes that if it takes 21 days to change a habit, devotees need to go vegan and alcohol-free for 22 days. He also suggests avoiding soy and gluten.

It's restrictive, yes, but according to Beyoncé, who launched a prepared food line with Borges earlier this year, it works. So, in the name of journalism -- and swimsuit season -- I agreed to give it a whirl.

To do this challenge, I had two choices: I could order the prepared meals from Borges and Beyoncé or make them myself. I went the latter route for a few reasons, but mainly because I didn’t think that microwaving my food would lead to healthier habits in the long run. (It was also because three meals a day for three weeks would have cost about $600.)

I quickly learned the DIY route wasn’t cheap either. I forked over $200 during my first trip to the grocery store. Among my purchases were a $9 jar of almond butter and an equally expensive tin of tahini that remains unopened. Borges recommends organic produce for the “dirty dozen," including apples, cherry tomatoes, and bell peppers, and while I balked at the $14 organic grapes, I mostly complied.

With a fridge full of fresh produce and a cabinet stocked with roughly 12,000 kinds of beans, I felt ready to go. Three weeks later and eight pounds lighter, I can report that Beyoncé was soprattutto telling the truth about this diet. Here's what I mean:

“I thought . I would feel deprived and hate food, that I would miss out on restaurants and celebrations, that I would get headaches and be irritable, etc. I was wrong about all of that.” - Beyoncé

This is half-true. At first I did feel deprived and I did hate food. Most of all, I hated myself for agreeing to do this experiment. Who did I think I was? Without a moral leg to stand on, it felt overwhelming. What vegan wears leather?!

"Beyoncé is a liar," I declared to anybody who would listen. The problem for me was the pressure to follow the meal plan outlined in the book. There was no way that I could balance my career, a social life and my other obligations with cooking dinner, preparing breakfast and whipping up lunch to bring to the office all at once. I nearly threw the book across the room when one lunch recipe required homemade cashew cheese. Side note: You’re also supposed to work out every day, rotating cardio and stretching with resistance training. Good luck with all of that.

I vented to my friend Tracey Lemle, a certified health coach who runs Kale with a Side of Fries. One way to approach it, she suggested, was to think about what I wanted to eat and find a recipe in the book that would satisfy that craving. Stick to the tenets of the diet, but make it work for you, she said. This is supposed to be fun.

It may have been a violation of the rules, but it helped: If I wanted Mexican, there were walnut tacos. (One friend declared that they looked like "a nightmare," but I loved them.) Thai? Vegetable curry. Italian? Gluten-free pasta. The trick involved eating making lunch the heartiest meal -- a challenge for someone like me, who tends to make salads a side at dinner rather than the main event.

Still, things improved dramatically once I let myself relax, and the weight kept falling off anyway. Previously a cereal devotee, I loved the breakfasts most of all, especially granola (instead of making my own, I splurged on Early Bird's Jubilee brand), almond butter on toast with berries, and juices, which I made at home.


Beyonce's 22-Day Vegan Diet: I Tried It and Lost 8 Pounds

Weight loss aside, avoiding meat, dairy, soy and gluten had a big impact.

Beyonce's Vegan Diet Challenge to Fans

— -- My family celebrates major milestones by going to steakhouses and ordering as though we'll never eat again.

Over the past decade or so, we’ve been especially lucky: I’ve sung "Happy Birthday" to my brother at Peter Luger Steak House and the Palm in New York City, where I live. I’ve toasted my parents’ wedding anniversary at the Precinct in my hometown of Cincinnati, Ohio. I marked my college graduation at Gibsons in Chicago and my sister’s at St. Elmo in Indianapolis.

To me, a gluttonous steak dinner with salads smothered in blue cheese dressing, loaded baked potatoes and bottles of red wine signifies that life is good.

I've always assumed that celebrities do not eat like this, even on happy occasions, and that's how they stay so slim. After all, life is full of trade-offs. But after Beyoncé showed up to the Met Gala looking like this, I admit, I was curious: How can a human being look like that? What does someone have to do to achieve that kind of body?

Here's the answer: She has worked with exercise physiologist Marco Borges for years and even penned the forward to his new book, “The 22-Day Revolution.” Borges advocates for a plant-based diet and believes that if it takes 21 days to change a habit, devotees need to go vegan and alcohol-free for 22 days. He also suggests avoiding soy and gluten.

It's restrictive, yes, but according to Beyoncé, who launched a prepared food line with Borges earlier this year, it works. So, in the name of journalism -- and swimsuit season -- I agreed to give it a whirl.

To do this challenge, I had two choices: I could order the prepared meals from Borges and Beyoncé or make them myself. I went the latter route for a few reasons, but mainly because I didn’t think that microwaving my food would lead to healthier habits in the long run. (It was also because three meals a day for three weeks would have cost about $600.)

I quickly learned the DIY route wasn’t cheap either. I forked over $200 during my first trip to the grocery store. Among my purchases were a $9 jar of almond butter and an equally expensive tin of tahini that remains unopened. Borges recommends organic produce for the “dirty dozen," including apples, cherry tomatoes, and bell peppers, and while I balked at the $14 organic grapes, I mostly complied.

With a fridge full of fresh produce and a cabinet stocked with roughly 12,000 kinds of beans, I felt ready to go. Three weeks later and eight pounds lighter, I can report that Beyoncé was soprattutto telling the truth about this diet. Here's what I mean:

“I thought . I would feel deprived and hate food, that I would miss out on restaurants and celebrations, that I would get headaches and be irritable, etc. I was wrong about all of that.” - Beyoncé

This is half-true. At first I did feel deprived and I did hate food. Most of all, I hated myself for agreeing to do this experiment. Who did I think I was? Without a moral leg to stand on, it felt overwhelming. What vegan wears leather?!

"Beyoncé is a liar," I declared to anybody who would listen. The problem for me was the pressure to follow the meal plan outlined in the book. There was no way that I could balance my career, a social life and my other obligations with cooking dinner, preparing breakfast and whipping up lunch to bring to the office all at once. I nearly threw the book across the room when one lunch recipe required homemade cashew cheese. Side note: You’re also supposed to work out every day, rotating cardio and stretching with resistance training. Good luck with all of that.

I vented to my friend Tracey Lemle, a certified health coach who runs Kale with a Side of Fries. One way to approach it, she suggested, was to think about what I wanted to eat and find a recipe in the book that would satisfy that craving. Stick to the tenets of the diet, but make it work for you, she said. This is supposed to be fun.

It may have been a violation of the rules, but it helped: If I wanted Mexican, there were walnut tacos. (One friend declared that they looked like "a nightmare," but I loved them.) Thai? Vegetable curry. Italian? Gluten-free pasta. The trick involved eating making lunch the heartiest meal -- a challenge for someone like me, who tends to make salads a side at dinner rather than the main event.

Still, things improved dramatically once I let myself relax, and the weight kept falling off anyway. Previously a cereal devotee, I loved the breakfasts most of all, especially granola (instead of making my own, I splurged on Early Bird's Jubilee brand), almond butter on toast with berries, and juices, which I made at home.


Beyonce's 22-Day Vegan Diet: I Tried It and Lost 8 Pounds

Weight loss aside, avoiding meat, dairy, soy and gluten had a big impact.

Beyonce's Vegan Diet Challenge to Fans

— -- My family celebrates major milestones by going to steakhouses and ordering as though we'll never eat again.

Over the past decade or so, we’ve been especially lucky: I’ve sung "Happy Birthday" to my brother at Peter Luger Steak House and the Palm in New York City, where I live. I’ve toasted my parents’ wedding anniversary at the Precinct in my hometown of Cincinnati, Ohio. I marked my college graduation at Gibsons in Chicago and my sister’s at St. Elmo in Indianapolis.

To me, a gluttonous steak dinner with salads smothered in blue cheese dressing, loaded baked potatoes and bottles of red wine signifies that life is good.

I've always assumed that celebrities do not eat like this, even on happy occasions, and that's how they stay so slim. After all, life is full of trade-offs. But after Beyoncé showed up to the Met Gala looking like this, I admit, I was curious: How can a human being look like that? What does someone have to do to achieve that kind of body?

Here's the answer: She has worked with exercise physiologist Marco Borges for years and even penned the forward to his new book, “The 22-Day Revolution.” Borges advocates for a plant-based diet and believes that if it takes 21 days to change a habit, devotees need to go vegan and alcohol-free for 22 days. He also suggests avoiding soy and gluten.

It's restrictive, yes, but according to Beyoncé, who launched a prepared food line with Borges earlier this year, it works. So, in the name of journalism -- and swimsuit season -- I agreed to give it a whirl.

To do this challenge, I had two choices: I could order the prepared meals from Borges and Beyoncé or make them myself. I went the latter route for a few reasons, but mainly because I didn’t think that microwaving my food would lead to healthier habits in the long run. (It was also because three meals a day for three weeks would have cost about $600.)

I quickly learned the DIY route wasn’t cheap either. I forked over $200 during my first trip to the grocery store. Among my purchases were a $9 jar of almond butter and an equally expensive tin of tahini that remains unopened. Borges recommends organic produce for the “dirty dozen," including apples, cherry tomatoes, and bell peppers, and while I balked at the $14 organic grapes, I mostly complied.

With a fridge full of fresh produce and a cabinet stocked with roughly 12,000 kinds of beans, I felt ready to go. Three weeks later and eight pounds lighter, I can report that Beyoncé was soprattutto telling the truth about this diet. Here's what I mean:

“I thought . I would feel deprived and hate food, that I would miss out on restaurants and celebrations, that I would get headaches and be irritable, etc. I was wrong about all of that.” - Beyoncé

This is half-true. At first I did feel deprived and I did hate food. Most of all, I hated myself for agreeing to do this experiment. Who did I think I was? Without a moral leg to stand on, it felt overwhelming. What vegan wears leather?!

"Beyoncé is a liar," I declared to anybody who would listen. The problem for me was the pressure to follow the meal plan outlined in the book. There was no way that I could balance my career, a social life and my other obligations with cooking dinner, preparing breakfast and whipping up lunch to bring to the office all at once. I nearly threw the book across the room when one lunch recipe required homemade cashew cheese. Side note: You’re also supposed to work out every day, rotating cardio and stretching with resistance training. Good luck with all of that.

I vented to my friend Tracey Lemle, a certified health coach who runs Kale with a Side of Fries. One way to approach it, she suggested, was to think about what I wanted to eat and find a recipe in the book that would satisfy that craving. Stick to the tenets of the diet, but make it work for you, she said. This is supposed to be fun.

It may have been a violation of the rules, but it helped: If I wanted Mexican, there were walnut tacos. (One friend declared that they looked like "a nightmare," but I loved them.) Thai? Vegetable curry. Italian? Gluten-free pasta. The trick involved eating making lunch the heartiest meal -- a challenge for someone like me, who tends to make salads a side at dinner rather than the main event.

Still, things improved dramatically once I let myself relax, and the weight kept falling off anyway. Previously a cereal devotee, I loved the breakfasts most of all, especially granola (instead of making my own, I splurged on Early Bird's Jubilee brand), almond butter on toast with berries, and juices, which I made at home.


Beyonce's 22-Day Vegan Diet: I Tried It and Lost 8 Pounds

Weight loss aside, avoiding meat, dairy, soy and gluten had a big impact.

Beyonce's Vegan Diet Challenge to Fans

— -- My family celebrates major milestones by going to steakhouses and ordering as though we'll never eat again.

Over the past decade or so, we’ve been especially lucky: I’ve sung "Happy Birthday" to my brother at Peter Luger Steak House and the Palm in New York City, where I live. I’ve toasted my parents’ wedding anniversary at the Precinct in my hometown of Cincinnati, Ohio. I marked my college graduation at Gibsons in Chicago and my sister’s at St. Elmo in Indianapolis.

To me, a gluttonous steak dinner with salads smothered in blue cheese dressing, loaded baked potatoes and bottles of red wine signifies that life is good.

I've always assumed that celebrities do not eat like this, even on happy occasions, and that's how they stay so slim. After all, life is full of trade-offs. But after Beyoncé showed up to the Met Gala looking like this, I admit, I was curious: How can a human being look like that? What does someone have to do to achieve that kind of body?

Here's the answer: She has worked with exercise physiologist Marco Borges for years and even penned the forward to his new book, “The 22-Day Revolution.” Borges advocates for a plant-based diet and believes that if it takes 21 days to change a habit, devotees need to go vegan and alcohol-free for 22 days. He also suggests avoiding soy and gluten.

It's restrictive, yes, but according to Beyoncé, who launched a prepared food line with Borges earlier this year, it works. So, in the name of journalism -- and swimsuit season -- I agreed to give it a whirl.

To do this challenge, I had two choices: I could order the prepared meals from Borges and Beyoncé or make them myself. I went the latter route for a few reasons, but mainly because I didn’t think that microwaving my food would lead to healthier habits in the long run. (It was also because three meals a day for three weeks would have cost about $600.)

I quickly learned the DIY route wasn’t cheap either. I forked over $200 during my first trip to the grocery store. Among my purchases were a $9 jar of almond butter and an equally expensive tin of tahini that remains unopened. Borges recommends organic produce for the “dirty dozen," including apples, cherry tomatoes, and bell peppers, and while I balked at the $14 organic grapes, I mostly complied.

With a fridge full of fresh produce and a cabinet stocked with roughly 12,000 kinds of beans, I felt ready to go. Three weeks later and eight pounds lighter, I can report that Beyoncé was soprattutto telling the truth about this diet. Here's what I mean:

“I thought . I would feel deprived and hate food, that I would miss out on restaurants and celebrations, that I would get headaches and be irritable, etc. I was wrong about all of that.” - Beyoncé

This is half-true. At first I did feel deprived and I did hate food. Most of all, I hated myself for agreeing to do this experiment. Who did I think I was? Without a moral leg to stand on, it felt overwhelming. What vegan wears leather?!

"Beyoncé is a liar," I declared to anybody who would listen. The problem for me was the pressure to follow the meal plan outlined in the book. There was no way that I could balance my career, a social life and my other obligations with cooking dinner, preparing breakfast and whipping up lunch to bring to the office all at once. I nearly threw the book across the room when one lunch recipe required homemade cashew cheese. Side note: You’re also supposed to work out every day, rotating cardio and stretching with resistance training. Good luck with all of that.

I vented to my friend Tracey Lemle, a certified health coach who runs Kale with a Side of Fries. One way to approach it, she suggested, was to think about what I wanted to eat and find a recipe in the book that would satisfy that craving. Stick to the tenets of the diet, but make it work for you, she said. This is supposed to be fun.

It may have been a violation of the rules, but it helped: If I wanted Mexican, there were walnut tacos. (One friend declared that they looked like "a nightmare," but I loved them.) Thai? Vegetable curry. Italian? Gluten-free pasta. The trick involved eating making lunch the heartiest meal -- a challenge for someone like me, who tends to make salads a side at dinner rather than the main event.

Still, things improved dramatically once I let myself relax, and the weight kept falling off anyway. Previously a cereal devotee, I loved the breakfasts most of all, especially granola (instead of making my own, I splurged on Early Bird's Jubilee brand), almond butter on toast with berries, and juices, which I made at home.


Guarda il video: JUSTIN TIMBERLAKE dance BEYONCÉ. Single Ladies (Giugno 2022).